Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2018
Farmaci - Transitol

Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Pharmasearch Ltd

MARCHIO

Transitol

CONFEZIONE

os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

PRINCIPIO ATTIVO
lattulosio + paraffina liquida + vaselina bianca

FORMA FARMACEUTICA
pasta

GRUPPO TERAPEUTICO
Lassativi

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

Trattamento sintomatico della stitichezza negli adulti.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

  • Ipersensibilità ai principi attivi o a uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Patologie organiche infiammatorie dell'intestino (rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn), megacolon tossico, ostruzione gastrointestinale o sindromi subocclusive, perforazioni digestive o rischio di perforazioni digestive, sindromi dolorose addominali di origine non accertata.



AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

Non è raccomandato l'uso prolungato (per più di 8 giorni) per il trattamento della stitichezza, senza consiglio medico.

Questo trattamento non è indicato per i bambini, in quanto non sono stati condotti studi in questa popolazione.

L'uso di questo prodotto deve essere evitato in pazienti a rischio di fenilchetonuria, a causa della presenza di aspartame (E951).

Poiché la diarrea provocata dal lattulosio può comportare squilibrio elettrolitico, usare con cautela in pazienti predisposti a disturbi elettrolitici (per esempio, pazienti con insufficienza renale o epatica, o pazienti in trattamento concomitante con diuretici).

L'olio di paraffina va somministrato con attenzione ai soggetti costretti in posizione supina o ai pazienti con difficoltà di deglutizione al fine di evitare il rischio di inalazione bronchiale e polmonite lipoidea.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

L'uso prolungato può ridurre l'assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K) a causa dell'olio di paraffina contenuto nel medicinale.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

Uso orale.

Riservato agli adulti.

Per la somministrazione, viene usato un cucchiaio dosatore.

La dose giornaliera raccomandata è da 5 a 15 ml (da 1 a 3 cucchiai dosatori), in somministrazione unica alla sera.

La dose non deve essere assunta in posizione supina o subito prima di andare a letto .

La posologia deve essere adattata secondo le esigenze individuali, in funzione della risposta ottenuta.

La durata del trattamento è limitata a 8 giorni.

In caso si manifesti diarrea, la posologia deve essere ridotta. Se la diarrea persiste, il trattamento con Transitol deve essere sospeso.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

Sintomo: diarrea

Trattamento: interruzione del trattamento o riduzione della dose. La perdita estensiva di liquidi causata da diarrea o vomito può richiedere la correzione del quadro elettrolitico.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Transitol os pasta 150 g in vasetto + cucchiaio dosatore 5 ml

  • Flatulenza, feci semiliquide. Questi fenomeni possono comparire all'inizio del trattamento ma scompaiono con l'aggiustamento del dosaggio.
  • Prurito, dolore anale e moderata perdita di peso.
  • L'uso di olio di paraffina può indurre perdite rettali oleose e talvolta irritazione peri-anale.
Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato nell'Agenzia Italiana del Farmaco.



CONSERVAZIONE



Non conservare a temperatura superiore ai 30°C.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
Smoothies, solo una moda o concentrati di fibre e vitamine?
Alimentazione
20 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Smoothies, solo una moda o concentrati di fibre e vitamine?
Se mangi mediterraneo sei meno depresso
Alimentazione
16 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Se mangi mediterraneo sei meno depresso
Con la zucca previeni il diabete, l’ipertensione e dimagrisci
Alimentazione
13 ottobre 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la zucca previeni il diabete, l’ipertensione e dimagrisci
L'esperto risponde