Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018
Farmaci - Tegens

Tegens 160 mg 20 capsule rigide




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Sanofi S.p.A.

MARCHIO

Tegens

CONFEZIONE

160 mg 20 capsule rigide

ALTRE CONFEZIONI DI TEGENS DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
mirtillina

FORMA FARMACEUTICA
capsula

GRUPPO TERAPEUTICO
Capillaroprotettori

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Sintomi attribuibili ad insufficienza venosa; stati di fragilità capillare.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Come per tutti i trattamenti sintomatici è necessario rivolgersi al proprio Medico Curante qualora i sintomi non migliorassero dopo breve periodo di trattamento. L'impiego clinico non ha messo in evidenza la necessità di particolari cautele per l'uso del farmaco.

Questo medicinale contiene lattosio: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di lattasi, o da malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale.

Popolazione pediatrica

L'uso del prodotto è riservato agli adulti.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Non sono mai stati segnalati fenomeni riferibili a interazioni con altre sostanze.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Posologia

ADULTI:

in generale, lo schema posologico consigliato è il seguente:

  • capsule o bustine di granulato da 80 mg: 2-4 al giorno
È opportuno assumere questo medicinale al mattino e alla sera, con intervalli di 6-8 ore.

  • capsule o bustine di granulato da 160 mg: 1-2 al giorno.
È opportuno assumere questo medicinale al mattino e alla sera, con intervalli di 12-24 ore.

Non superare le dosi consigliate.

Popolazione pediatrica

L'uso del prodotto è riservato agli adulti.

Modo di somministrazione

Il granulato, da assumere come tale o sciolto in poca acqua, è consigliato in soggetti con difficoltà della deglutizione e in condizioni di irritabilità della mucosa gastrica da processi gastrico-ulcerosi.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Tegens 160 mg 20 capsule rigide

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Tegens 160 mg 20 capsule rigide

TEGENS presenta ottima tollerabilità. Sono stati segnalati rari casi di disturbi gastrointestinali, quali bruciori di stomaco, nausea e senso di pesantezza gastrica, ed eritemi cutanei.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un  monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


CONSERVAZIONE



Capsule rigide: conservare a temperatura non superiore a 30°C.

Granulato per soluzione orale: nessuna speciale precauzione per la conservazione.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO



Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Gravidanza. Fare attenzione al caldo estivo
Salute femminile
24 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gravidanza. Fare attenzione al caldo estivo
Campagna mondiale per la salute della donna
Salute femminile
20 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna mondiale per la salute della donna
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Aritmie. Cosa sono e come riconoscerle