Nutrineal Pd4

12 dicembre 2019

Nutrineal Pd4




Nutrineal Pd4 è un farmaco a base di poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro, appartenente al gruppo terapeutico Soluzioni per dialisi peritoneale ipertoniche. E' commercializzato in Italia da Baxter S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro) e perchè si usa


Nutrineal PD4 è raccomandato quale soluzione per dialisi peritoneale priva di glucosio da utilizzare come parte di un regime di dialisi peritoneale per il trattamento dei pazienti con insufficienza renale cronica. In particolare, è raccomandato per i pazienti malnutriti in dialisi peritoneale.



Come usare Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro): posologia, dosi e modo d'uso


Somministrazione

NUTRINEAL PD4 deve essere somministrato esclusivamente per via intraperitoneale.

Non somministrare per via endovenosa.

Le soluzioni per dialisi peritoneale possono essere riscaldate a 37 °C nell'involucro protettivo esterno per migliorare il comfort del paziente. Questa operazione deve essere effettuata utilizzando calore secco (ad esempio un cuscinetto o una piastra riscaldante). Non riscaldare le soluzioni in acqua per non aumentare il rischio di contaminazione. Per evitare la possibilità di lesioni o disagio per il paziente, non riscaldare le soluzioni in forni a microonde.

Impiegare una tecnica asettica durante tutta la procedura di dialisi peritoneale.

Non somministrare se la soluzione appare opaca o di colore diverso, contiene particelle, mostra segni di perdite oppure se i sigilli non sono intatti.

Controllare che nel fluido drenato non siano presenti fibrina o torbidità che potrebbero essere segnali indicativi di peritonite.

Solo per uso singolo.

Posologia

Il tipo di terapia, la frequenza del trattamento, il volume di scambio, il tempo di permanenza nella cavità peritoneale e la lunghezza della dialisi devono essere stabiliti e supervisionati dal medico prescrittore.

Il trattamento deve essere rivalutato dopo 3 mesi nel caso in cui non si evidenzi alcun miglioramento dello stato del paziente né di tipo clinico né di tipo biochimico.

Adulti: uno scambio per dialisi peritoneale al giorno con una sacca da 2,0 litri o 2,5 litri è il dosaggio raccomandato per un paziente del peso corporeo di 70 kg. In pazienti con peso corporeo inferiore potrebbe essere necessario ridurre il volume di riempimento in funzione del loro peso corporeo.

In casi eccezionali, potrebbe essere indicata una diversa posologia, ma il dosaggio non deve superare i due scambi al giorno.

Da notare che l'apporto proteico totale giornaliero raccomandato è superiore o equivalente a 1,2 g/kg di peso corporeo per gli adulti sottoposti a dialisi peritoneale. Una sacca da 2,0 litri di Nutrineal PD4 contiene 22 g di aminoacidi che corrispondono a 0,30 g/kg di peso corporeo/24 h per un paziente adulto di 70 kg di peso corporeo sottoposto a dialisi (approssimativamente il 25% del fabbisogno proteico giornaliero).

Anziani: come per gli adulti.

Bambini e adolescenti: la sicurezza e l'efficacia nei pazienti pediatrici non sono state determinate. Se viene usato Nutrineal PD4 la posologia raccomandata consiste in uno scambio per dialisi peritoneale al giorno. I benefici clinici di Nutrineal PD4 devono essere bilanciati con i rischi di effetti collaterali in questa categoria di pazienti. Per pazienti pediatrici con più di 2 anni è raccomandato un volume di riempimento da 800 a 1400 ml/m2 fino ad una quantitativo massimo di 2000 ml, se tollerato. In bambini con meno di 2 anni è raccomandato un volume di riempimento da 200 a 1000 ml/m2.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro)


Nutrineal PD4 è controindicato in pazienti con:

  • nota ipersensibilità a uno qualsiasi degli aminoacidi contenuti nel prodotto o ad uno qualsiasi degli eccipienti,
  • un livello di azotemia sierica superiore a 38 mmol/L,
  • sintomi uremici,
  • acidosi metabolica,
  • alterazione congenita del metabolismo degli aminoacidi,
  • insufficienza epatica,
  • grave ipokaliemia,
  • difetti meccanici non correggibili che impediscono una DP efficace o aumentano il rischio di infezione,
  • perdita documentata della funzione peritoneale o aderenze estese che compromettono tale funzione.



Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Non sono disponibili dati clinici relativi al trattamento in gravidanza e allattamento, così come non sono disponibili studi sugli animali. Nutrineal PD4 non deve essere usato durante la gravidanza e l'allattamento se non in caso di assoluta necessità. Vedere sezione 4.4.



Nutrineal Pd4 (poliaminoacidi + calcio cloruro + magnesio cloruro + sodio lattato + sodio cloruro) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Psoriasi
03 ottobre 2019
Patologie mediche
Psoriasi
Angiomi: formazioni vascolari benigne
22 agosto 2019
Patologie mediche
Angiomi: formazioni vascolari benigne
Melanoma
06 agosto 2019
Patologie mediche
Melanoma
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube