Lacrimalfa

25 gennaio 2021

Lacrimalfa


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Nota: Per informazioni su farmaci e confezioni ritirate dal commercio accedi al portale AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).


Cos'è Lacrimalfa (sodio cloruro + sodio bicarbonato + sodio fosfato monobasico diidrato + magnesio solfato)


Lacrimalfa è un farmaco a base di sodio cloruro + sodio bicarbonato + sodio fosfato monobasico diidrato + magnesio solfato, appartenente al gruppo terapeutico Oftalmologici.

A cosa serve Lacrimalfa e perchè si usa


Insufficiente secrezione lacrimale per ragioni ambientali come vento, esposizione prolungata ai raggi solari, eccessivo fumo o secchezza dell'ambiente. Per facilitare l'applicazione giornaliera delle lenti a contatto.

Indicazioni: come usare Lacrimalfa, posologia, dosi e modo d'uso


Collirio: instillare 1 o 2 gocce di soluzione di Lacrimalfa nel sacco congiuntivale di ciascun occhio, tre, quattro volte al giorno, o secondo parere medico.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Lacrimalfa


Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Lacrimalfa può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Trattandosi di una soluzione fisiologica umidificante, il prodotto non è controindicato in gravidanza e in allattamento.

Quali sono gli effetti indesiderati di Lacrimalfa


È possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore o irritazione), peraltro priva di conseguenze, che non richiede modifica del trattamento.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa