Debridat im o ev 5 fiale 5 ml 50 mg

17 settembre 2021
Farmaci - Debridat

Debridat im o ev 5 fiale 5 ml 50 mg




Debridat im o ev 5 fiale 5 ml 50 mg è un medicinale soggetto a prescrizione medica (classe C), a base di trimebutina maleato, appartenente al gruppo terapeutico Antispastici. E' commercializzato in Italia da Alfasigma S.p.A.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Alfasigma S.p.A.

MARCHIO

Debridat

CONFEZIONE

im o ev 5 fiale 5 ml 50 mg

FORMA FARMACEUTICA
soluzione (uso interno)

PRINCIPIO ATTIVO
trimebutina maleato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antispastici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

PREZZO
9,40 €


CONFEZIONI DISPONIBILI IN COMMERCIO


Confezioni e formulazioni di Debridat disponibili in commercio:


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)


Foglietto illustrativo Debridat »

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Debridat? Perchè si usa?


Atonia intestinale post-operatoria e preparazione agli esami endoscopici del tubo digerente negli adulti e adolescenti al di sopra di 14 anni.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Debridat?


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Ileo paralitico e patologia ostruttiva dell'apparato gastrointestinale.

Colite ulcerosa.

Megacolon tossico.

Bambini di età inferiore a 3 anni (per il contenuto di alcol benzilico).


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Debridat?


Debridat soluzione iniettabile contiene 25 mg/5 mL di alcool benzilico. Può causare reazioni allergiche.

La somministrazione endovenosa di alcool benzilico è stata associata a gravi eventi avversi e morte in neonati (sindrome da respiro agonico).

Non è nota la minima quantità di alcol benzilico per cui si manifesta la tossicità. Il rischio è aumentato nei bambini piccoli (meno di 3 anni di età) a causa di accumulo.

Grandi volumi di alcol benzilico devono essere usati con cautela e solo se necessario, specialmente in pazienti con insufficienza epatica o renale, durante la gravidanza o allattamento con latte materno, a causa del rischio di accumulo e tossicità (acidosi metabolica).

La soluzione iniettabile contiene meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per fiala, cioè è praticamente ‘senza sodio'.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Debridat?


Non sono stati effettuati studi d'interazione.

Non sono note interazioni.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Debridat? Dosi e modo d'uso


Chirurgia

La dose raccomandata è 100-150 mg al giorno (pari a 2 - 3 fiale) per via intramuscolare o endovenosa; per 1-3 giorni

Diagnostica

La dose raccomandata è 50-100 mg al giorno (1-2 fiale) per via iniettiva o per instillazione locale.

La somministrazione endovenosa deve essere effettuata lentamente (3-5 minuti) e sotto supervisione medica.

Non esiste alcuna indicazione per un uso specifico di Debridat nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 14 anni.

Popolazioni speciali

Pazienti con insufficienza epatica e renale

Non sono disponibili dati.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Debridat?


In letteratura sono stati riportati casi di abuso intenzionale (tentativo di suicidio) o di abuso accidentale di trimebutina.

Alte dosi di trimebutina orale, dalle 3 alle 50 volte superiori alla dose giornaliera raccomandata, hanno causato disturbi neurologici (perdita di coscienza, coma, sonnolenza, convulsioni, disturbi del linguaggio, miosi, pause respiratorie, sudorazione profusa) e disturbi cardiaci (tachicardia ventricolare, ipertensione, sintomi di prolungamento del tratto QT). Questi effetti sono comparsi entro 3 ore dall'assunzione della trimebutina.

Non è noto un antidoto specifico. In caso di sovradosaggio, i pazienti devono essere sottoposti a stretto monitoraggio per individuare segni o sintomi di reazioni avverse e deve essere istituito immediatamente un appropriato trattamento sintomatico e di supporto.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Debridat?


Le reazioni avverse al farmaco sono derivate da studi clinici, dai dati clinici pubblicati per i il principi attivo e dai dati di segnalazioni post-marketing di Debridat. Di seguito sono riportate le reazioni avverse in base alla classificazione per sistemi ed organi di MedDRA ed ordinate per frequenza in base alla seguente convenzione:
  • molto comune (≥ 1/10),
  • comune (≥ 1/100, <1/10),
  • non comune (≥ 1/1.000, <1/100),
  • raro (≥ 1/10.000, <1/1.000),
  • molto raro (<1/10.000),
  • non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).
Disturbi psichiatrici

Non nota: Disturbi correlati all'uso di sostanze e da dipendenza*.

Patologie del Sistema nervoso

Non comune: Cefalea.

Non nota: Sonnolenza*, lipotimia, sincope.

Patologie dell'orecchio e del labirinto

Non nota: Vertigine*

Patologie gastrointestinali

Non comune: Dolore addominale, stipsi, diarrea, bocca secca, dispepsia, nausea, vomito.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Non comune: Eruzione cutanea, prurito.

Non nota: Prurito generalizzato*, orticaria*, eruzione maculopapulare generalizzata, eritema, eritema multiforme, rash maculo-papulare, eczema, reazioni cutanee gravi, inclusi casi di pustolosi esantematica acuta generalizzata (AGEP), eruzione cutanea tossica, dermatosi neutrofila febbrile acuta.

Disturbi del sistema immunitario

Non nota: Reazione anafilattica, ipersensibilità.

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Non comune: Stanchezza.

*Dati provenienti dalla farmacovigilanza post-marketing

Sono stati riportati casi di ipotensione e lipotima a seguito di somministrazione endovenosa di dosi superiori a 100 mg e di iniezione effettuata troppo velocemente.



Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Debridat durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Gli studi sugli animali non hanno evidenziato effetti teratogeni (vedere paragrafo 5.3).

Ci sono dati limitati sull'uso di Debridat nelle donne in stato di gravidanza (meno di 300 gravidanze documentate).

Debridat deve essere evitato nel primo trimestre di gravidanza.

Allattamento

Esiste un numero limitato di dati circa l'uso di Debridat durante l'allattamento con latte materno.

L'uso di Debridat non è raccomandato durante l'allattamento con latte materno.

Fertilità

Non sono stati effettuati studi clinici sulla fertilità.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Debridat sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Debridat può causare vertigini e sonnolenza, pertanto può alterare la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.


PRINCIPIO ATTIVO


Una fiala da 5 mL contiene

principio attivo: 50 mg Trimebutina maleato

Eccipienti con effetti noti: 25 mg alcool benzilico, 17,7 mg sodio.

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.


ECCIPIENTI


Alcool benzilico, cloruro di sodio, acqua per preparazioni iniettabili.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 30 mesi

Conservare in frigorifero (2°C - 8°C).


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


DEBRIDAT 50 mg/5 mL soluzione iniettabile – Scatola da 5 fiale da 5 mL.

Data ultimo aggiornamento: 26/08/2021

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
FarmacistaPiù: la resilienza della sanità italiana
Farmaci e cure
09 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
FarmacistaPiù: la resilienza della sanità italiana
Piccoli disturbi in vacanza: tutto quello che serve
Farmaci e cure
23 luglio 2021
Notizie e aggiornamenti
Piccoli disturbi in vacanza: tutto quello che serve
Covid-19, intelligenza artificiale, un aiuto alla ricerca
Farmaci e cure
15 luglio 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, intelligenza artificiale, un aiuto alla ricerca