Lacrisol u.est. collirio 10 ml

01 aprile 2020

Farmaci - Lacrisol

Lacrisol u.est. collirio 10 ml




Lacrisol è un farmaco a base di benzalconio cloruro + ipromellosa, appartenente al gruppo terapeutico Antisettici + lubrificanti oculari. E' commercializzato in Italia da Bruschettini S.r.l..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Bruschettini S.r.l.

MARCHIO

Lacrisol

CONFEZIONE

u.est. collirio 10 ml

FORMA FARMACEUTICA
collirio

PRINCIPIO ATTIVO
benzalconio cloruro + ipromellosa

GRUPPO TERAPEUTICO
Antisettici + lubrificanti oculari

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

PREZZO
DISCR.


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)? Perchè si usa?


Collirio

Disinfezione della mucosa oculare. Lubrificante e umettante dell'occhio con insufficienza lacrimale. (Sindrome dell'occhio secco).


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)


Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Non usare in bambini al di sotto dei 12 anni salvo diversa indicazione del medico.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)


L'uso, specie se prolungato, dei medicinali per uso oftalmico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione; in tale caso si deve interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire idonea terapia. Non usare per trattamenti prolungati; dopo un breve periodo di trattamento senza risultati consultare il medico.

Per la presenza di sodio borato il prodotto se accidentalmente inalato o ingerito o se impiegato per un lungo periodo a dosi eccessive può determinare fenomeni tossici.

È da evitare l'applicazione in caso di infiammazioni, ferite o abrasioni corneali.

Il medicinale contiene benzalconio cloruro che può causare irritazione agli occhi. Eviti il contatto con lenti a contatto. Tolga le lenti a contatto prima dell'applicazione e aspetti almeno 15 minuti prima di riapplicarle. È nota l'azione decolorante nei confronti delle lenti a contatto.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)


Evitare l'uso contemporaneo di altri antisettici e soluzioni oftalmiche.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)? Dosi e modo d'uso


Collirio

Istillare una o due gocce nel fornice congiuntivale due-quattro volte al giorno.

Non superare le dosi consigliate.

Non usare per trattamenti prolungati salvo diversa prescrizione medica.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)


Alle normali condizioni d'uso non sono stati registrati danni di sovradosaggio. Il trattamento dell'avvelenamento dovuto all'ingestione di quantità rilevanti di composti ammonici quaternari è sintomatico: somministrare se necessario dei lenitivi. Evitare emesi e lavanda gastrica.

In caso di ingestione accidentale, i principali sintomi dell'avvelenamento acuto da acido borico e suoi sali comprendono: vomito, diarrea, dolori addominali, rash eritematoso, seguito da desquamazione, e stimolazione o depressione del SNC. Possono comparire convulsioni e iperpiressia, si possono anche avere danni renali ed epatici, raramente ittero. La morte, dovuta a collasso circolatorio e shock, avviene in 3 – 5 giorni.

Il trattamento dell'avvelenamento è sintomatico. Possono essere utili ex-sanguino trasfusioni, dialisi peritoneali o emodialisi.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa)


È possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore o irritazione), peraltro priva di conseguenze, che non comporta modifica del trattamento.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa) durante la gravidanza e l'allattamento?


Non sono note controindicazioni.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Lacrisol (benzalconio cloruro + ipromellosa) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Nessuno noto.


PRINCIPIO ATTIVO


Collirio, soluzione. 100 ml contengono:

Principi attivi: Benzalconio cloruro 0,0045 g; ipromellosa 0,5 g

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1


ECCIPIENTI


Acido borico, sodio tetraborato, sodio cloruro, acqua depurata.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 60 mesi

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Flaconcino in politene della capacità di ml 10 con contagocce incorporato.


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 02/01/2019

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube