Cantabilin

17 gennaio 2021

Cantabilin


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Cantabilin (imecromone)


Cantabilin è un farmaco a base di imecromone, appartenente al gruppo terapeutico Biligenetici. E' commercializzato in Italia da Grunenthal Italia S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Cantabilin disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Cantabilin disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Cantabilin e perchè si usa


Discinesie biliari. Dispepsia secondaria a insufficienza della funzione biligenetica. Spasmo dello sfintere di Oddi e delle vie biliari. Coadiuvante nella litiasi colecistica, nella colecistite e nei postumi di colecistectomia. Coadiuvante nella piccola e media insufficienza epatica.

Indicazioni: come usare Cantabilin, posologia, dosi e modo d'uso


1-2 compresse rivestite 2-3 volte al giorno.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Cantabilin


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Cantabilin può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


I dati relativi all'uso di Cantabilin in donne in gravidanza non sono disponibili. Gli studi sugli animali non indicano effetti teratogeni.

A scopo precauzionale, è preferibile evitare l'uso di Cantabilin durante la gravidanza. Non è noto se l'imecromone o i suoi metaboliti siano escreti nel latte materno.

Quali sono gli effetti indesiderati di Cantabilin


All'interno di ciascuna classe di frequenza, gli effetti indesiderati sono riportati in ordine decrescente di gravità. La frequenza è definita come: Molto comune ≥1/10, Comune ≥1/100, Non comune ≥1/.1000 e < 1/100; raro ≥1/10.000 e < 1/1.000; Molto raro < 1/10.000; non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Patologie gastrointestinali

Comune: diarrea 

Disturbi del sistema immunitario

Non Nota: reazioni anafilattiche, inclusi orticaria, prurito, dispnea, Quicke's edema e ipotensione

che può evolvere a shock anafilattico.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili


Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa