Amodip 1,25 mg 30 compresse masticabili per gatti

29 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Amodip

Amodip 1,25 mg 30 compresse masticabili per gatti



TITOLARE:

Ceva Salute Animale S.p.A.

MARCHIO

Amodip

CONFEZIONE

1,25 mg 30 compresse masticabili per gatti

FORMA FARMACEUTICA
compressa masticabile

PRINCIPIO ATTIVO
amlodipina besilato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antianginosi, Antipertensivi calcioantagonisti

RICETTA
ricetta medica in copia unica non ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
29,50 €

INDICAZIONI

A cosa serve Amodip 1,25 mg 30 compresse masticabili per gatti

il prodotto è destinato al trattamento dell'ipertensione sistemica nei gatti.

MODO D'USO

Come si usa Amodip 1,25 mg 30 compresse masticabili per gatti

uso orale. Le compresse devono essere somministrate per via orale con o senza cibo ad un dosaggio iniziale raccomandato di 0,125 – 0,25 mg/kg. Dopo 14 giorni di trattamento, il dosaggio può essere successivamente raddoppiato od aumentatofino a 0,5 mg/kg una volta al giorno se non sia stata raggiunta un'adeguata risposta clinica (es. pressione sanguigna sistolica che rimane sopra i 150 mmHg o una diminuzione inferiore al 15% rispetto alla misurazione pre-trattamento).
Peso del gatto: 2,5 - 5 kg; numero di compresse: 0,5.
Peso del gatto: 5,1 - 10,0 kg; numero di compresse: 1.
Peso del gatto: 10,1 kg e oltre; numero di compresse: 2.
Le compresse possono essere rotte in due parti per adattare più accuratamente il dosaggio al peso del gatto. Le compressesono aromatizzate. Possono essere date direttamente agli animali o somministrate con una piccola quantità di cibo.

AVVERTENZE

la causa principale e/o comorbidità dell'ipertensione, come ipertiroidismo, insufficienza renale cronica e diabete, dovrebbero essere identificate e trattate. Si raccomanda di confermare l'ipertensione tramite la misurazione della pressione sanguigna sistolica prima di cominciare la terapia. La somministrazione ripetuta del prodotto per un lungo periodo di tempo deve essere conforme alla valutazione continua del rapporto beneficio/rischio, eseguita dal veterinario prescrittore che include la rilevazione della pressione sanguigna sistolica di routine durante il trattamento (ad esempio ogni 6 - 8 settimane).
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: è richiesta una particolare attenzione in pazienti con patologie epatiche in quanto l'amlodipina è altamente metabolizzata dal fegato. Poiché non sono stati condotti studi in animali con patologie epatiche, l'uso del prodotto in questi animali dovrebbe basarsi su una valutazione beneficio/rischio da parte del veterinario curante. La somministrazione di amlodipina può talvolta determinare una diminuzione dei livelli di potassio sierico e cloruro. Si raccomanda di monitorare tali livelli durante il trattamento. Gatti più anziani con ipertensione e malattia cronica renale (CKD) possono anche soffrire di ipokaliemia come risultato della loro patologia sottostante. La sicurezza dell'amlodipina non è stata stabilita in gatti che pesano meno di 2,5 kg. La sicurezza non è stata testata in gatti con insufficienza cardiaca, pertanto in questi casi l'uso deve basarsi sulla valutazione beneficio/rischio da parte del medico veterinario. Le compresse masticabili sono aromatizzate. Al fine di evitare l'ingestione accidentale, conservare le compresse fuori dalla portata di animali.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa