Budesonide Teva 1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori

Ultimo aggiornamento: 02 agosto 2018
Farmaci - Budesonide Teva

Budesonide Teva 1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Teva Italia S.r.l. - Sede legale

MARCHIO

Budesonide Teva

CONFEZIONE

1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori

ALTRE CONFEZIONI DI BUDESONIDE TEVA DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
budesonide

FORMA FARMACEUTICA
sospensione

GRUPPO TERAPEUTICO
Corticosteroidi

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
22,67 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Budesonide Teva 1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori

trattamento dell'asma bronchiale. Trattamento della laringotracheobronchite acuta (croup)


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Budesonide Teva 1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori

ipersensibilità al farmaco o a sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Generalmente controindicato in gravidanza e durante l'allattamento


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Budesonide Teva 1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori

studi di cinetica condotti nei soggetti sani trattati con budesonide con o senza cimetidina alla dose di 1000 mg al giorno hanno evidenziato, dopo una singola dose, un leggero effetto inibitorio sul metabolismo epatico di budesonide con o senza cimetidina (valori per Cmax in nmol/l e di biodisponibilità sistemica in % di budesonide con o senza cimetidina rispettivamente di 3.3 vs. 5.1 nmol/l e 10 vs. 12%). Quanto sopra evidenziato non ha rilevanza clinica


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Budesonide Teva 1 mg/2 ml sosp. da nebulizzare 20 contenitori

asma bronchiale: dose iniziale: il dosaggio è individuale. La dose iniziale dovrebbe essere: bambini di età > 3 mesi e fino a 12 anni: 0,25-0,5 mg 2 volte al giorno. In alcuni casi la dose può essere ulteriormente aumentata fino a 1 mg 2 volte al giorno. Adulti e anziani: 0,5-1 mg 2 volte al giorno. In caso di necessità la dose può essere ulteriormente aumentata. Nei casi in cui venisse richiesto un maggior effetto terapeutico, è possibile somministrare dosi superiori; infatti i rischi di effetti sistemici sono bassi, se confrontati con quelli rilevabili a seguito di un trattamento in associazione con glucocorticosteroidi orali. Dose di mantenimento: la dose di mantenimento è individuale. Una volta ottenuti i risultati clinici desiderati, la dose di mantenimento dovrebbe essere gradualmente ridotta fino al raggiungimento della minima quantità necessaria per controllare i sintomi. Pazienti trattati con steroidi orali: quando si inizia il passaggio dal trattamento con steroidi orali a Xavin, il paziente dovrebbe essere in una fase di relativa stabilità. Una dose elevata di Xavin dovrebbe essere somministrata in associazione con lo steroide orale, precedentemente usato, per circa 10 giorni. Dopo questo periodo, la dose dello steroide orale può gradualmente essere ridotta (per es. di 2,5 mg di prednisolone o di un prodotto equivalente, ogni mese) fino al raggiungimento della quantità minima possibile. In molti casi è possibile sostituire completamente lo steroide orale con Xavin . Laringotracheobronchite: nei neonati e nei bambini la dose abituale è di 2 mg che possono essere dati con 1 somministrazione unica o con 2 somministrazioni da 1 mg a distanza di 30 minuti una dall'altra


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Il trekking in altitudine
Apparato respiratorio
26 agosto 2018
Libri e pubblicazioni
Il trekking in altitudine
Quel tappo sgradevole nell’orecchio
Orecchie naso e gola
09 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Quel tappo sgradevole nell’orecchio
Mal d’aria condizionata: come difendersi
Apparato respiratorio
06 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Mal d’aria condizionata: come difendersi
L'esperto risponde