Nervaxon 300 mg 60 compresse rivestite

01 aprile 2020

Farmaci - Nervaxon

Nervaxon 300 mg 60 compresse rivestite




Nervaxon è un farmaco a base di iperico, appartenente al gruppo terapeutico Antidepressivi. E' commercializzato in Italia da Schwabe Pharma Italia S.r.l..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Dr. Willmar Schwabe GmbH & Co.KG

CONCESSIONARIO:

Schwabe Pharma Italia S.r.l.

MARCHIO

Nervaxon

CONFEZIONE

300 mg 60 compresse rivestite

FORMA FARMACEUTICA
compressa rivestita

PRINCIPIO ATTIVO
iperico

GRUPPO TERAPEUTICO
Antidepressivi

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

PREZZO
19,90 €


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Nervaxon (iperico)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Nervaxon (iperico)? Perchè si usa?


NERVAXON è indicato per il trattamento di sindromi depressive di grado lieve-moderato.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Nervaxon (iperico)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Da non assumere in caso di fotosensibilità nota della cute.

Non assumere in associazione con i seguenti principi attivi appartenenti alle seguenti classi che vengono metabolizzati dal citocromo P450-3A4, CYP2C9, CYP2C19 o trasportati dalla P-glicoproteina:
  • Medicinali anti-HIV, ad es. indinavir e nevirapina.
  • Inibitori della proteasi nel trattamento delle infezioni da epatite C (HCV) ad es. telaprevir.
  • Farmaci immunosoppressori ad es. ciclosporina e tacrolimus.
  • Farmaci citostatici ad es. irinotecan, inibitori della proteinchinasi quali imatinib, alcaloidi della vinca, taxani, etoposide, ciclofosfamide.
  • Anticoagulanti orali di tipo cumarinico, ad es. warfarin.
  • Altri antidepressivi.
Non assumere in caso di gravi episodi depressivi.

Non assumere durante la gravidanza e l'allattamento con latte materno (vedere paragrafo 4.6).


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Nervaxon (iperico)


Dal momento che non sono disponibili dati sufficienti, NERVAXON non è raccomandato nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

Non superare la dose raccomandata. Se i sintomi peggiorano o non migliorano dopo quattro settimane, deve essere consultato un medico.

Questo medicinale è indicato per il trattamento sintomatico di sindrome depressiva di grado lieve-moderato pertanto i pazienti con segni e sintomi di depressione maggiore devono consultare il medico per un trattamento appropriato.

In casi rari, in particolare nelle persone di carnagione chiara, esposte alla luce solare intensa possono verificarsi reazioni di tipo cutaneo a causa di fotosensibilizzazione da parte dell'Hypericum perforatum. Persone che utilizzano questo medicinale devono evitare un'eccessiva esposizione al sole o l'uso di lampade e/o solarium.

Per quanto riguarda le potenziali interazioni con medicinali usati durante l'anestesia generale e/o locale si prega di fare riferimento al paragrafo 4.5.

Le sostanze presenti nelle preparazioni a base di Hypericum perforatum causano induzione del citocromo P450-3A4, CYP2C9, CYP2C19 e della P-glicoproteina responsabili del metabolismo dei medicinali. Ciò può portare a ridotti livelli plasmatici e a minore efficacia dei medicinali assunti contemporaneamente.

Per questo motivo, si sconsiglia di assumere preparazioni a base di Hypericum perforatum insieme ad altri medicinali, se non dopo aver accertato la possibilità di interazioni (vedere paragrafi 4.3 e 4.5).

Anche se l'estratto di Hypericum perforatum è stato impiegato per molti anni, non sono disponibili dati di sicurezza in pazienti con insufficienza renale o epatica. In questi pazienti pertanto NERVAXON deve essere usato con cautela.

Le donne che utilizzano contraccettivi ormonali devono essere informate di possibili sanguinamenti tra le mestruazioni come conseguenza di interazioni tra i farmaci; devono essere avvertite di utilizzare misure contraccettive aggiuntive poichè, in generale, la sicurezza contraccettiva può essere ridotta.

IDEAZIONE/COMPORTAMENTO SUICIDARIO

Suicidio/Ideazione suicidaria

La depressione è associata ad aumentato rischio di pensieri suicidari, autolesionismo e suicidio (suicidio/eventi correlati).Tale rischio persiste fino a che si verifichi una remissione significativa. Poiché possono non verificarsi miglioramenti durante le prime settimane di trattamento o in quelle immediatamente successive, i pazienti devono essere attentamente controllati fino ad avvenuto miglioramento. È esperienza clinica in generale che il rischio di suicidio può aumentare nelle prime fasi del miglioramento.

Le patologie per le quali NERVAXON è prescritto possono anche essere associate ad un aumentato rischio di comportamento suicidario. Inoltre, queste patologie possono essere associate al disturbo depressivo maggiore. Quando si trattano pazienti con altri disturbi depressivi maggiori si devono, pertanto, osservare le stesse precauzioni seguite durante il trattamento di pazienti con altre patologie psichiatriche.

Pazienti con anamnesi positiva per comportamento o pensieri suicidari, o che manifestano un grado significativo di ideazione suicidaria prima dell'inizio del trattamento, sono a rischio maggiore di ideazione suicidaria o di tentativi di suicidio, e devono essere attentamente controllati durante il trattamento. Una metanalisi degli studi clinici condotti con farmaci antidepressivi in confronto con placebo nella terapia di disturbi psichiatrici, ha mostrato un aumento del rischio di comportamento suicidario nella fascia di età inferiore a 25 anni dei pazienti trattati con antidepressivi rispetto al placebo.

La terapia farmacologica con antidepressivi deve essere sempre associata ad una stretta sorveglianza dei pazienti, in particolare di quelli ad alto rischio, specialmente nelle fasi iniziali del trattamento e dopo cambiamenti di dose. I pazienti (o chi si prende cura di loro) devono essere avvertiti della necessità di monitorare e di riportare immediatamente al proprio medico curante qualsiasi peggioramento del quadro clinico, l'insorgenza di comportamento o pensieri suicidari o di cambiamenti comportamentali.

Informazioni importanti su alcuni eccipienti

NERVAXON contiene lattosio. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp lattasi, o da malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Nervaxon (iperico)


L'uso concomitante di medicinali appartenenti alle seguenti classi di sostanze, che vengono metabolizzate dal citocromo P450-3A4, CYP2C9, CYP2C19 o trasportate dalla P-glicoproteina è controindicato (vedere paragrafo 4.3):
  • Medicinali anti-HIV, ad es. indinavir e nevirapina.
  • Inibitori della proteasi nel trattamento delle infezioni da epatite C (HCV) ad es. telaprevir.
  • Farmaci immunosoppressori ad es. ciclosporine e tacrolimus.
  • Farmaci citostatici ad es. irinotecan, inibitori della proteinchinasi quali imatinib, alcaloidi della vinca, taxani, etoposide, ciclofosfamide.
  • Anticoagulanti orali di tipo cumarinico ad es. warfarin.
  • Altri antidepressivi.
I medicinali contenenti Erba di San Giovanni possono promuovere il metabolismo dei medicinali metabolizzati dal citocromo P450-3A4 CYP2C9, CYP2C19 o trasportate dalla P-glicoproteina. A causa di ciò, l'effetto del medicinale in questione può essere ridotto e/o abbreviato. Con l'uso concomitante di questi farmaci, il monitoraggio della terapia deve essere eseguito regolarmente. Questi medicinali includono:
  • digossina
  • fexofenadina
  • benzodiazepine e derivati
  • metadone
  • simvastatina
  • finasteride.
L'aumentata attività enzimatica ritorna alla normalità entro una settimana dall'interruzione di NERVAXON.

In caso di trattamento concomitante di NERVAXON con medicinali ad azione fotosensibilizzante, un aumento degli effetti fototossici è teoricamente possibile (vedere paragrafo 4.8). Uso concomitante di preparazioni a base di Hypericum perforatum con antidepressivi quali gli inibitori della ricaptazione della serotonina (ad es. citalopram, fluoxetina, sertralina, paroxetina e nefazodone), MAO-inibitori, buspirone e con triptani, l'effetto farmacologico può essere aumentato. In singoli casi, le reazioni avverse (effetti serotoninergici) quali ad es. nausea, vomito, ansia, irrequietezza e confusione possono essere più pronunciati (sindrome serotoninergica).

Prima di un intervento chirurgico di elezione devono essere chiarite le possibili interazioni di NERVAXON con i medicinali utilizzati durante l'anestesia generale e/o locale. Se necessario, NERVAXON deve essere sospeso (vedere paragrafo 4.4).

Pazienti che assumono altri farmaci su prescrizione devono consultare un medico prima di iniziare il trattamento con NERVAXON.

Sebbene gli studi su volontari non abbiano dimostrato interazioni con alcool, si raccomanda di evitare l'alcool durante il trattamento.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Nervaxon (iperico)? Dosi e modo d'uso


Posologia

Adulti: 1 compressa rivestita 2-3 volte al giorno, ingerita con un po' d'acqua.

Anziani: Non è necessario alcun aggiustamento posologico.

L'effetto antidepressivo di NERVAXON si evidenzia di solito dopo 10-14 giorni dall'inizio del trattamento.

Si raccomanda una durata di trattamento di 4 settimane.

Consultare un medico se i sintomi persistono durante l'utilizzo del medicinale.

Trattamenti di più lunga durata sono a discrezione del medico in base alla risposta clinica.

Pazienti con insufficienza renale o epatica: (vedere paragrafo 4.4).

Popolazione pediatrica

Bambini e adolescenti: Non è raccomandato l'uso nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni (vedere paragrafo 4.4).


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Nervaxon (iperico)


Sino ad ora non sono stati registrati nell'uomo casi di avvelenamento acuto da preparazioni contenenti Hypericum perforatum.

Sono state segnalate convulsioni e confusione dopo l'assunzione di estratto secco fino a 4,5 g al giorno per 2 settimane e in aggiunta di 15 g di estratto secco poco prima dell'ospedalizzazione. Soggetti che abbiano assunto dosi massive di questo farmaco dovrebbero evitare di esporsi alla luce diretta solare e proteggersi dalle radiazioni U.V. per 1 o 2 settimane; gli effetti indesiderati collegati potrebbero essere molto importanti.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Nervaxon (iperico) durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non esistono dati adeguati sull'impiego di NERVAXON durante la gravidanza. Le sperimentazioni animali hanno mostrato risultati ambigui. Il rischio potenziale nell'uomo non è noto. NERVAXON non può pertanto essere usato durante la gravidanza (vedere paragrafo 4.3). Le donne in età fertile devono utilizzare un metodo contraccettivo affidabile durante e fino a due settimane dopo il trattamento.

Allattamento

Le informazioni sul passaggio dei componenti del principio attivo o dei suoi metaboliti nel latte materno sono insufficienti.

Non si può escludere un rischio per il neonato/ bambino. Le madri che allattano non devono assumere NERVAXON.

Fertilità

Non sono disponibili studi relativi all'influenza sulla fertilità.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Nervaxon (iperico) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Non sono stati effettuati studi sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari.


PRINCIPIO ATTIVO


Una compressa rivestita contiene:

Principio attivo: Estratto secco di Hypericum perforatum L. 300 mg

Eccipienti con effetti noti: lattosio.

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1


ECCIPIENTI


Acido ascorbico, cellulosa microcristallina, amido di mais pregelatinizzato, croscarmellosa sodica, biossido di silicio, magnesio stearato, ipromellosa, macrogol 4000, lattosio, vanillina, sodio saccarinato, talco, titanio diossido (E171), ossidi di ferro (E172), dimeticone attivato con silice, metilcellulosa, acido sorbico.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 24 mesi

Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Blister PVDC/PVC/alluminio contenente 15, 20, 30, 45, 60, 90 e 100 compresse rivestite.

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate..


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 02/01/2019

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube