Myocet iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)

Ultimo aggiornamento: 01 giugno 2018
Farmaci - Myocet

Myocet iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Teva Italia S.r.l. - Sede legale

MARCHIO

Myocet

CONFEZIONE

iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)

PRINCIPIO ATTIVO
doxorubicina cloridrato

FORMA FARMACEUTICA
Polvere

GRUPPO TERAPEUTICO
Antineoplastici antibiotici citotossici

CLASSE
H

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

PREZZO
1573,90 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Myocet iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)

Myocet, in associazione con la ciclofosfamide, è indicato per il trattamento di prima linea del cancro metastatizzato della mammella nelle donne adulte.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Myocet iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Myocet iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)

Non sono stati effettuati studi clinici sulla compatibilità del medicinale specifico con Myocet. Myocet potrebbe interagire con sostanze che interagiscono notoriamente con la doxorubicina tradizionale. I livelli plasmatici della doxorubicina e del suo metabolita, il doxorubicinolo, possono aumentare quando si somministra la doxorubicina assieme a ciclosporina, verapamil, paclitaxel od altri agenti inibitori della glicoproteina-P (P-gP). Sono anche state riferite interazioni tra doxorubicina e streptozocina, fenobarbital, fenitoina e warfarin. Inoltre, non sono disponibili studi sull'interazione di Myocet con altre sostanze. Tuttavia, la doxorubicina potrebbe potenziare la tossicità di altri agenti antineoplastici. La terapia concomitante con altre sostanze cardiotossiche o cardiologicamente attive (es. calcio-antagonisti) può aumentare il rischio di cardiotossicità. La terapia concomitante con altre sostanze liposomiche, o contenenti complessi lipidici, oppure con emulsioni adipose endovenose, potrebbe alterare il profilo farmacocinetico di Myocet.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Myocet iv 2 set/3 flac.ni (doxorubicina HCl 50 mg, liposomi, tampone)

Il sovradosaggio acuto di Myocet aggrava gli effetti indesiderati tossici. Il trattamento del sovradosaggio acuto deve concentrarsi sulla terapia di supporto per la tossicità prevista e può comprendere il ricovero ospedaliero, la somministrazione di antibiotici, trasfusioni di piastrine e granulociti ed il trattamento sintomatico della mucosite.


CONSERVAZIONE



Conservare in frigorifero (2C° - 8°C).

Per le condizioni di conservazione dopo la ricostituzione vedere paragrafo (qui non riportato) 6.3.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Gravidanza. Fare attenzione al caldo estivo
Salute femminile
24 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gravidanza. Fare attenzione al caldo estivo
Campagna mondiale per la salute della donna
Salute femminile
20 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna mondiale per la salute della donna
Gambe sane a prova di solleone
Salute femminile
06 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gambe sane a prova di solleone
L'esperto risponde