Iobenguano (131I) Ge Healthcare

24 gennaio 2021

Iobenguano (131I) Ge Healthcare


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Iobenguano (131I) Ge Healthcare (iobenguano)


Iobenguano (131I) Ge Healthcare è un farmaco a base di iobenguano, appartenente al gruppo terapeutico Radiofarmaceutici terapeutici. E' commercializzato in Italia da GE Healthcare S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Iobenguano (131I) Ge Healthcare disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Iobenguano (131I) Ge Healthcare disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Iobenguano (131I) Ge Healthcare e perchè si usa


Radioterapia di tessuti tumorali in grado di trattenere la meta-iodobenzilguanidina.

Si tratta di tumori che originano da cellule embriologicamente derivanti dalla cresta neurale: feocromocitomi, neuroblastomi, carcinoidi e carcinomi midollari della ghiandola tiroide (CMT).

Indicazioni: come usare Iobenguano (131I) Ge Healthcare, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Adulti

La dose terapeutica con una determinata quantità di iobenguano (131I) è valutata individualmente sulla base di uno studio di dosimetria. La quantità della dose e l'intervallo/gli intervalli tra le possibili somministrazioni multiple sono determinati principalmente dalla radiotossicità ematologica e dal tipo di tumore. Maggiore è la rapidità di progressione del tumore, minore è l'intervallo.

La dose terapeutica fissata è compresa tra 3,7 e 7,4 GBq.

Pazienti anziani

Non è richiesto un particolare schema di dosaggio per i pazienti anziani.

Popolazione pediatrica

Le dosi raccomandate sono uguali per i bambini e per gli adulti.

L'uso di questo medicinale è controindicato nei neonati prematuri e nei neonati (vedere paragrafo 4.3)

Modo di somministrazione

La attività terapeutica deve essere somministrata per via endovenosa, generalmente sotto forma di infusione lenta per un periodo di 1 - 4 ore.

Il margine di sicurezza tra le quantità somministrate di iobenguano (in particolare per dosi terapeutiche) e il livello a cui si possono verificare effetti secondari indesiderati non è molto ampio, pertanto i pazienti devono essere mantenuti sotto attenta sorveglianza durante, e per almeno alcune ore dopo, l'infusione del farmaco.

Per la preparazione del paziente vedere paragrafo 4.4.

Per le istruzioni sulla preparazione del medicinale prima della somministrazione vedere paragrafo 12.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Iobenguano (131I) Ge Healthcare


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Gravidanza.
  • Allattamento.
  • Questo medicinale contiene alcool benzilico: 10 mg/ml. Pertanto è controindicato nei neonati prematuri o nei neonati.

Iobenguano (131I) Ge Healthcare può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Donne potenzialmente fertili

Quando è necessario somministrare medicinali radioattivi a donne potenzialmente fertili, si devono assumere sempre informazioni su una possibile gravidanza. Ove non sia provato il contrario, qualsiasi donna che abbia saltato un ciclo mestruale deve essere considerata in stato di gravidanza. In caso di dubbi riguardo ad una possibile gravidanza (se la donna ha saltato un ciclo mestruale, se il ciclo mestruale è molto irregolare, ecc.), devono essere proposte alla paziente tecniche alternative che non utilizzino radiazioni ionizzanti.

Contraccezione negli uomini e nelle donne

Le donne che assumono iobenguano (131I) devono essere avvisate di NON iniziare una gravidanza per un periodo di 6-12 mesi dalla somministrazione. Devono pertanto essere adottate adeguate misure contraccettive.

Gravidanza

Il medicinale è controindicato nelle donne in stato di gravidanza (vedere paragrafo 4.3).

Allattamento

Il medicinale è controindicato durante l'allattamento al seno (vedere paragrafo 4.3)

Fertilità

Non sono stati condotti studi sulla tossicità riproduttiva negli animali (vedere paragrafo 5.3).


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa