Tobrastill 0,3% collirio soluzione flacone 5 ml

09 aprile 2020

Farmaci - Tobrastill

Tobrastill 0,3% collirio soluzione flacone 5 ml




Tobrastill è un farmaco a base di tobramicina, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici aminoglicosidici. E' commercializzato in Italia da Bruschettini S.r.l..


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Bruschettini S.r.l.

MARCHIO

Tobrastill

CONFEZIONE

0,3% collirio soluzione flacone 5 ml

FORMA FARMACEUTICA
collirio

PRINCIPIO ATTIVO
tobramicina

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibatterici aminoglicosidici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

PREZZO
6,50 €


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Tobrastill (tobramicina)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Tobrastill (tobramicina)? Perchè si usa?


Tobrastill 0,3% collirio soluzione è indicato nel trattamento delle infezioni dell'occhio e degli annessi oculari, causate da batteri sensibili alla tobramicina: congiuntiviti catarrali acute, subacute e croniche; blefariti; cheratiti batteriche; dacriocistiti; profilassi pre e post-operatorie negli interventi sul segmento anteriore.





CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Tobrastill (tobramicina)


Ipersensibilità ad uno dei componenti.



AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Tobrastill (tobramicina)


Come per tutti gli antibiotici, l'uso prolungato può favorire la crescita di microrganismi resistenti, inclusi i funghi. Nel caso in cui la somministrazione topica di tobramicina si accompagni a trattamento sistemico con antibiotici aminoglicosidici, deve essere attentamente controllata la concentrazione sierica totale. Non superare le dosi o il periodo di terapia consigliati dal Medico. Tenere il medicinale fuori della portata dei bambini.



INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Tobrastill (tobramicina)


Il componente tyloxapol è incompatibile con la tetraciclina.



POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Tobrastill (tobramicina)? Dosi e modo d'uso


Instillare nel sacco congiuntivale due gocce quattro volte al giorno nelle forme acute e tre volte al giorno nelle forme croniche, secondo prescrizione medica.



SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Tobrastill (tobramicina)


Non si conoscono casi di sovradosaggio.



EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Tobrastill (tobramicina)


Come con tutti gli antibiotici aminoglicosidici per uso topico oculare, potrebbero manifestarsi reazioni di intolleranza o di ipersensibilità locale quali prurito, gonfiore palpebrale o eritema congiuntivale. Questi fenomeni sono stati rilevati in meno del 3% dei pazienti trattati.



GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Tobrastill (tobramicina) durante la gravidanza e l'allattamento?


Studi clinici hanno dimostrato che la tobramicina per uso oftalmico è sicura ed efficace nell'uso pediatrico. Nelle donne in stato di gravidanza e nella prima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del Medico. Il prodotto non deve essere usato durante l'allattamento. Se il Medico ritenesse il trattamento necessario, l'allattamento dovrà essere sospeso.



GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Tobrastill (tobramicina) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Nessuno.



PRINCIPIO ATTIVO


100 ml di soluzione contengono:

Principio attivo: tobramicina 0,3 g.



ECCIPIENTI


Tyloxapol, acido borico, sodio solfato anidro, sodio cloruro, benzalconio cloruro, acqua depurata.



SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 36 mesi

Non conservare al di sopra di 25 °C.



NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Flaconcino in polietilene bianco a bassa densità con contagocce, sigillato con una capsula in polipropilene.



PATOLOGIE CORRELATE




Data ultimo aggiornamento scheda: 01/09/2017

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube