Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018
Farmaci - Cianocobalamina EG

Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

EG S.p.A.

MARCHIO

Cianocobalamina EG

CONFEZIONE

5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

PRINCIPIO ATTIVO
cianocobalamina

FORMA FARMACEUTICA
soluzione (uso interno)

GRUPPO TERAPEUTICO
Antianemici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
7,65 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

Terapia d'attacco delle polinevriti associate ad anemia megaloblastica.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

Ipersensibilità al cobalto, alla vitamina B12 o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

La somministrazione di alte dosi di cianocobalamina per via parenterale può mascherare una eventuale deficienza di folati.

Se il trattamento dell'anemia megaloblastica non ha successo si deve esaminare il metabolismo dei folati. Una somministrazione indiscriminata può mascherare la reale diagnosi. Lo stato ematologico e neurologico deve essere monitorato regolarmente per assicurare l'appropriatezza della terapia. Sono state riportate aritmie cardiache secondarie a ipokaliemia durante la fase iniziale della terapia. Pertanto i livelli di potassio ematici dovrebbero essere monitorati in questa fase. La conta piastrinica deve essere monitorata durante le prime settimane di trattamento dell'anemia megaloblastica a causa del possibile verificarsi di trombocitosi reattiva. Nei pazienti con insufficienza renale e nei neonati prematuri la somministrazione parenterale per periodi prolungati può aumentare il rischio di tossicità da alluminio.

La vitamina B12, specie se somministrata per via parenterale, può colorare di rosso le urine.

CIANOCOBALAMINA EG contiene sodio acetato triidrato. Questo medicinale contiene meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per dose, cioè è praticamente ‘senza sodio'.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

Non sono state segnalate interazioni negative con altri farmaci di comune impiego nella terapia pertinente.

L'uso concomitante di colchicina e cianocobalamina può comportare un assorbimento diminuito di cianocobalamina. L'uso concomitante di cloramfenicolo e cianocobalamina può risultare in una diminuita risposta ematologica. La terapia concomitante con acido ascorbico può ridurre la quota di cianocobalamina disponibile.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

CIANOCOBALAMINA EG 5000 microgrammi/2 ml: un'unica fiala per via intramuscolare. La terapia va proseguita con il dosaggio inferiore, secondo la risposta clinica.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

Non sono stati segnalati casi di sovradosaggio.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Cianocobalamina EG 5000 mcg/2 ml soluz. iniettabile im 5 fiale 2 ml

CIANOCOBALAMINA EG è generalmente ben tollerato. In letteratura, tuttavia, sono stati segnalati rari casi di reazione da sensibilizzazione in seguito a somministrazione parenterale di vitamina B12, con eruzioni cutanee, diarrea e, eccezionalmente, manifestazioni anafilattiche.

Patologie del sistema emolinfopoietico: trombocitosi reattiva, può verificarsi durante le prime settimane di trattamento dell'anemia megaloblastica.

Disturbi del sistema immunitario: reazioni di ipersensibilità, shock anafilattico.

Patologie gastrointestinali: nausea, diarrea.

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione: reazioni al sito di iniezione, ipertermia.

Patologie del sistema nervoso: capogiri, cefalea

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: eruzione cutanea, eruzioni bollose e acneiformi, prurito, angioedema.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


CONSERVAZIONE



Conservare a temperatura inferiore a 25°C. Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Stenosi aortica, terapie meno invasive con la procedura TAVI
Cuore circolazione e malattie del sangue
15 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Stenosi aortica, terapie meno invasive con la procedura TAVI
Malattie delle valvole cardiache: cause, sintomi e cure
Cuore circolazione e malattie del sangue
25 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Malattie delle valvole cardiache: cause, sintomi e cure
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
L'esperto risponde