Iodoten 10 soluzione flacone 1.000 ml

02 aprile 2020

Farmaci - Iodoten 10

Iodoten 10 soluzione flacone 1.000 ml




Iodoten 10 è un farmaco a base di povidone-iodio, appartenente al gruppo terapeutico Antisettici. E' commercializzato in Italia da Nuova Farmec S.r.l..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Nuova Farmec S.r.l.

MARCHIO

Iodoten 10

CONFEZIONE

soluzione flacone 1.000 ml

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

PRINCIPIO ATTIVO
povidone-iodio

GRUPPO TERAPEUTICO
Antisettici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

PREZZO
DISCR.


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Iodoten 10 (povidone-iodio)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Iodoten 10 (povidone-iodio)? Perchè si usa?


Disinfezione e pulizia della cute lesa.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Iodoten 10 (povidone-iodio)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Usare con precauzione in soggetti con patologie tiroidee.

Non usare in bambini di età inferiore ai 6 mesi.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Iodoten 10 (povidone-iodio)


Non usare per trattamenti prolungati.

Dopo breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili si consiglia di consultare il medico.

Solo per uso esterno. L'uso specie se prolungato, dei prodotti per uso topico può dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire una terapia idonea.

Evitare l'impiego su superfici eccessivamente estese. Non applicare con bendaggio occlusivo.

In età pediatrica usare solo in caso di effettiva necessità e sotto controllo medico.

L'ingestione o l'inalazione accidentale di alcuni disinfettanti può avere conseguenze gravi, talvolta fatali.

Evitare il contatto con gli occhi. In caso di intolleranza, sospendere l'applicazione. Tenere fuori dalla portata dei bambini.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Iodoten 10 (povidone-iodio)


Evitare l'uso contemporaneo di altri antisettici o detergenti.

Non impiegare sulla parte trattata, contemporaneamente, saponi o pomate contenenti mercurio o composti di benzoino.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Iodoten 10 (povidone-iodio)? Dosi e modo d'uso


IODOTEN 10%

Applicare direttamente o con un batuffolo di cotone sulla parte da trattare, in modo da formare uno strato protettivo della soluzione fino ad ottenere una colorazione di intensità media; si forma una pellicola che non macchia. Lasciare agire per qualche minuto e poi sciacquare. Eventualmente ripetere l'operazione: non usare più di 4 volte nell'arco della giornata.

IODOTEN 7,5%

A. Lavaggio pre-operatorio del personale della sala operatoria.

  1. Bagnare mani ed avambracci con acqua. Porre 5 ml di Iodoten 7,5% sul palmo di una mano e distribuirlo sulle mani e sugli avambracci. Senza aggiungere altra acqua strofinare tutte le zone per almeno 5 minuti. Se necessario impiegare una spazzola. Pulire con insistenza sotto le unghie. Aggiungere una piccola quantità di acqua e far sviluppare una abbondante schiuma. Sciacquare sotto acqua corrente.
  2. Completare il trattamento ripetendo l'operazione con altri 5 ml di prodotto.
B. Impiego pre-operatorio sui pazienti.

Dopo aver rasato l'area da trattare, bagnarla con acqua. Applicare Iodoten 7,5% (1 ml è sufficiente per coprire un'area di 300-500 cm2), distribuirlo e massaggiare per circa 5'. Eliminare il prodotto con l'aiuto di una garza sterile bagnata con acqua. Se necessario si può evidenziare e proteggere ulteriormente l'area su cui si deve intervenire, con soluzione alcoolica colorata.

C. Impiego in Ambulatorio.

Procedere, a seconda delle necessità, come descritto in A. o in B. per la migliore garanzia di disinfezione.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Iodoten 10 (povidone-iodio)


Se non si superano le dosi consigliate non esiste rischio di sovradosaggio.

L'applicazione su ustioni o su vaste superfici prive di epitelio può produrre gli effetti sistemici dello iodio.

In caso di ingestione accidentale, ricorrere ad una assistenza professionale.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Iodoten 10 (povidone-iodio)


È possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore od irritazione), in tal caso interrompere il trattamento. La reazione dello iodio con i tessuti lesi può ritardarne la cicatrizzazione. Può interferire con le prove di funzionalità tiroidea.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette.

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Iodoten 10 (povidone-iodio) durante la gravidanza e l'allattamento?


Usare solo in caso di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Iodoten 10 (povidone-iodio) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Non pertinente.


PRINCIPIO ATTIVO


IODOTEN 10%

100 g di soluzione cutanea contengono:

Principio attivo iodopovidone (al 10% di iodio) 10 g (pari a 1 g di iodio)

IODOTEN 7,5%

100 ml di soluzione cutanea contengono:

Principio attivo iodopovidone (al 10% di iodio) 7,5 g (pari a 0,75 g di iodio)

Per l'elenco degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.


ECCIPIENTI


IODOTEN 10% soluzione cutanea

Glicerina; Nonilfenossipolietossietanolo; Sodio fosfato bibasico; Acido citrico anidro; Acqua deionizzata.

IODOTEN 7,5% soluzione cutanea

Polivinilpirrolidone; Sodio bifosfato; Sodio lauril-etere solfato; Idrossido di sodio; Acqua depurata.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 36 mesi

Conservare nella confezione originale, ben chiuso e lontano da fonti di calore.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Flaconi in PE ad alta densità da 1000 ml, 500 ml e 250 ml.


Data ultimo aggiornamento scheda: 05/04/2017

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Vitamina D: un vademecum di AIFA
17 marzo 2020
Notizie e aggiornamenti
Vitamina D: un vademecum di AIFA
Antibiotico, sì o no?
16 gennaio 2020
Quiz e test della salute
Antibiotico, sì o no?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube