Quik 708 mg/100 ml sospensione orale 200 ml

04 aprile 2020

Farmaci - Quik

Quik 708 mg/100 ml sospensione orale 200 ml




Quik è un farmaco a base di cloperastina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Antitussivi. E' commercializzato in Italia da Valeas SPA.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Valeas SPA

MARCHIO

Quik

CONFEZIONE

708 mg/100 ml sospensione orale 200 ml

FORMA FARMACEUTICA
sospensione

PRINCIPIO ATTIVO
cloperastina cloridrato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antitussivi

CLASSE
C

RICETTA
medicinale non soggetto a prescrizione medica

PREZZO
DISCR.


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Quik (cloperastina cloridrato)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Quik (cloperastina cloridrato)? Perchè si usa?


Sedativo della tosse.





CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Quik (cloperastina cloridrato)


Ipersensibilità verso uno dei componenti del prodotto.



AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Quik (cloperastina cloridrato)


Tenere fuori della portata dei bambini.

È bene che il Medico inviti il paziente a leggere attentamente il foglio illustrativo.

Non disperdere nell'ambiente il flacone dopo l'uso.



INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Quik (cloperastina cloridrato)


La contemporanea assunzione di sedativi o antistaminici può potenziare gli effetti indesiderati del farmaco.



POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Quik (cloperastina cloridrato)? Dosi e modo d'uso


Adulti: 5 ml tre volte al giorno.

Bambini: tra 2 e 4 anni: 2 ml due volte al giorno;

tra 4 e 7 anni: 3 ml due volte al giorno;

tra 7 e 15 anni: 5 ml due volte al giorno.

Alla confezione è annesso un misurino tarato da 2-3-5 ml.



SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Quik (cloperastina cloridrato)


In caso di sovradosaggio praticare entro breve tempo il lavaggio gastrico e mantenere tranquillo il paziente riducendo al minimo ogni segno di sovraeccitazione centrale; eventualmente ricorrendo in questo caso all'uso di benzodiazepine.



EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Quik (cloperastina cloridrato)


Alle dosi più elevate sono state segnalate secchezza della bocca e lieve sonnolenza che tuttavia scompaiono rapidamente riducendo la dose.



GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Quik (cloperastina cloridrato) durante la gravidanza e l'allattamento?


Sebbene gli studi di tossicità effettuati durante la gravidanza negli animali non abbiano evidenziato attività teratogena e tossicità fetale, è buona norma prudenziale non assumere il farmaco nei primi mesi di gravidanza e nell'ulteriore periodo solo in caso di effettiva necessità sotto il diretto controllo del Medico.



GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Quik (cloperastina cloridrato) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Poiché il prodotto può, anche se raramente,causare sonnolenza, di ciò devono essere avvertiti coloro che potrebbero condurre veicoli o attendere ad operazioni richiedenti integrità del grado di vigilanza.



PRINCIPIO ATTIVO


100 ml di sospensione contengono:

Principio attivo: cloperastina fendizoato mg 708 (pari a cloperastina cloridrato mg 400).

Eccipienti: gomma xantana g 0,200, poliossietilene stearato g 0,1, xilitolo g 20, metile p-idrossibenzoato g 0,122, propile p-idrossibenzoato g 0,018, aroma di banana g 0,03, acqua deionizzata q.b. ml 100.



ECCIPIENTI


Gomma xantana, poliossietilene stearato, xilitolo, metile p-idrossibenzoato,propile p-idrossibenzoato, aroma di banana, acqua deionizzata.



SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 60 mesi

Conservare a temperatura non superiore a 25 °C.



NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Flacone di vetro ambrato da 200 ml



PATOLOGIE CORRELATE




Data ultimo aggiornamento scheda: 09/03/2020

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube