Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Ultimo aggiornamento: 17 novembre 2017
Farmaci - Foy

Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Sanofi S.p.A.

MARCHIO

Foy

CONFEZIONE

100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

PRINCIPIO ATTIVO
gabexato mesilato

FORMA FARMACEUTICA
Polvere

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiemorragici antifibrinolitici

CLASSE
H

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
17,12 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Pancreatite acuta.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Ipersensibilità al gabesato mesilato.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Il prodotto può esplicare azione anticoagulante.

In alcuni studi condotti nel cane a dosi elevate si è osservata una riduzione del tempo di tromboplastina parziale.

Tale evento non è stato finora osservato durante la terapia con Foy nell'uomo.

Durante la somministrazione del prodotto (v. anche par. 4.2) è consigliabile regolare la velocità di infusione in modo da non superare i 2,5 mg/kg per ora. In caso di terapia concomitante con altri farmaci per via parenterale è necessario somministrare separatamente il gabesato mesilato.

La somministrazione di questo prodotto ad elevati dosaggi può causare ulcere necrotiche nella sede di iniezioni e lungo i vasi sanguigni dove può danneggiare la parete vascolare provocando flebite ed irrigidimento del vaso stesso.

I pazienti devono essere monitorati con cura.

In caso di dolore, arrossamento o infiammazione nella sede di iniezione, il trattamento deve essere interrotto, oppure bisogna cambiare sito di iniezione, e devono essere prese le misure appropriate.

Durante la somministrazione il paziente deve essere costantemente monitorato.

Possono verificarsi shock, shock anafilattico, reazioni anafilattoidi.

In caso di caduta della pressione arteriosa, oppressione precordiale, dispnea, perdita di conoscenza, edema faringeo/laringeo, prurito o malessere il trattamento deve essere immediatamente interrotto e devono essere prese le misure appropriate.

I pazienti devono essere monitorati attentamente anche per il possibile verificarsi di: agranulocitosi, leucopenia, trombocitopenia e di iperpotassiemia.

Se vengono riscontrati valori anormali, il trattamento deve essere interrotto e, nel caso di iperpotassiemia, devono essere prese le misure appropriate.

Nel caso si verificassero: cefalea, riduzione del tempo di tromboplastina parziale, tendenza al sanguinamento, ipotensione, nausea, vomito, diarrea, eruzione cutanea, prurito o congestione facciale è opportuno ridurre il dosaggio. In caso di persistenza, sospendere definitivamente il trattamento.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Non note.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Iniziare il trattamento con 1-3 flaconcini al giorno (100-300 mg di gabesato mesilato) mediante infusione endovenosa goccia a goccia a velocità non superiore a 8 ml/minuto e ridurre successivamente il dosaggio in relazione al miglioramento del quadro clinico. In caso di necessità è possibile aumentare il dosaggio sopra indicato di 1-3 flaconcini nell'arco della stessa giornata.

Introdurre l'apposito solvente nel flaconcino contenente Foy polvere. La soluzione così ottenuta va diluita ulteriormente in 500 ml di soluzione di Ringer o glucosata al 5%.

La soluzione così preparata deve essere utilizzata subito oppure conservata in frigorifero (a 3°C), dove si mantiene stabile per circa 5 giorni.

È consigliabile somministrare la soluzione per infusione e.v. lenta, regolando la velocità in modo da non superare 2,5 mg di gabesato mesilato per kg di peso corporeo e per ora.

La posologia deve essere opportunamente adattata a seconda della sintomatologia del paziente.

Uso nell'anziano:

In seguito ad una riduzione delle funzioni fisiologiche, nell'anziano, si raccomandano un costante monitoraggio e precauzioni come una riduzione della dose.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Foy 100 mg polv. e solv. per soluz. per infusione 1 flaconcino + 1 fiala solvente 5 ml

Non sono noti sintomi da sovradosaggio.


CONSERVAZIONE



Nessuna






Ultimi articoli
Punture di tracina, cosa fare
21 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Punture di tracina, cosa fare
Asma infantile. Come affrontarla
20 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Asma infantile. Come affrontarla
L'esperto risponde