Axorid

25 gennaio 2021

Axorid


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Nota: Per informazioni su farmaci e confezioni ritirate dal commercio accedi al portale AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).


Cos'è Axorid (ketoprofene + omeprazolo)


Axorid è un farmaco a base di ketoprofene + omeprazolo, appartenente al gruppo terapeutico Analgesici FANS.

A cosa serve Axorid e perchè si usa


Trattamento sintomatico di artrite reumatoide, spondilite anchilosante e osteoartrite in pazienti, con pregressa storia o a rischio di sviluppare ulcere gastriche o ulcere duodenali associate ai FANS.

Indicazioni: come usare Axorid, posologia, dosi e modo d'uso


Uso orale.

Le capsule devono essere ingerite intere con i pasti una volta al giorno, con un bicchiere d'acqua.

Adulti e adolescenti di età superiore ai 15 anni:

La posologia giornaliera è compresa fra 100 mg/20 mg e 200mg/20mg secondo la gravità dei sintomi.

La dose massima giornaliera è 200mg/20mg. Il rapporto rischio/beneficio deve essere attentamente valutato prima di iniziare il trattamento con 200 mg/20mg al giorno, e dosi più alte non sono raccomandate (vedere paragrafo 4.4).

Axorid non è raccomandato nei bambini di età inferiore ai 15 anni a causa della mancanza di dati sulla sicurezza e sull'efficacia.

Nei pazienti anziani, nei pazienti con insufficienza renale (clearance della creatinina 30-50 ml/min), nei pazienti con insufficienza epatica o insufficienza cardiaca congestizia, la dose iniziale deve essere di 100mg/20mg. Questa dose può essere aumentata fino alla dose massima di 200 mg/20 mg al giorno in relazione alla risposta clinica.

Gli effetti indesiderati possono essere limitati usando la più bassa dose efficace, per il periodo più breve, necessaria al controllo dei sintomi (vedere paragrafo 4.4).

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Axorid


  • ipersensibilità a ketoprofene o ad omeprazolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti,
  • ultimo trimestre di gravidanza (vedere paragrafo 4.6),
  • anamnesi di asma indotta dalla somministrazione di ketoprofene o principi attivi simili, come altri agenti antinfiammatori non steroidei (FANS) oppure acido acetilsalicilico,
  • grave insufficienza epatica,
  • grave insufficienza renale,
  • grave insufficienza cardiaca,
  • sanguinamento cerebrovascolare o ogni altro sanguinamento attivo,
  • Uso concomitante di Hyperycum perforatum (erba di San Giovanni) o atazanavir solfato (vedere paragrafo 4.5),
  • Terapia in associazione con claritromicina non deve essere attuata in pazienti con insufficienza epatica (vedere paragrafo 4.5).
  • Ulcera peptica attiva, o precedenti anamnestici di emorragia gastrointestinale, ulcerazione o perforazione

Axorid può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

L'esperienza clinica sull'uso in gravidanza è limitata.

Durante l'ultimo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi di prostaglandine
  • possono esporre il feto a:
  • tossicità cardiopolmonare (ipertensione polmonare con chiusura prematura del dotto arterioso),
  • disfunzione renale che potrebbe progredire fino ad insufficienza renale con oligoamnios;
  • esporre la madre ed il neonato, al termine della gravidanza, al possibile prolungamento del tempo di sanguinamento;
  • inibire le contrazioni uterine e ritardare/prolungare il travaglio.
Di conseguenza, Axorid deve essere somministrato solo se necessario durante i primi due trimestri di gravidanza. Con l'eccezione di impieghi ostetrici limitati che richiedono un monitoraggio speciale, Axorid è controindicato nell'ultimo trimestre di gravidanza.

Allattamento

Poiché i FANS e omeprazolo sono escreti nel latte materno, il loro impiego deve essere evitato durante l'allattamento, come misura precauzionale.

Fertilità

L'uso del ketoprofene, come ogni medicinale che inibisce la sintesi delle ciclossigenasi/prostaglandine, potrebbe compromettere la fertilità e non è raccomandato nelle donne che vogliano concepire.

Nelle donne che hanno problemi di concepimento o che sono sottoposte ad indagini sull'infertilità, devono considerare l'interruzione del ketoprofene.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa