Colifoam

26 ottobre 2020

Colifoam



Colifoam: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Colifoam disponibili in commercio.


Colifoam è un farmaco a base di idrocortisone acetato, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi. E' commercializzato in Italia da Meda Pharma S.p.A.


Confezioni e formulazioni di Colifoam (idrocortisone acetato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Colifoam (idrocortisone acetato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Colifoam (idrocortisone acetato) e perchè si usa


Trattamento topico della colite ulcerosa, della proctosigmoidite, della proctite granulare.



Come usare Colifoam (idrocortisone acetato): posologia, dosi e modo d'uso


Ogni erogazione è dosata a 100 mg di idrocortisone acetato.

In genere si raccomanda una applicazione al giorno, per 2-3 settimane, proseguendo poi eventualmente con una applicazione a giorni alterni, secondo il giudizio del medico.

Modo di somministrazione

  1. Agitare energicamente la bomboletta ripetutamente prima dell'uso. Tenendola in posizione verticale, inserire la bomboletta nel foro della punta dell'applicatore-dosatore.
    Assicurarsi che lo stantuffo dell'applicatore sia completamente sollevato, la bombola deve essere tenuta diritta al fine di consentire un regolare scorrimento della schiuma.
  2. Per riempire l'applicatore, premere leggermente sui lati del pulsante della bombola. Quando la schiuma avrà raggiunto il segno sull'applicatore, il prodotto è pronto all'impiego.
  3. Togliere l'applicatore della bombola e lasciare un po' di schiuma sulla punta dello stesso. Impugnando il corpo dell'applicatore, inserirne delicatamente l'estremità nell'ano.
    Quando l'applicatore sarà ben inserito, spingere lo stantuffo al fine di somministrare la schiuma; quindi togliere l'applicatore.
    Le due parti dell'applicatore devono essere separate l'una dall'altra e lavate accuratamente con acqua calda.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Colifoam (idrocortisone acetato)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Come in genere nell'uso dei cortisonici, il prodotto è controindicato nel caso di: lesioni tubercolari attive, latenti o di incerta cicatrizzazione; ulcera peptica; stati psicotici in fase acuta; herpes simplex oculare; diabete; osteoporosi; infezioni micotiche sistemiche. Il Colifoam è inoltre controindicato nel caso di ascessi "in loco"; peritoniti; perforazioni; anastomosi intestinali chirurgiche recenti; fistole.

Nella donna in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei soli casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico. La presenza di infezioni acute e croniche costituisce controindicazioni all'uso del prodotto in gravidanza.



Colifoam (idrocortisone acetato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nella donna in stato di gravidanza e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei soli casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico. La presenza di infezioni acute e croniche costituisce controindicazioni all'uso del prodotto in gravidanza.



Quali sono gli effetti collaterali di Colifoam (idrocortisone acetato)


È noto che la terapia corticosteroidea, specialmente se intensa e prolungata, può provocare effetti indesiderati, quali:

  • alterazione del bilancio elettrolitico che, raramente in pazienti particolarmente predisposti, possono portare all'ipertensione e all'insufficienza cardiaca congestizia;
  • alterazioni muscolo-scheletriche, quali osteoporosi, miopatie, fragilità ossea;
  • complicazioni a carico dell'apparato gastro-intestinale, che possono arrivare fino alla comparsa o all'attivazione di ulcera peptica;
  • alterazioni cutanee quali ritardo nei processi di cicatrizzazione, assottigliamento e fragilità della cute;
  • complicazioni oftalmiche quali cataratta posteriore subcapsulare ed aumento della pressione endoculare;
  • alterazioni neurologiche quali vertigini, cefalea e aumento della pressione endocranica;
  • disendocrinie, quali irregolarità mestruali, disturbi della crescita nei bambini, aspetto simil cushingoide, interferenza con la funzionalità dell'asse ipofisi-surrene, particolarmente in momenti di stress, diminuita tollerabilità ai glucidi e possibile manifestazione di un diabete mellito latente nonché aumentata necessità di farmaci ipoglicemizzanti dei diabetici;
  • alterazioni psichiche di vario genere (euforia, mutamenti dell'umore o della personalità, depressione grave o sintomi psicotici), insonnia;
  • negativizzazione del bilancio dell'azoto.
In genere durante una terapia con corticosteroidi locali non si può escludere un certo grado di effetto sistemico; il rischio di effetti collaterali sistemici è minimo durante l'utilizzo normale di Colifoam.

L'uso, specie se prolungato, del prodotto può dare origine a irritazione locale con frequenza non comune.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa