Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2018
Farmaci - Chetotifene Mylan Generics

Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Mylan S.p.A.

MARCHIO

Chetotifene Mylan Generics

CONFEZIONE

2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

PRINCIPIO ATTIVO
ketotifene idrogeno fumarato

FORMA FARMACEUTICA
compressa a rilascio modificato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiallergici

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
3,22 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

Chetotifene Mylan Generics è indicato negli adulti e nei bambini a partire da tre anni per il trattamento sintomatico della rinite allergica.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1
  • Epilessia
  • Pazienti in trattamento con farmaci antidiabetici orali
  • Allattamento al seno.



AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

Il chetotifene non è efficace per la prevenzione o il trattamento degli attacchi acuti d'asma.

Farmaci antiasmatici sintomatici e a scopo profilattico usati in precedenza non devono mai essere interrotti bruscamente all'inizio di un trattamento a lungo termine con Chetotifene Mylan Generics. Questa precauzione vale soprattutto per i corticosteroidi a causa della possibile comparsa di insufficienza surrenalica in pazienti steroido-dipendenti. In tali casi, il ripristino di una normale funzionalità dell'asse ipofisi-surrene può richiedere fino ad un anno.

Può verificarsi trombocitopenia in pazienti che assumono Chetotifene Mylan Generics in concomitanza con farmaci antidiabetici orali (biguanidi). La somministrazione concomitante di questi farmaci deve pertanto essere evitata.

Sono stati segnalati casi molto rari di convulsioni durante la terapia con Chetotifene Mylan Generics. Poiché Chetotifene Mylan Generics può abbassare la soglia convulsiva, deve essere usato con cautela in pazienti con anamnesi positiva per epilessia.

In caso di calo dell'attenzione, dovuto all'effetto sedativo di Chetotifene Mylan Generics, la dose deve essere ridotta.

I pazienti devono essere monitorati per la possibile comparsa di forte sonnolenza, presente soprattutto nei primi giorni di terapia. Questa può compromettere alcune abilità pratiche, ad esempio la guida o il lavoro con macchinari .

Si sconsiglia l'uso di bevande alcoliche, di anticoagulanti e di farmaci deprimenti il sistema nervoso centrale (ad esempio sedativi-ipnotici, altri antistaminici).

Le compresse a rilascio prolungato contengono lattosio: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit totale di lattasi, o da malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

Chetotifene Mylan Generics può potenziare gli effetti dei farmaci che deprimono il Sistema Nervoso Centrale, degli antistaminici, degli anticoagulanti e dell'alcol.

L'assunzione contemporanea di farmaci antidiabetici orali (biguanidi) e Chetotifene Mylan Generics deve essere evitata .

Il chetotifene aumenta l'effetto dei broncodilatatori; pertanto occorre ridurre la frequenza d'uso di questi ultimi qualora vengano somministrati contemporaneamente a Chetotifene Mylan Generics.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

Posologia

Adulti

2 mg una volta al giorno, preferibilmente la sera. Se necessario, 2 mg due volte al giorno (mattino e sera, intervallo di 12 ore). Nei pazienti sensibili a sedazione, è raccomandato un lento incremento del dosaggio durante la prima settimana di trattamento, fino al raggiungimento della dose terapeutica completa.

Popolazione pediatrica

Bambini sopra i tre anni e adolescenti: 2 mg una volta al giorno, preferibilmente la sera.

Anziani(65 anni e oltre)

Non c'è alcuna evidenza che suggerisca di aggiustare il dosaggio nei pazienti anziani.

Insufficienza renale

Non sono disponibili dati sull'effetto del chetotifene su pazienti affetti da insufficienza renale e quindi non si possono fornire raccomandazioni per tale tipo di pazienti .

Insufficienza epatica

Non sono disponibili dati sull'effetto del chetotifene su pazienti affetti da insufficienza epatica e quindi non si possono fornire raccomandazioni per tale tipo di pazienti .

Modo di somministrazione

Le compresse devono essere ingoiate intere.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Chetotifene Mylan Generics 2 mg 15 compresse a rilascio prolungato

Sintomi

I principali sintomi di un sovradosaggio acuto comprendono: sonnolenza, fino a grave sedazione; capogiri, confusione e disorientamento; bradicardia o tachicardia, ipotensione; ipereccitabilità o convulsioni, soprattutto nei bambini; dispnea o depressione respiratoria; coma reversibile.

Trattamento

Il trattamento deve essere sintomatico. L'emesi non è raccomandata per il rischio di convulsioni. Se il farmaco è stato preso da poco tempo, si può considerare la possibilità della lavanda gastrica e la somministrazione di carbone attivo. Se necessario, effettuare un trattamento sintomatico e il monitoraggio del sistema cardiocircolatorio; se sono presenti eccitazione o convulsioni, possono essere somministrati barbiturici o benzodiazepine a breve durata d'azione.

Chetotifene Mylan Generics non può essere eliminato tramite dialisi.


CONSERVAZIONE



Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.






Ultimi articoli
Fabbisogno calorico, come calcolarlo
17 gennaio 2019
Notizie e aggiornamenti
Fabbisogno calorico, come calcolarlo
Bronchite
16 gennaio 2019
Patologie
Bronchite
L'esperto risponde