Baypress

04 luglio 2020

Baypress




Baypress è un farmaco a base di nitrendipina, appartenente al gruppo terapeutico Calcioantagonisti. E' commercializzato in Italia da Bayer S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Baypress (nitrendipina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Baypress (nitrendipina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Baypress (nitrendipina) e perchè si usa


Ipertensione arteriosa.



Come usare Baypress (nitrendipina): posologia, dosi e modo d'uso


Salvo diversa prescrizione medica la posologia consigliata negli adulti è la seguente: una compressa di nitrendipina una volta al giorno, alla mattina, o ½ compressa di nitrendipina due volte al giorno, alla mattina ed alla sera (20 mg di nitrendipina al giorno).

La terapia deve essere adattata in funzione della gravità della malattia e delle esigenze individuali. Nel caso fossero necessari dosaggi più elevati è possibile procedere ad un incremento graduale della dose giornaliera fino ad una compressa di nitrendipina due volte al giorno, alla mattina ed alla sera (40 mg di nitrendipina al giorno).

Ove si rendesse opportuna una riduzione posologica, verrà somministrata ½ compressa di nitrendipina (10 mg), alla mattina.

La nitrendipina viene metabolizzata nel fegato. È pertanto raccomandabile che i pazienti con complicazioni epatiche comincino la terapia con il più basso dosaggio disponibile (10 mg = ½ compressa Baypress 20 mg) e vengano attentamente monitorati nella risposta clinica durante la terapia dato che gli effetti del farmaco possono venire prolungati e potenziati (vedere paragrafo 4.4). Nei casi sopra indicati il trattamento andrà iniziato con 1/4 di compressa di nitrendipina (5 mg) al mattino (vedere paragrafi 4.4 e 5.2).

I pazienti con ridotta funzionalità renale non richiedono particolari aggiustamenti della dose (vedere paragrafi 4.4 e 5.2).

Informazioni supplementari per popolazioni speciali

La sicurezza e l'efficacia della nitrendipina nei bambini di età inferiore a 18 anni non è stata stabilita.

Modo di somministrazione:

Di norma la compressa va ingerita al mattino, dopo colazione, senza masticarla, con un poco di liquido (NON succo di pompelmo!) (vedere paragrafo 4.4).

Durata del trattamento:

La durata del trattamento deve essere stabilita dal medico curante.

La somministrazione contemporanea di inibitori o induttori del CYP (citocromo) 3A4 può richiedere l'aggiustamento del dosaggio della nitrendipina o può richiedere di escludere totalmente l'uso della nitredipina (vedere paragrafo 4.5).

Proteggere le compresse dalla luce (vedere paragrafo 6.4).



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Baypress (nitrendipina)


Le compresse di nitrendipina sono controindicate:

  • in pazienti con nota ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti (vedere paragrafi 4.4, 5.2 e 6.1),
  • in pazienti con angina pectoris instabile e nelle prime 4 settimane dopo infarto miocardico acuto,
  • gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6).
Sulla base dell'esperienza con il calcio-antagonista strutturalmente simile nifedipina, si ipotizza che la rifampicina, attraverso un meccanismo di induzione enzimatica, acceleri il metabolismo della nitrendipina, non consentendo il raggiungimento di adeguati livelli plasmatici di quest'ultima. Di conseguenza è controindicato l'uso concomitante con rifampicina (vedere paragrafo 4.5).



Baypress (nitrendipina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non ci sono o sono limitati i dati sull'utilizzo della nitrendipina in gravidanza.

Studi sugli animali hanno dimostrato una tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3). Dosi di nitrendipina chiaramente tossiche per la madre hanno dato luogo, nell'animale, alla comparsa di malformazioni (vedere paragrafo 5.3).

La nitrendipina è controindicata in gravidanza (vedi paragrafo 4.3).

Allattamento

La nitrendipina viene escreta nel latte umano.

La nitrendipina è controindicata durante l'allattamento (vedere paragrafo 4.3). L'effetto della nitrendipina sui neonati/lattanti, non è noto. Nel ratto, la nitrendipina passa nel latte materno, raggiungendo concentrazioni che riflettono quelle plasmatiche. Non sono tuttavia disponibili dati che consentano di prevedere gli effetti farmacodinamici della nitrendipina nel lattante.

Fertilità

In singoli casi di fecondazione in-vitro i calcio-antagonisti sono stati associati ad alterazioni biochimiche reversibili in corrispondenza della parte apicale dello spermatozoo, con possibile alterazione funzionale dello sperma.

Nei casi di ripetuti insuccessi della fecondazione in-vitro, non riconducibili ad altri motivi, i calcio-antagonisti dovrebbero essere considerati come possibile causa.

Metodi alternativi di trattamento possono essere presi in considerazione nei casi in cui venga pianificata una gravidanza dato che la fertilità potrebbe esserne compromessa.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube