Dilur 4 mg 20 compresse

Ultimo aggiornamento: 06 ottobre 2017
Farmaci - Dilur

Dilur 4 mg 20 compresse




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Prospa Italia S.r.l.

MARCHIO

Dilur

CONFEZIONE

4 mg 20 compresse

ALTRE CONFEZIONI DI DILUR DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
doxazosin mesilato

FORMA FARMACEUTICA
compressa

GRUPPO TERAPEUTICO
Alfabloccanti

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
8,48 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Dilur 4 mg 20 compresse

ipertensione essenziale


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Dilur 4 mg 20 compresse

ipersensibilità al farmaco e ad altri derivati chinazolinici (per es. prazosina, terazosina). Durante l'allattamento


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Dilur 4 mg 20 compresse

doxazosin aumenta l'effetto di abbassamento della pressione arteriosa di altri farmaci antipertensivi. L'effetto antipertensivo può aumentare quando il doxazosin viene somministrato assieme a vasodilatatori e nitrati. Come avviene per altri agenti antipertensivi, gli antireumatici non steroidei possono ridurre l'effetto antipertensivo del doxazosin. I simpaticomimetici possono ridurre l'effetto antipertensivo del doxazosin; il doxazosin può ridurre la pressione arteriosa e le reazioni vascolari alla dopamina, efedrina, epinefrina, metaraminolo, metoxamina e fenilefrina. Non esistono studi sulle interazioni con sostanze che influiscono sul metabolismo epatico (per es. cimetidina). La somministrazione concomitante di doxazosin con un PDE-5 inibitore (per es. sildenafil, tadalafil, vardenafil) per il trattamento della disfunzione erettile deve essere usata con cautela in quanto può condurre ad ipotensione sintomatica in alcuni pazienti. Doxazosin può aumentare l'attività della renina plasmatica e l'escrezione urinaria dell'acido vanilmandelico. Questo va tenuto presente quando si interpretano i dati di laboratorio


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Dilur 4 mg 20 compresse

se non diversamente prescritto, si raccomanda la seguente posologia: la dose iniziale è 1 mg 1 volta al giorno. In base all'efficacia, la dose può essere portata in base alle esigenze individuali, dopo 1-2 settimane di trattamento, a 2 mg 1 volta al giorno e, successivamente, a 4 mg 1 volta al giorno ed infine a 8 mg 1 volta al giorno. La dose media giornaliera per la terapia di mantenimento è 2-4 mg 1 volta al giorno. La massima dose giornaliera è 16 mg di doxazosin. Si consiglia di attenersi al seguente schema posologico all'inizio della terapia: giorni 1-8, 1 mg al mattino; giorni 9-14, 2 mg al mattino. Di seguito, la dose di mantenimento viene determinata sulla base delle esigenze individuali. Compresse 2 mg: a questo scopo sono disponibili anche compresse contenenti 1 mg e 4 mg di doxazosin. Compresse 4 mg: a questo scopo sono disponibili anche compresse contenenti 1 mg e 2 mg di doxazosin. Anziani e pazienti con insufficienza renale: poiché le proprietà farmacocinetiche di doxazosin non variano nei pazienti anziani né in quelli con insufficienza renale, tali pazienti possono essere trattati con la dose abituale. Tuttavia, la dose va mantenuta più bassa possibile e gli incrementi devono essere attuati sotto stretta supervisione. Insufficienza epatica: bisogna fare particolare attenzione quando si determina la dose in pazienti con insufficienza epatica. I dati clinici sull'impiego del farmaco in pazienti con grave disfunzione epatica sono carenti . Le compresse vanno assunte con una quantità sufficiente di liquido. La durata della terapia viene stabilita dal medico curante


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Misurare la pressione è importante, i risultati dello screening in farmacia
Cuore circolazione e malattie del sangue
17 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Misurare la pressione è importante, i risultati dello screening in farmacia
Stenosi aortica, terapie meno invasive con la procedura TAVI
Cuore circolazione e malattie del sangue
15 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Stenosi aortica, terapie meno invasive con la procedura TAVI
Malattie delle valvole cardiache: cause, sintomi e cure
Cuore circolazione e malattie del sangue
25 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Malattie delle valvole cardiache: cause, sintomi e cure
L'esperto risponde