Mitomycin C 40 mg polvere per soluzione endovescicale 1 flacone

08 aprile 2020

Farmaci - Mitomycin C

Mitomycin C 40 mg polvere per soluzione endovescicale 1 flacone




Mitomycin C è un farmaco a base di mitomicina, appartenente al gruppo terapeutico Antineoplastici antibiotici citotossici. E' commercializzato in Italia da Kyowa Kirin S.r.l..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Kyowa Kirin Holdings B.V

CONCESSIONARIO:

Kyowa Kirin S.r.l.

MARCHIO

Mitomycin C

CONFEZIONE

40 mg polvere per soluzione endovescicale 1 flacone

FORMA FARMACEUTICA
Polvere

ALTRE CONFEZIONI DI MITOMYCIN C DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
mitomicina

GRUPPO TERAPEUTICO
Antineoplastici antibiotici citotossici

CLASSE
H

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

PREZZO
131,82 €


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Mitomycin C (mitomicina)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Mitomycin C (mitomicina)? Perchè si usa?


la mitomicina C è raccomandata per la terapia di alcuni tipi di neoplasie sia da sola, sia associata con altri farmaci o dopo che il protocollo terapeutico di elezione ha fallito. Il farmaco è stato impiegato con successo nel tentativo di migliorare la sintomatologia soggettiva ed oggettiva di un gran numero di neoplasie, compresi i carcinomi gastrici, pancreatici, uterini e della mammella; l'adenocarcinoma polmonare; la carcinosi peritoneale; i tumori del colon, della vescica, del retto edella cute. Inoltre è stato impiegato con qualche successo nei sarcomi, negli epatocarcinomi, nelle leucemie acute e croniche e nel morbo di Hodgkin



CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Mitomycin C (mitomicina)


l'impiego della mitomicina C è controindicato nei pazienti che hanno in precedenza dimostrato ipersensibilità al farmaco o ad altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico e nei pazienti con trombocitopenia, coagulopatie o un'aumentata tendenza ad emorragie secondaria ad altre cause

INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Mitomycin C (mitomicina)


farmaci citostatici, CAF, fenilbutazone, fenitoina, pirazolinici = aumento della tossicità della mitomicina C (mielodepressione); adriamicina = aumento della tossicità dell'adriamicina (cardiotossicità); l'inattivazione epatica della mitomicina C è potenziata da: vit. B2, B6, C; cisteina, inosina, ATP, TPNH, DPN; sodio iposolfito

POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Mitomycin C (mitomicina)? Dosi e modo d'uso


Mitomycin-C può essere impiegato sia per via sistemica (ev) che per uso locale. La dose deve essere adattata in relazione all'età e alle condizioni generali del paziente. Somministrazione per via sistemica (ev): la dose abituale è compresa tra i 4 e i 15 mg/m2 a intervalli di 1-6 settimane, in relazione anche ad un eventuale impiego in polichemioterapia e alla crasi ematica. È spesso richiesta una dose totale di mitomicina C compresa tra 40 e 80 mg/m2 per ottenere una risposta soddisfacente quando il farmaco è impiegato in mono o in polichemioterapia. Può essere impiegata una dose superiore se la mitomicina C è impiegata da sola. Il farmaco può anche essere somministrato quotidianamente (1-2 mg/die). Per le iniezioni ev il prodotto va disciolto in acqua sterile p.p.i. (circa 20 ml per la preparazione "da 10 mg" e 80 ml per la preparazione "da 40 mg"). Se la somministrazione viene effettuata per infusione ev il prodotto può anche essere disciolto in soluzione glucosata al 20%. Somministrazione locale: infusione intrarteriosa (2-4 mg ogni giorno, oppure 10-30 mg in bolo unico). Infusione in cavo pleurico e peritoneale (2-10 mg/die). Infusione endovescicale (vengono instillati in vescica attraverso un catetere uretrale 10-40 mg di mitomicina C 1, 2 o anche 3 volte alla settimana o ogni 2 o 4 settimane, per un totale di 15-20 instillazioni, sia per la terapia dei tumori vescicali che nella profilassi di recidive delle neoplasie vescicali)

ECCIPIENTI


cloruro di sodio


Data ultimo aggiornamento scheda: 07/04/2020

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Come diventare donatore di organi e tessuti
04 aprile 2020
Notizie e aggiornamenti
Come diventare donatore di organi e tessuti
Vitamina D: un vademecum di AIFA
17 marzo 2020
Notizie e aggiornamenti
Vitamina D: un vademecum di AIFA
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube