Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun ev soluzione perfusionale 1.000 ml 10 flaconi

30 marzo 2020

Farmaci - Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun

Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun ev soluzione perfusionale 1.000 ml 10 flaconi




Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun è un farmaco a base di sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato, appartenente al gruppo terapeutico Soluzioni endovena elettrolitiche. E' commercializzato in Italia da B. Braun Milano S.p.A..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

B. Braun Melsungen AG

CONCESSIONARIO:

B. Braun Milano S.p.A.

MARCHIO

Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun

CONFEZIONE

ev soluzione perfusionale 1.000 ml 10 flaconi

FORMA FARMACEUTICA
fiale flaconcini fialoidi

PRINCIPIO ATTIVO
sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato

GRUPPO TERAPEUTICO
Soluzioni endovena elettrolitiche

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

PREZZO
50,17 €


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)? Perchè si usa?


Reintegrazione dei fluidi e di elettroliti in situazioni in cui sia necessario assicurare un apporto calorico.

Trattamento degli stati lievi di acidosi.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)


Controindicato in condizioni in cui è presente iperkaliemia o in cui esista ritenzione di potassio. Nella grave insufficienza epatica (incapacità a metabolizzare lo ione acetato). Non somministrare in concomitanza con trasfusione di sangue, nella stessa via venosa, a causa del rischio di pseudoagglutinazione. Negli stati ipocalcemici.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)


Le infusioni endovenose di glucosio sono in genere soluzioni isotoniche. Tuttavia, nell'organismo le soluzioni contenenti glucosio possono diventare estremamente ipotoniche a livello fisiologico a causa della rapida metabolizzazione del glucosio (vedere paragrafo 4.2).
A seconda della tonicità della soluzione, del volume e della frequenza di infusione e delle sottostanti condizioni cliniche del paziente, nonché della capacità di metabolizzazione del glucosio, la somministrazione per via endovenosa di glucosio può causare alterazioni elettrolitiche e soprattutto iponatriemia ipo o iperosmotica.
Iponatriemia:
Pazienti con rilascio non osmotico di vasopressina (ad es. nella fase acuta della malattia, dolori, stress post-operatorio, infezioni, ustioni e malattie del sistema nervoso centrale), pazienti con cardiopatie, epatopatie e nefropatie e pazienti trattati con agonisti della vasopressina (vedere paragrafo 4.5) sono particolarmente a rischio di iponatriemia acuta in seguito a infusione di soluzioni ipotoniche.
L'iponatriemia acuta può causare encefalopatia iponatriemica acuta (edema cerebrale) caratterizzata da cefalea, nausea, crisi convulsive, letargia e vomito. I pazienti con edema cerebrale sono particolarmente a rischio di lesioni cerebrali severe, irreversibili e pericolose per la vita.
Bambini, donne in età fertile e pazienti con ridotta compliance cerebrale (ad es. meningite, sanguinamento intracranico e contusione cerebrale) sono particolarmente a rischio di edema cerebrale severo e pericoloso per la vita causato da iponatriemia acuta.
Avvertenze: Usare subito dopo l'apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore o di colore leggermente giallo paglierino e priva di particelle visibili. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l'eventuale residuo non può essere utilizzato.
Precauzioni d'impiego: Usare con cautela in pazienti con diabete mellito, monitorizzando la glicemia per le correzioni farmacologiche opportune. Usare con grande cautela in pazienti con scompenso cardiaco congestizio, insufficienza renale grave e in stati clinici associati ad edemi e ritenzione idrosalina; in pazienti in trattamento con farmaci corticosteroidei o corticotropinici. Per la presenza di potassio, la somministrazione deve essere guidata attraverso elettrocardiogrammi seriati; la potassiemia non è indicativa delle concentrazioni di potassio cellulari. Utilizzare con cautela in cardiopatici specie se digitalizzati, nelle insufficienze renali, nelle insufficienze surrenaliche, in soggetti con miotonia congenita e paralisi periodica familiare e nelle prime fasi post-operatorie. Monitorizzare il bilancio dei fluidi, gli elettroliti, l'osmolarità plasmatica e l'equilibrio acido-base.
Nei bambini la sicurezza e l'efficacia non sono state determinate.
Somministrare solo a funzionalità renale integra e ad una velocità di perfusione non superiore a 10 mEq potassio/ora.
Questo è un Medicinale Generico prodotto secondo le regole della Farmacopea. Per ulteriori notizie in relazione al suo uso (precauzioni, interazioni farmacologiche, eventi indesiderati) si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.



INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)


Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica.

Medicinali che causano un aumento dell'effetto della vasopressina

Nel seguente elenco sono indicati i medicinali che aumentano l'effetto della vasopressina, causando una riduzione dell'escrezione dell'acqua libera da elettroliti renali e un aumento del rischio di iponatriemia acquisita in ospedale in seguito a un trattamento non adeguatamente bilanciato con soluzioni per via endovenosa (vedere paragrafi 4.2, 4.4 e 4.8).
  • Medicinali stimolanti il rilascio di vasopressina, ad es.:
Clorpropamide, clofibrato, carbamazepina, vincristina, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, 3,4-metilenediossi-N-metamfetamina, ifosfamide, antipsicotici, narcotici.
  • Medicinali che potenziano l'azione della vasopressina, ad es.: Clorpropamide, FANS, ciclofosfamide.
  • Analoghi della vasopressina, ad es.:
Desmopressina, ossitocina, vasopressina, terlipressina

Altri medicinali che aumentano il rischio di iponatriemia includono anche diuretici in generale e antiepilettici come oxcarbazepina.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)? Dosi e modo d'uso


Potrebbe essere necessario monitorare il bilancio elettrolitico, il glucosio sierico, il sodio sierico e altri elettroliti prima e durante la somministrazione, in particolare nei pazienti con aumento del rilascio non osmotico di vasopressina (sindrome della secrezione inappropriata di ormone antidiuretico, SIADH) e nei pazienti sottoposti a terapia concomitante con agonisti della vasopressina, per il rischio di iponatriemia.

Il monitoraggio del sodio sierico è particolarmente importante per le soluzioni fisiologicamente ipotoniche. Elettrolitica di Mantenimento con Glucosio B. Braun può diventare estremamente ipotonica dopo la somministrazione, a causa della metabolizzazione del glucosio nell'organismo (vedere paragrafi 4.4, 4.5 e 4.8).

Agitare bene durante la preparazione e prima dell'uso Uso endovenoso. La dose è dipendente dall'età, peso, condizioni cliniche e dal quadro elettrolitico del paziente, tenendo in considerazione che il fabbisogno giornaliero ordinario di potassio è nell'adulto di circa 40-80 mEq e nel bambino di 2-3 mEq/Kg. La dose totale non deve eccedere i 200 mEq al giorno. Comunque è consigliabile somministrare a velocità non superiore a 0,4-0,8 g/ora di glucosio per Kg di peso corporeo. Soluzione ipertonica endovenosa da usarsi con precauzione a velocità controllata di perfusione.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato)


Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato) durante la gravidanza e l'allattamento?


Somministrare solo in caso di effettiva necessità.

Elettrolitica di Mantenimento con Glucosio B. Braun deve essere somministrata con particolare cautela nelle donne in gravidanza durante il travaglio, in particolare se somministrato in associazione con ossitocina, a causa del rischio di iponatriemia (vedere paragrafi 4.4, 4.5 e 4.8)


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Elettrolitica Manten./Glucosio B. Braun (sodio cloruro + potassio cloruro + potassio fosfato dibasico + sodio acetato + glucosio monoidrato) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Si rimanda il medico utilizzatore alla letteratura scientifica


PRINCIPIO ATTIVO


1000 ml contengono:

Principi attivi:

Sodio cloruro 0,91 g

Potassio cloruro 1,50 g

Potassio fosfato bibasico 1,30 g

Sodio acetato 2,79 g

Glucosio monoidrato 55,0 g

(o glucosio anidro 50,0 g)

[mEq/l: (Na+) 36; (k+) 35; (CL-) 36; (Acetato come HCO3-) 20; (HPO4-) 15]

[mMol/l: (C6H12O6. H2O) 278]

Osmolarità teorica: mOsm/l 429

pH compreso tra 5,0 e 6,0


ECCIPIENTI


Acqua per preparazioni iniettabili q.b.

Acido cloridrico a correzione del pH 1,18 g


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 18 mesi

In contenitori ermeticamente chiusi. Non congelare.

La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. Non usare oltre tale data. Conservare a temperatura non superiore a 25°C.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


10 Flaconi da 500 ml, 10 Flaconi da 1000 ml.



PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 24/07/2019

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube