Cimetidina Farmakopea

10 aprile 2020

Cimetidina Farmakopea




Cimetidina Farmakopea è un farmaco a base di cimetidina, appartenente al gruppo terapeutico Antiulcera. E' commercializzato in Italia da FederFARMA.CO S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Cimetidina Farmakopea (cimetidina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Cimetidina Farmakopea (cimetidina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Cimetidina Farmakopea (cimetidina) e perchè si usa


Trattamento sintomatico del bruciore e dell'iperacidità dello stomaco occasionali.



Come usare Cimetidina Farmakopea (cimetidina): posologia, dosi e modo d'uso


Adulti: Una compressa da 200 mg, due volte al giorno, preferibilmente a stomaco vuoto: in caso di persistenza dei sintomi si potrà aumentare la dose non superando comunque le quattro compresse al giorno (800 mg).

Pazienti con compromissione renale

In caso di compromissione della funzione renale il dosaggio deve essere deciso dal medico (vedere sezione 4.4 Speciali avvertenze e precauzioni d'impiego). In generale la dose deve essere ridotta con una clearance della creatinina inferiore a 50 ml/min.

Pazienti con insufficienza epatica

È necessario usare molta cautela se si somministra la cimetidina nei pazienti con insufifcienza epatica. Generalmente è necessario ridurre la dose totale giornaliera o aumentare gli intervalli tra le singole somministrazioni (vedere sezione 4.4 Speciali avvertenze e precauzioni d'impiego.

Non usare per più di sette giorni. Non superare le dosi ed il periodo di trattamento indicati: in caso di mancanza di risultati apprezzabili o di co-somministrazioni farmacologiche, anche per patologie non correlate, occorre consultare il Medico.

Pazienti pediatrici

Cimetidina FARMAKOPEA è controindicato nei bambini e nei ragazzi al di sotto dei 16 anni (vedere sezione 4.3 Controindicazioni).

Modo di somministrazione 

L'assunzione delle compresse può avvenire in qualunque momento del giorno o della notte, vicino o lontano dai pasti.

Sciogliere la compressa in un bicchiere contente un pò d'acqua mescolando al bisogno con un cucchiaino. Si ottiene così una soluzione gradevole che può essere bevuta direttamente dal bicchiere.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Cimetidina Farmakopea (cimetidina)


Ipersensibilità al principio attivo, ad o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
Controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni, generalmente controindicato nei ragazzi al di sotto dei 16 anni (vedere p. 4.4).
Generalmente controindicato in gravidanza e durante l'allattamento (vedere sezione 4.6).
Per la presenza di aspartame è controindicato nella fenilchetonuria.



Cimetidina Farmakopea (cimetidina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non esistono studi clinici adeguati e ben controllati sull'uso del medicinale in gravidanza, nonostante gli studi pre-clinici di tossicità fetale non abbiano rivelato possibili effetti negativi sul feto (vedere sezione 5.3 Dati preclinici di sicurezza).

Pertanto in caso di gravidanza accertata o presunta, il medicinale deve essere usato solo in caso di necessità, sotto il diretto controllo del medico, dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto.

Allattamento

La Cimetidina attraversa la placenta ed è escreta nel latte materno.

L'uso di cimetidina da parte della madre può causare effetti indesiderati nel lattante; pertanto è necessario decidere se interrompere l'allattamento o il trattamento con il medicinale, tenendo in considerazione l'importanza del farmaco per la madre.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Emorroidi
16 gennaio 2020
Patologie mediche
Emorroidi
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube