Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

Ultimo aggiornamento: 05 aprile 2017
Farmaci - Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese

Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Industria Farmaceutica Galenica Senese S.r.l.

MARCHIO

Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese

CONFEZIONE

2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

ALTRE CONFEZIONI DI SODIO + POTASSIO BICARBONATO GALENICA SENESE DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
sodio bicarbonato + potassio bicarbonato

FORMA FARMACEUTICA
preparazione iniettabile

GRUPPO TERAPEUTICO
Soluzioni endovena elettrolitiche

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
13,10 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

Trattamento delle forme subacute di acidosi metabolica quando associate a modesta deplezione di potassio. Nelle intossicazioni da barbiturici, salicilati, alcool metilico e nelle iperuricemie. È indicato nelle perdite intestinali di bicarbonato (diarrea).


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti;

Pazienti con alcalosi metabolica o respiratoria, specie se ipocloremiche

Ipocalcemia per un aumento di rischio di tetania;

Ipocloremia;

Ipernatremia

Pletore idrosaline

Iperkalemia.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

Da non iniettare come tale, ma solo dopo opportuna diluizione con soluzione di glucosio 5% o soluzione fisiologica e altre soluzioni di largo volume purché compatibili.

La soluzione deve essere limpida, incolore e priva di particelle visibili. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l'eventuale residuo non può essere utilizzato.

Non usare con soluzioni contenenti noradrenalina e dobutamina.

Usare con grande cautela in pazienti con scompenso cardiaco congestizio, insufficienza renale grave e in stati clinici associati ad edemi e ritenzione idrosalina, in pazienti in trattamento con farmaci corticosteroidei o corticotropinici .

Correggere un'eventuale deplezione di calcio per evitare manifestazioni tetaniche.

Monitorizzare il bilancio dei fluidi, gli elettroliti e l'equilibrio acido-base.

Uso pediatrico: Non sono stati condotti studi controllati specifici su pazienti in età pediatrica. Di conseguenza è necessario prestare la massima cautela nella somministrazione di Sodio e Potassio Bicarbonato GALENICA SENESE ai soggetti di questa età.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

II sodio bicarbonato, alcalinizzando le urine, può diminuire l'eliminazione dei farmaci basici aumentandone la durata d'azione e la tossicità. Questa interazione è stata riscontrata per: chinidina, amfetamine, efedrina, pseudoefedrina, memantina, flecainide e mecamilammina.

Con lo stesso meccanismo il sodio bicarbonato può determinare una maggiore eliminazione di alcuni farmaci, con conseguente diminuzione del loro effetto. Tale interazione è stata riscontrata per: aspirina, clorpropamide, litio, metenamina e tetracicline (specialmente doxiciclina).

Le seguenti interazioni devono inoltre essere considerate in caso si verifichi un aumento delle concentrazioni plasmatiche di qualche elettrolita:

Riferite al sodio:

corticoidi/steroidi e carbenoxolone possono essere associati alla ritenzione di sodio e acqua (con edema e ipertensione).

Riferite al potassio:

  • suxametonio,
  • diuretici risparmiatori di potassio (amiloride, spironolattone, triamterene, da soli o in associazione),
  • tacrolimus, ciclosporina
  • ACE-inibitori, eparina
possono determinare l'aumento delle concentrazioni plasmatiche di potassio e portare all'iperpotassiemia potenzialmente letale specialmente in caso di insufficienza renale che a sua volta potenzia l'effetto iperpotassiemico.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

Per via endovenosa.

La dose è dipendente dall'età, peso, e condizioni cliniche del paziente. Nelle forme subacute e croniche di acidosi metabolica somministrare da 2 a 5 mEq di bicarbonato per Kg di peso corporeo durante 4-8 ore. Nei bambini somministrare molto lentamente e non più di 8 mEq di bicarbonato per Kg di peso corporeo al giorno per evitare diminuzione della pressione cerebrospinale e possibili emorragie intracraniche. Si consiglia di non ottenere una piena correzione dell'acidosi nelle prime 24 ore per evitare un'alcalosi legata ad un eccessivo ipercompenso respiratorio.

Agitare bene durante la preparazione e prima dell'uso.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

L'eccessiva somministrazione di bicarbonato può determinare alcalosi metabolica, specialmente in pazienti con ridotta funzionalità renale.

Sintomi

Possono includere accorciamento del respiro e debolezza muscolare (associati a deplezione di potassio). Ipertonia muscolare, spasmi e tetania possono presentarsi in particolar modo nei pazienti ipocalcemici.

Nei pazienti epilettici è possibile osservare aggravamento o esacerbazione delle malattia.

Dosi eccessive di sodio possono determinare tachicardia, ritmo cardiaco irregolare, confusione, stupore, letargia, convulsioni coma.

Dosi eccessive di potassio possono determinare iperkaliemia con sintomi che includono parestesie alle estremità, debolezza muscolare, paralisi , ipotensione, aritmie cardiache, arresto cardiaco.

Trattamento

Il trattamento dell'alcalosi metabolica consiste principalmente nell'appropriata correzione dei fluidi e del bilancio elettrolitico, principalmente mediante la somministrazione di sali di cloruro.

Se necessario devono essere fornite appropriate misure sintomatiche e di supporto.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Sodio + Potassio Bicarbonato Galenica Senese 2 meq/ml concentrato per soluzione per infusione 10 fiale 20 ml

Sono riportati gli effetti indesiderati del sodio bicarbonato e potassio bicarbonato, organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati.

Patologie vascolari

Cellulite chimica con necrosi tissutale per stravaso accidentale nei tessuti molli, trombosi venose o flebiti.

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

Alcalosi metabolica, specialmente nei pazienti con insufficienza renale; i sintomi comprendono respiro affannoso (per iperventilazione compensatoria, che può durare anche 24 ore), debolezza muscolare associata a deplezione di potassio, ipertono muscolare, spasmi muscolari e tetania che possono manifestarsi specialmente nei pazienti ipocalcemici.

Esami diagnostici

Ipernatriemia.

Iperosmolarità

Iperkaliemia.

Infezioni ed infestazioni

Infezioni nella sede di iniezione

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Piressia

In caso di reazione avversa, interrompere la somministrazione e conservare la parte non somministrata per eventuali esami.


CONSERVAZIONE



Conservare in contenitori ermeticamente chiusi, a temperatura non superiore a 25°C. Non congelare.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Sudamina (caldo eccessivo)
Pelle
05 agosto 2018
Libri e pubblicazioni
Sudamina (caldo eccessivo)
Bellezza e benessere delle mani in cinque step
Pelle
03 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Bellezza e benessere delle mani in cinque step
 Come va trattata la pelle disidratata
Pelle
30 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Come va trattata la pelle disidratata
L'esperto risponde