Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

Ultimo aggiornamento: 02 luglio 2018
Farmaci - Doxovent

Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

ABC Farmaceutici S.p.A.

MARCHIO

Doxovent

CONFEZIONE

b os 20 bustine di granulato 200 mg

ALTRE CONFEZIONI DI DOXOVENT DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
doxofillina

FORMA FARMACEUTICA
granulato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiasmatici, derivati xantinici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
10,00 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

Asma bronchiale.

Affezioni polmonari con componente spastica bronchiale.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

Ipersensibilità individuale ai componenti del prodotto e sostanze correlate dal punto di vista chimico (es. derivati xantinici).

In caso di infarto miocardio acuto e negli stati ipotensivi.

Generalmente controindicato in gravidanza e allattamento. (v. paragrafo (qui non riportato) 4.6).


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

Numerosi fattori possono ridurre la clearance epatica dei derivati xantinici con aumenti dei livelli plasmatici del farmaco. Tra questi sono compresi l'età, lo scompenso cardiaco congestizio, le affezioni ostruttive croniche del polmone, le gravi epatopatie, le infezioni concomitanti, la contemporanea somministrazione di molti farmaci quali: eritromicina, TAO, lincomicina, clindamicina, allopurinolo, cimetidina, vaccino antinfluenzale, propranololo. In questi casi può essere necessario ridurre il dosaggio del farmaco.

La fenitoina, altri anticonvulsivanti ed il fumo della sigaretta possono aumentare la clearance dei derivati xantinici con riduzione dell'emivita plasmatica. In questi casi può essere necessario aumentare il dosaggio del farmaco.

In caso di fattori che possano influire sulla clearance dei derivati xantinici si raccomanda un monitoraggio della concentrazione dei livelli ematici del farmaco ai fini del controllo del range terapeutico.

La somministrazione del prodotto deve avvenire con prudenza nei cardiopatici, negli ipertesi, negli anziani ed in pazienti con grave ipossiemia, ipertiroidismo, cuore polmonare cronico, insufficienza cardiaca congestizia, epatopatia, ulcera peptica e in pazienti con funzioni renali carenti. In particolare va usato con cautela nei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia in quanto in questi pazienti vi è un notevole rallentamento della clearance del farmaco, con persistenza per lunghi periodi, anche dopo sospensione del trattamento, di elevati livelli ematici.

Non esiste alcun rischio di assuefazione, dipendenza o altro.

DOXOVENT 20 mg/ml sciroppo contiene 9.6 vol% di alcool etilico. Ogni dose apporta 1.6 g di alcool equivalenti a 0,83 ml di birra e 2 ml di vino per dose. È nocivo per chi soffre di alcolismo. Deve essere somministrato con attenzione in bambini, in gravidanza o in allattamento, in soggetti affetti da malattie epatiche, epilessia. L'alcol potrebbe modificare o aumentare l'effetto di altri farmaci.

DOXOVENT 20 mg/ml sciroppo contiene 7,5 g di saccarosio per dose e deve essere somministrato con attenzione in pazienti con diabete mellito.

TENERE FUORI DALLA PORTATA E DALLA VISTA DEI BAMBINI


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

DOXOVENT non deve essere somministrato insieme ad altri preparati xantinici. Si consiglia un uso moderato di bevande ed alimenti contenenti caffeina.

L'associazione tra DOXOVENT ed efedrina o altri simpaticomimetici richiede cautela.

La contemporanea somministrazione di molti farmaci quali eritromicina, TAO, lincomicina, clindamicina, allopurinolo, cimetidina, vaccino antinfluenzale, propranololo può ridurre la clearance epatica dei derivati xantinici con aumento dei livelli plasmatici del farmaco.

La fenitoina, altri anticonvulsivanti ed il fumo di sigaretta possono aumentare la clearance dei derivati xantinici con riduzione dell'emivita plasmatica. In questi casi può essere necessario aumentare il dosaggio del farmaco.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

  • 400 mg Compresse : 1 compressa due/tre volte al giorno negli adulti
  • 100 mg/10 ml soluzione iniettabile per uso endovenso: negli adulti 2 fiale per via endovenosa somministrate in pazienti in clinostatismo e lentamente (15-20 minuti), preferibilmente diluite, in fase acuta. La somministrazione può essere ripetuta ogni 12 ore, a giudizio del medico.
  • 200 mg BB granulato per soluzione orale : bambini (6-12 anni): 1-3 bustine al giorno (12-18 mg/kg)sciolte in abbondante acqua.
  • 20 mg/ml sciroppo: 2 misurini da 10 ml due/tre volte al giorno negli adulti (1 misurino da 10 ml corrisponde a 200 mg di doxofillina)
Alla posologia consigliata i livelli plasmatici di doxofillina generalmente non superano i 20 µg/ml, pertanto non si rende indispensabile controllare periodicamente tali livelli.

In caso di aumento di tale posologia è necessario ricorrere al controllo dei livelli ematici del farmaco (valori terapeutici intorno ai 10 µg/ml, valori ai limiti della tossicità 20 µg/ml).


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

Non essendoci alcun antidoto specifico, in caso di sovradosaggio si deve ricorrere al trattamento sintomatico di collasso cardiovascolare.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Doxovent b os 20 bustine di granulato 200 mg

Con l'impiego di derivati xantinici possono manifestarsi nausea, vomito, dolore epigastrico, cefalea, irritabilità, insonnia, tachicardia, extrasistole, tachipnea ed occasionalmente iperglicemia ed albuminuria. In caso di sovradosaggio possono comparire aritmie cardiache gravi e crisi convulsive tonico-cloniche. Tali manifestazioni possono costituire i primi segni di intossicazione.

La comparsa di effetti collaterali può richiedere la sospensione del trattamento che, se necessario a giudizio del medico, potrà essere ripreso a dosi più basse dopo la scomparsa di tutti i segni ed i sintomi di tossicità.


CONSERVAZIONE



Nessuna


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Raffreddore e altri malanni di stagione, come curarli
Apparato respiratorio
23 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Raffreddore e altri malanni di stagione, come curarli
Influenza: sei regole per proteggersi e non diffondere il virus
Apparato respiratorio
22 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Influenza: sei regole per proteggersi e non diffondere il virus
Infezioni respiratorie recidivanti, un aiuto dall'omeopatia
Apparato respiratorio
10 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Infezioni respiratorie recidivanti, un aiuto dall'omeopatia
L'esperto risponde