Siccafluid 2,5 mg/g gel oftalmico 10 g

31 marzo 2020

Farmaci - Siccafluid

Siccafluid 2,5 mg/g gel oftalmico 10 g




Siccafluid è un farmaco a base di carbomer, appartenente al gruppo terapeutico Decongestionanti, lubrificanti oculari. E' commercializzato in Italia da Thea Farma S.p.A..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Thea Farma S.p.A.

MARCHIO

Siccafluid

CONFEZIONE

2,5 mg/g gel oftalmico 10 g

FORMA FARMACEUTICA
gel

ALTRE CONFEZIONI DI SICCAFLUID DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
carbomer

GRUPPO TERAPEUTICO
Decongestionanti, lubrificanti oculari

CLASSE
A

RICETTA
medicinale non soggetto a prescrizione medica

PREZZO
4,94 €


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Siccafluid (carbomer)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Siccafluid (carbomer)? Perchè si usa?


Trattamento sintomatico della sindrome dell'occhio secco.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Siccafluid (carbomer)


Ipersensibilità verso uno dei componenti del prodotto.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Siccafluid (carbomer)


Il benzalconio cloruro viene comunemente usato in prodotti oftalmici come conservante e raramente sono stati riportati casi di cheratopatia puntata e/o cheratopatia ulcerativa.

LENTI A CONTATTO

Il Benzalconio cloruro può essere assorbito e decolorare lenti a contatto, quindi i pazienti devono essere informati ad aspettare fino a 30 minuti dopo l'instillazione di SICCAFLUID 2,5 mg/g Gel Oftalmico prima di indossare lenti a contatto.

Se il sintomo persiste o peggiora il paziente deve informare il medico.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Siccafluid (carbomer)


In caso di trattamento concomitante con un altro collirio, aspettare 15 minuti tra un'instillazione e l'altra.

SICCAFLUID 2,5 mg/g, Gel Oftalmico deve essere l'ultimo farmaco ad essere instillato.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Siccafluid (carbomer)? Dosi e modo d'uso


Uso Oftalmico

ADULTI (anziani inclusi)

Instillare una goccia di gel oftalmico nella sacca congiuntivale inferiore, 1-4 volte al giorno, in funzione del grado dei disturbi oculari.

Bambini e adolescenti fino ai 18 anni:

La sicurezza e l'efficacia di SICCAFLUID 2,5 mg/g gel oftalmico nei bambini e negli adolescenti alla posologia raccomandata per gli adulti sono state stabilite dall'esperienza clinica, ma non sono disponibili dati ottenuti da studi clinici.

Dopo l'instillazione il flacone deve essere conservato in posizione verticale con il tappo rivolto verso il basso al fine di facilitare la formazione di gocce per il successivo utilizzo.

Evitare di toccare l'occhio con l'estremità del flacone. Richiudere dopo l'uso.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Siccafluid (carbomer)


Qualsiasi sovradosaggio che può occorrere dopo somministrazione oculare o dopo assunzione orale non è di rilevanza clinica.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Siccafluid (carbomer)


Come per gli altri colliri, possibilità di un leggero e momentaneo prurito o bruciore dopo l'instillazione.

Una transitoria visione offuscata può verificarsi in seguito all'instillazione prima che il gel si distribuisca uniformemente sulla superficie dell'occhio.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Siccafluid (carbomer) durante la gravidanza e l'allattamento?


Non si hanno esperienze in merito alla sicurezza dell'uso di SICCAFLUID 2,5 mg/g, Gel Oftalmico durante la gravidanza e l'allattamento. Deve essere prescritto con cautela alle donne in gravidanza e durante l'allattamento.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Siccafluid (carbomer) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


La visione può essere offuscata per qualche minuto dopo l'instillazione.

In tal caso, il paziente deve essere avvisato di non guidare o non utilizzare macchinari pericolosi fino alla normale ripresa della visione.


PRINCIPIO ATTIVO


Carbomero 974P 2,5 mg/g

Eccipiente: Benzalconio cloruro (0,06 mg/g)

Per l'elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1


ECCIPIENTI


Benzalconio cloruro, sorbitolo, lisina monoidrata, sodio acetato triidrato, polivinile alcool, acqua per preparazioni iniettabili.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 30 mesi

Non conservare al di sopra dei 25°C.

Conservare il prodotto all'interno dell'astuccio al fine di ripararlo dalla luce.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


10 g in flacone (PE) da 10 ml con contagocce (PE)


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 19/06/2015

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube