Merbromina Soluzione Cutanea Zeta

20 febbraio 2020

Merbromina Soluzione Cutanea Zeta




Merbromina Soluzione Cutanea Zeta è un farmaco a base di merbromina, appartenente al gruppo terapeutico Antisettici. E' commercializzato in Italia da Zeta Farmaceutici S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina) e perchè si usa


Antisettico cutaneo con attività batteriostatica nei confronti dei batteri gram positivi e gram negativi, indicato per la disinfezione di cute e ferite.



Come usare Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina): posologia, dosi e modo d'uso


Applicare sulla zona interessata alcune gocce 2-3 volte al giorno.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina)


Ipersensibilità al principio attivo, ai derivati mercuriali o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono disponibili dati relativi all'uso del medicinale in gravidanza.

Il medicinale, se utilizzato in accordo con le modalità d'uso, non viene assorbito e quindi non determina effetti sistemici.

Allattamento

Non sono disponibili dati sull'utilizzo di merbromina soluzione cutanea durante l'allattamento e non è noto se il medicinale passi nel latte materno. Tuttavia, poichè l'assorbimento del farmaco può ritenersi trascurabile, è molto improbabile che quantità rilevanti vengano escrete nel latte materno.



Quali sono gli effetti collaterali di Merbromina Soluzione Cutanea Zeta (merbromina)


Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati di merbromina organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati.

Disturbi del sistema immunitario

Reazioni di ipersensibilità.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Dermatiti da contatto.

Tossicità a carico delle cellule epidermiche.

Traumatismo, avvelenamento e complicazioni da procedure

In caso di applicazione del farmaco su superfici estese, mucose, o sotto bendaggio occlusivo, esiste rischio di effetti sistemici (sindrome acrodinica, nefrotossicità) dovuti ad intossicazione da mercurio.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Antibiotico, sì o no?
16 gennaio 2020
Quiz e test della salute
Antibiotico, sì o no?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube