Ticalma 100 mg 30 compresse rivestite

29 marzo 2020

Farmaci - Ticalma

Ticalma 100 mg 30 compresse rivestite




Ticalma è un farmaco a base di valeriana estratto idroalcoolico secco, appartenente al gruppo terapeutico Ipnotici e sedativi vegetali. E' commercializzato in Italia da Kelémata S.r.l..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Kelémata S.r.l.

MARCHIO

Ticalma

CONFEZIONE

100 mg 30 compresse rivestite

FORMA FARMACEUTICA
compressa rivestita

ALTRE CONFEZIONI DI TICALMA DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
valeriana estratto idroalcoolico secco

GRUPPO TERAPEUTICO
Ipnotici e sedativi vegetali

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

PREZZO
DISCR.


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)? Perchè si usa?


Blando sedativo, anche per favorire il riposo notturno.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi dei componenti.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)


Poiché non sono disponibili dati sull'efficacia e sicurezza del farmaco in pediatria, l'uso di questo medicinale non è raccomandato nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Se i sintomi peggiorano dopo 2 settimane di trattamento continuo, si raccomanda di consultare un medico.

Questo medicinale contiene lattosio pertanto i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit di Lapp lattasi, o da malassorbimento di glucosiogalattosio, non devono assumere questo medicinale.

Questo medicinale contiene saccarosio. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)


Sono disponibili solo dati limitati sulle interazioni farmacologiche con altri medicinali. Non è stata osservata un'interazione clinicamente rilevante con farmaci metabolizzati dal citocromo CYP 2D6, CYP 3A4/5, CYP 1A2 o CYP 2E1.

Tuttavia, verosimilmente, gli estratti di valeriana possono potenziare gli effetti depressivi sul sistema nervoso centrale indotti da altre sostanze, quali barbiturici e clorpromazina; se ne deduce che l'impiego contemporaneo con psicofarmaci, barbiturici o sedativi maggiori richiede una diagnosi e un controllo medico.

L'effetto di TICALMA può essere potenziato dal consumo concomitante di alcol, il consumo di alcol deve essere pertanto evitato.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)? Dosi e modo d'uso


1-2 compresse rivestite, tre volte al dì. Non masticare le compresse. Ingerire la compressa intera, aiutandosi con un sorso d'acqua. Si consiglia la  somministrazione delle compresse rivestite dopo i pasti principali e la sera prima di coricarsi.

Non superare le dosi consigliate.

Popolazione pediatrica. L'uso nei bambini al di sotto dei 12 anni è sconsigliato, poichè non sono disponibili dati sull'efficacia e sicurezza del farmaco in pediatria.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)


La radice di valeriana ad una dose di circa 20 g causa sintomi lievi (affaticamento, crampi

addominali, sensazione di leggera vertigine, oppressione toracica, tremori alle mani e

midriasi) che scompaiono nelle 24 ore. Se i sintomi compaiono, si deve instaurare un

adeguato trattamento.

A causa di elevato sovradosaggio, è verosimile ammettere effetti deprimenti sul sistema

nervoso centrale.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco)


Sintomi gastro-intestinali (ad esempio nausea, crampi addominali) possono verificarsi dopo l'ingestione di preparati a base di radice di valeriana. La frequenza non è nota.

Se si verificano altre reazioni avverse non precedentemente indicate, deve essere consultato un medico o un farmacista.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette.

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: “http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili“.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco) durante la gravidanza e l'allattamento?


La sicurezza durante la gravidanza e l'allattamento non è stata stabilita. Come misura precauzionale, a causa della mancanza di dati, l'uso durante la gravidanza e l'allattamento non è raccomandato.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Ticalma (valeriana estratto idroalcoolico secco) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


L'assunzione di preparazioni a base di valeriana può ridurre la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari


PRINCIPIO ATTIVO


Una compressa rivestita contiene:

Principio attivo:

Valeriana estratto secco idroalcolico mg 100

Eccipienti: saccarosio, lattosio

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1


ECCIPIENTI


Amido, lattosio, PVP, talco, Aquacoat CPD, dietilftalato, saccarosio, gomma arabica, titanio biossido, cera carnauba.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 60 mesi

Questo medicinale non richiede alcuna speciale condizione di conservazione.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Astuccio di cartone litografato contenente 3 blister (costituiti da alluminio e PVC) da 10 compresse ciascuno ed il foglio illustrativo.


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 20/11/2017

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube