Osteonorm 100 mg soluzione iniettabile 6 fiale

Ultimo aggiornamento: 02 gennaio 2019
Farmaci - Osteonorm

Osteonorm 100 mg soluzione iniettabile 6 fiale




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Savio Pharma Italia S.r.l.

MARCHIO

Osteonorm

CONFEZIONE

100 mg soluzione iniettabile 6 fiale

PRINCIPIO ATTIVO
acido clodronico sale disodico tetraidrato

FORMA FARMACEUTICA
soluzione (uso interno)

GRUPPO TERAPEUTICO
Osteomodulanti

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
16,90 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Osteonorm 100 mg soluzione iniettabile 6 fiale

osteolisi tumorale. Mieloma multiplo. Iperparatiroidismo primario. Prevenzione e trattamento dell'osteoporosi post menopausale


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Osteonorm 100 mg soluzione iniettabile 6 fiale

ipersensibilità al farmaco o ad altri farmaci del gruppo dei difosfonati


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Osteonorm 100 mg soluzione iniettabile 6 fiale

non si conoscono interazioni legate all'uso del farmaco per via im o ev. Dal punto di vista chimico il contenuto delle fiale è incompatibile con soluzioni alcaline o soluzioni ossidanti. Il clodronato forma complessi con ioni bivalenti e pertanto non deve essere miscelato con soluzioni contenenti calcio (es. soluzioni di Ringer) Fase di attacco
200-300 mg/die in unica somministrazione per via endovenosa lenta per 3-8 giorni in relazione all'andamento dei parametri clinici e di laboratorio (calcemia, idrossiprolinuria ecc.) Fase di mantenimento
100 mg/die per via intramuscolare per 2-3 settimane.
Tali cicli possono essere ripetuti ad intervalli variabili a seconda dell'evoluzione della malattia. La valutazione periodica dei parametri di riassorbimento osseo può utilmente indirizzare i cicli terapeutici.
Prevenzione e trattamento dell'osteoporosi post-menopausale
La posologia in funzione del quadro clinico e dei valori mineralometrici può variare come di seguito riportato.
Per via intramuscolare 100 mg ogni 7-14 giorni o per infusione endovenosa 200 mg ogni 3-4 settimane per 1 anno o più a seconda delle condizioni del paziente.
Durata
Non è stata stabilita la durata ottimale del trattamento con bisfosfonati per l'osteoporosi. La necessità di un trattamento continuativo deve essere rivalutata in ogni singolo paziente periodicamente in funzione dei benefici e rischi potenziali, in particolare dopo 5 o più anni d'uso.



PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Bronchite
16 gennaio 2019
Patologie
Bronchite
Tosse
20 dicembre 2018
Patologie
Tosse
L'esperto risponde