Micotef u.est. al 2% crema dermatologica 30 g

02 aprile 2020

Farmaci - Micotef

Micotef u.est. al 2% crema dermatologica 30 g




Micotef è un farmaco a base di miconazolo, appartenente al gruppo terapeutico Antimicotici. E' commercializzato in Italia da Teofarma.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Teofarma

MARCHIO

Micotef

CONFEZIONE

u.est. al 2% crema dermatologica 30 g

FORMA FARMACEUTICA
crema

ALTRE CONFEZIONI DI MICOTEF DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
miconazolo

GRUPPO TERAPEUTICO
Antimicotici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale non soggetto a prescrizione medica

PREZZO
DISCR.


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Micotef (miconazolo)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Micotef (miconazolo)? Perchè si usa?


Infezioni cutanee ed ungueali provocate da dermatofiti e da Candida.

Per la sua attività antibatterica sui Gram-positivi, MICOTEF Crema Cutanea può essere utilizzato per il trattamento delle micosi con superinfezioni sostenute da tali microrganismi.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Micotef (miconazolo)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Micotef (miconazolo)


I preparati per uso topico, specie se usati per trattamenti prolungati, possono dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. Ove ciò accada, è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.

Evitare il contatto con gli occhi. Lavare attentamente le mani dopo ciascuna applicazione, a meno che il trattamento interessi le stesse mani.

È consigliabile applicare le seguenti misure igieniche atte ad evitare le sorgenti di infezioni o reinfezioni:
  • tenere asciugamani e biancheria intima per uso personale allo scopo di evitare l'infezione di altre persone;
  • cambiare regolarmente gli indumenti che vengono in contatto con la zona infetta per evitare di reinfettarsi;
  • disinfezione delle calze e delle scarpe.
MICOTEF Crema Cutanea non macchia la pelle né gli indumenti.

Questo medicinale contiene metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato come eccipienti, pertanto può causare reazioni allergiche (anche ritardate)


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Micotef (miconazolo)


È noto che il miconazolo somministrato per via sistemica inibisce il CYP3A4/2C9.

Dal momento che, in seguito ad applicazione locale, la presenza del farmaco nel sangue è limitata (vedere paragrafo 5.2 Proprietà farmacocinetiche) le interazioni giudicate rilevanti da un punto di vista clinico sono molto rare. Tuttavia, nei pazienti trattati con anticoagulanti orali, come warfarin, occorre prestare attenzione e monitorare l'azione anticoagulante.

L'efficacia e gli effetti indesiderati di altri farmaci (per esempio ipoglicemizzanti orali e fenitoina), se somministrati contemporaneamente al miconazolo, possono essere aumentati e per questo occorre particolare cautela.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Micotef (miconazolo)? Dosi e modo d'uso


INFEZIONI CUTANEE

Applicare sulla lesione 1 cm di crema (o più a seconda della estensione della lesione) 1-2 volte al giorno, quindi spalmare con le dita.

INFEZIONI UNGUEALI

Tagliare le unghie infette più corte possibile.

Applicare un po' di crema 1-2 volte al giorno sull'unghia infetta, poi spalmare con le dita; ricoprire l'unghia con un bendaggio occlusivo non perforato.

Continuare il trattamento ininterrottamente, anche dopo la caduta dell'unghia infetta (per lo più dopo 2-3 settimane), fino alla sua completa ricrescita ed alla guarigione definitiva delle lesioni (in genere dopo 2 mesi o più).


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Micotef (miconazolo)


In generale, un uso eccessivo di MICOTEF Crema può provocare irritazione cutanea che generalmente scompare con l'interruzione della terapia.

Nel caso di ingestione accidentale di elevate quantità di MICOTEF Crema adottare, se necessario, un appropriato metodo di svuotamento gastrico. Non esiste un antidoto specifico.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Micotef (miconazolo)


È possibile seguito dell'uso topico che si verifichino occasionalmente fenomeni di sensibilizzazione o irritativi locali, che impongono l'interruzione del trattamento.

L'uso, specie se prolungato, del prodotto può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Micotef (miconazolo) durante la gravidanza e l'allattamento?


MICOTEF Crema, applicato per via topica, è minimamente assorbito nel circolo sistemico. Tuttavia, pur non esistendo evidenze di embriotossicità o di teratogenicità negli animali, i potenziali rischi della prescrizione di MICOTEF Crema durante la gravidanza devono essere valutati rispetto ai potenziali benefici terapeutici.

Allattamento

Miconazolo, applicato per via topica, è minimamente assorbito nel circolo sistemico e non è noto se il miconazolo sia escreto nel latte umano. Si consiglia cautela nell'utilizzo di prodotti ad uso topico contenenti miconazolo durante l'allattamento.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Micotef (miconazolo) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Micotef Crema non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.


PRINCIPIO ATTIVO


100 g di crema cutanea contengono:

Principio attivo:

miconazolo ...................................................... 2 g

Eccipienti: metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1


ECCIPIENTI


Lecitina, colesterolo, glicole propilenico, butilidrossitoluene, metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, sodio cloruro, sodio idrossido, sodio edetato, acido citrico monoidrato, ipromellosa, acqua depurata.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 24 mesi

Questo medicinale non richiede alcuna particolare precauzione per la conservazione


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Tubo da 30


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 15/02/2019

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube