Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

Ultimo aggiornamento: 05 aprile 2017
Farmaci - Sucramal

Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Scharper S.p.a.

MARCHIO

Sucramal

CONFEZIONE

2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

ALTRE CONFEZIONI DI SUCRAMAL DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
sucralfato

FORMA FARMACEUTICA
granulato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiulcera

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
60 mesi

PREZZO
5,87 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

Ulcera gastrica, ulcera duodenale. gastrite acuta, gastriti croniche sintomatiche, gastropatie da FANS (antinfiammatori non steroidei), esofagite da reflusso.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.

Non somministrare durante eventuali trattamenti antibiotici con tetracicline per evitare la formazione di sali complessi con conseguente inattivazione dell'antibiotico.

Il sucralfato non deve essere somministrato a neonati prematuri.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

Sucramal va usato con cautela nei pazienti con insufficienza renale cronica. In tali pazienti l'escrezione dell'alluminio assorbito può risultare compromessa.

L'impiego in gravidanza deve essere attentamente valutato e riservato in casi ove sia chiaramente necessario .

Sono stati riportati casi di formazione di bezoari dopo somministrazione di sucralfato principalmente in pazienti gravemente malati in trattamento in unità di terapia intensiva. La maggior parte dei pazienti (inclusi neonati nei quali il sucralfato non è raccomandato) aveva condizioni mediche di base che potevano predisporre alla formazione di bezoari (come ad esempio lo svuotamento gastrico ritardato a causa di terapia farmacologica/chirurgica o disturbi che riducono la motilità), o era contemporaneamente alimentata attraverso nutrizione enterale.

Un noto studio condotto in Francia nei neonati che hanno ricevuto sucralfato ha messo in luce che il 73% dei trattati ha mostrato gravi problemi digestivi e il 36% ha presentato una sindrome occlusiva che ha richiesto trattamento medico.

Popolazione pediatrica:

L'uso di Sucramal nei bambini al di sotto dei 14 anni di età non è raccomandato a causa di dati insufficienti sulla sua sicurezza ed efficacia.

Si sconsiglia l'utilizzo di Sucramal con tetracicline .

Sucramal contiene mannitolo che può avere un lieve effetto lassativo.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

Il sucralfato non va somministrato durante eventuale trattamento con tetracicline per evitare la formazione di sali complessi con conseguente inattivazione dell'antibiotico.

In caso di somministrazione concomitante di sucralfato e fenitoina, warfarina, digossina ed antibiotici fluorochinolonici (ad esempio ciprofloxacina e norfloxacina), il tasso di assorbimento di tali farmaci è ridotto. Si consiglia pertanto di interporre un intervallo di almeno due ore tra l'assunzione di sucralfato e quella di altri farmaci.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

1 bustina da 2 g 2 volte al giorno a stomaco vuoto, un'ora prima dei pasti e prima di coricarsi.

Il contenuto della bustina va sospeso in poca acqua agitando opportunamente.

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l'efficacia di Sucramal nei bambini al di sotto di 14 anni di età non sono state stabilite.

I dati al momento disponibili sono riportati nel paragrafo (qui non riportato) 5.1.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Sucramal 2 g granulato per sospensione orale 30 bustine

Non sono noti dati relativi a sovradosaggio nell'uomo. Le prove di tossicità acuta nell'animale, usando dosi sino a 12 g/Kg di peso corporeo, non hanno permesso di determinare una dose letale.


CONSERVAZIONE



Nessuna precauzione particolare.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Celiachia
Stomaco e intestino
16 luglio 2018
Patologie
Celiachia
Mal di viaggio: sintomi e rimedi
Stomaco e intestino
03 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mal di viaggio: sintomi e rimedi
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
L'esperto risponde