Branigen

04 luglio 2020

Branigen




Branigen è un farmaco a base di levocarnitina acetil, appartenente al gruppo terapeutico Psicostimolanti. E' commercializzato in Italia da Alfasigma S.p.a..


Confezioni e formulazioni di Branigen (levocarnitina acetil) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Branigen (levocarnitina acetil) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Branigen (levocarnitina acetil) e perchè si usa


Lesioni meccaniche e infiammatorie tronculari e radicolari del nervo periferico.



Come usare Branigen (levocarnitina acetil): posologia, dosi e modo d'uso


0,5 - 1,5 g al giorno in 2-3 somministrazioni, secondo prescrizione medica.

La forma iniettabile può essere somministrata sia per via intramuscolo che endovena.

Preparazione della soluzione

Diluire il contenuto del flacone con acqua di fonte fino alla linea di fede riportata sull'etichetta.

La soluzione ricostituita ha un volume di 33 ml e si conserva per 25 giorni in frigorifero.

Ogni ml di soluzione contiene 308 mg di L-acetilcarnitina sale interno.

Le bustine devono essere sciolte in mezzo bicchiere d'acqua.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Branigen (levocarnitina acetil)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Branigen (levocarnitina acetil) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Benché negli studi sull'animale non si sia mai osservato alcun effetto dannoso sul feto, nella donna nel primo trimestre di gravidanza e durante l'allattamento sarà opportuno somministrare il farmaco nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.



Quali sono gli effetti collaterali di Branigen (levocarnitina acetil)


Gli eventi avversi sono classificati secondo la frequenza:

Molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1.000, <1/100), raro (≥1/10.000, <1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Sono stati segnalati sporadici casi di lieve eccitazione che regrediscono prontamente con la diminuzione della posologia.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube