Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2018
Farmaci - Liotontrauma

Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Sanofi S.p.A.

MARCHIO

Liotontrauma

CONFEZIONE

2% + 5% gel 40 g

PRINCIPIO ATTIVO
escina + dietilamina salicilato

FORMA FARMACEUTICA
gel

GRUPPO TERAPEUTICO
Acido salicilico e derivati

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Traumatologia minore.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.

LIOTONTRAUMA gel non va impiegato su lesioni aperte (ferite), mucose ed aree cutanee trattate con radiazioni.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Non sussistono rischi di assuefazione e dipendenza.

Trattandosi di un preparato per applicazioni topiche, il suo uso deve essere esclusivamente esterno.

L'uso, specie prolungato, dei prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Non sono state segnalate interazioni con altri medicinali.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Applicare e spalmare un sottile strato di LIOTONTRAUMA gel sulla cute della zona da trattare da 1 a 3 volte al giorno.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Liotontrauma 2% + 5% gel 40 g

In rari casi possono comparire reazioni di ipersensibilità come rossore, desquamazione e disidratazione della pelle.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


CONSERVAZIONE



Conservare a temperatura non superiore a 30° C.






Ultimi articoli
L'esperto risponde