Levotiroxina Teva

07 luglio 2020

Levotiroxina Teva




Levotiroxina Teva è un farmaco a base di levotiroxina sodica, appartenente al gruppo terapeutico Ormoni tiroidei. E' commercializzato in Italia da Teva Italia S.r.l. - Sede legale.


Confezioni e formulazioni di Levotiroxina Teva (levotiroxina sodica) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Levotiroxina Teva (levotiroxina sodica) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Levotiroxina Teva (levotiroxina sodica) e perchè si usa


  • Ipotiroidismo
  • Profilassi contro il gozzo ricorrente successivo alla resezione del gozzo eutiroideo
  • Gozzo benigno eutiroideo
  • Terapia soppressiva e sostitutiva delle patologie maligne della tiroide, specialmente post-tiroidectomia.
25 microgrammi

  • Co-terapia nel trattamento antitiroideo dell'ipertiroidismo, una volta raggiunto lo stato eutiroideo.
50 microgrammi

  • Co-terapia nel trattamento antitiroideo dell'ipertiroidismo, una volta raggiunto lo stato eutiroideo.
75 microgrammi

  • Co-terapia nel trattamento antitiroideo dell'ipertiroidismo, una volta raggiunto lo stato eutiroideo.
100 microgrammi

  • Co-terapia nel trattamento antitiroideo dell'ipertiroidismo, una volta raggiunto lo stato   eutiroideo
  •  Test di soppressione tiroidea.
150 microgrammi

  • Test di soppressione tiroidea.
200 microgrammi

  • Test di soppressione tiroidea.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Levotiroxina Teva (levotiroxina sodica)


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti
  • Ipertiroidismo non trattato
  • Insufficienza surrenale non trattata
  • Insufficienza pituitaria non trattata
  • Infarto miocardico acuto
  • Miocardite acuta
  • Pancardite acuta
In corso di gravidanza, l'assunzione concomitante di levotiroxina ed un farmaco antitiroideo è controindicata.

Per l'uso in gravidanza e allattamento, vedere il paragrafo 4.6.



Levotiroxina Teva (levotiroxina sodica) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza e allattamento

In particolare durante la gravidanza e l'allattamento, il trattamento con ormoni tiroidei deve essere somministrato regolarmente. Nonostante il largo impiego durante la gravidanza, ad oggi non sono stati segnalati effetti indesiderabili sulla gravidanza o sulla salute fetale/neonatale dovuti a levotiroxina. Anche nella terapia con alte dosi di levotiroxina, la quantità di ormone tiroideo secreto nel latte materno durante l'allattamento non è sufficiente a indurre lo sviluppo di ipertiroidismo o la soppressione della secrezione di TSH nel lattante.

I quantitativi necessari di levotiroxina possono aumentare durante la gravidanza a causa degli estrogeni. Durante e dopo la gravidanza è quindi opportuno un monitoraggio attento della funzionalità tiroidea per prevedere, eventualmente, una correzione posologica dell'ormone tiroideo.

I test di soppressione non devono essere eseguiti durante la gravidanza e l'allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Levotiroxina Teva (levotiroxina sodica)


Non sono stati segnalati effetti indesiderati durante il trattamento con Levotiroxina Teva, se utilizzata correttamente, monitorando i rilievi clinici e i risultati degli esami di laboratorio. Se in casi individuali l'entità della dose non è tollerata, oppure in caso di sovradosaggio, possono manifestarsi i sintomi tipici dell'ipertiroidismo, in particolare se l'aumento della dose avviene troppo rapidamente all'inizio del trattamento. Tali sintomi includono:

Generali:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): cefalea, rossore, febbre, sudorazione

Disturbi del sistema immunitario:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): reazioni da ipersensibilità inclusi eruzione cutanea, prurito ed edema

Metabolici:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): calo ponderale

Patologie del sistema nervoso:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): tremore, irrequietezza, eccitabilità, insonnia.

Raro (≥ 1/10,000 e < 1/1.000): ipertensione endocranica benigna nel bambino.

Patologie cardiovascolari:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): dolore anginoso, aritmie cardiache, palpitazioni, tachicardia, ipertensione, insufficienza cardiaca, infarto miocardico

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): dispnea

Patologie gastrointestinali:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): appetito aumentato, dolore addominale, nausea, diarrea, vomito

Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): crampi muscolari, debolezza muscolare, craniostenosi nel lattante e chiusura prematura dell'epifisi nel bambino.

Patologie del sistema riproduttivo:

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili): irregolarità mestruale

Sono state riportate anche intolleranza al calore e perdita transitoria dei capelli nei bambini.

Nel caso di ipersensibilità a levotiroxina o ad uno qualsiasi degli eccipienti di Levotiroxina Teva, si possono verificare reazioni allergiche della cute o delle vie respiratorie.

Segnalazioni delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube