Algon iniett. flacone 20 ml

03 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Algon

Algon iniett. flacone 20 ml



TITOLARE:

Zoetis Italia S.r.l.

MARCHIO

Algon

CONFEZIONE

iniett. flacone 20 ml

FORMA FARMACEUTICA
fiala iniettabile

ALTRE CONFEZIONI DI ALGON DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
metamizolo sodico

GRUPPO TERAPEUTICO
Analgesici FANS

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
48 mesi

PREZZO
10,80 €

INDICAZIONI

A cosa serve Algon iniett. flacone 20 ml

per il trattamento dei processi infiammatori dolorosi acuti del sistema muscolo scheletrico e locomotore quali: artriti, miositi, reumatismi. Stati dolorosi in genere.Come antispastico nel trattamento delle coliche degli equini e spasmi uterini. Per il trattamento dello spasmo nell'ostruzione esofagea da corpo estraneo.

MODO D'USO

Come si usa Algon iniett. flacone 20 ml

iniettare per via intramuscolare profonda, ricorrendo alla via endovenosa nei casi più gravi, come per esempio nelle affezioni fortemente dolorose. La somministrazione può essere eventualmente ripetuta nell'arco delle 24 ore. Equini - Bovini: 20 - 50 ml, pari a metamizolo sodico 20-50 mg/kg p.v..Puledri - Vitelli: 5 - 15 ml, pari a metamizolo sodico 25-75 mg/kg p.v.. Suini media/grossa taglia: 10 - 20 ml, pari a metamizolo sodico 30-50 mg/kg p.v.. Cani: 1 - 5 ml, pari a metamizolo sodico 25-50 mg/kg p.v.
Non somministrare il farmaco a soggetti allergici ai pirazolonici ed a quelli con anomalie ematologiche o al midollo osseo.

AVVERTENZE

per quanto concerne i vitelli soggetti a situazioni gravi di stress (trasporto, disidratazione, digiuno, ecc.), o i suini con una carica parassitaria elevata, utilizzare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio/beneficio da parte del Medico Veterinario.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: non somministrare il farmaco a soggetti allergici ai pirazolonici ed a quelli con anomalie ematologiche o al midollo osseo. Evitare la contemporanea somministrazione di farmaci potenzialmente nefrotossici. L´impiego diquesto prodotto in animali molto giovani od anziani può comportare dei rischi. Nel caso in cui tale impiego in queste categorie non può essere evitato, occorre attuare un attento monitoraggio clinico.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa