Baytril Otic gocce auricolari flacone 15 ml

23 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Baytril Otic

Baytril Otic gocce auricolari flacone 15 ml



TITOLARE:

Elanco Italia S.p.A.

MARCHIO

Baytril Otic

CONFEZIONE

gocce auricolari flacone 15 ml

FORMA FARMACEUTICA
gocce

PRINCIPIO ATTIVO
enrofloxacina + sulfadiazina argentica

GRUPPO TERAPEUTICO
Antinfettivi

RICETTA
ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
21,10 €

INDICAZIONI

A cosa serve Baytril Otic gocce auricolari flacone 15 ml

antinfettivo – antimicotico. Per il trattamento delle otiti esterne del cane sostenute e/o complicate da microrganismi sensibili all'enrofloxacina e/o all'argento sulfadiazina, fra cui: batteri (Pseudomonas aeruginosa, Enterobacter spp., Staphylococcus spp.coaugulasi positivi, Streptococcus spp., Aeromonas hydrophila, Klebsiella pneumoniae, Proteus mirabilis), funghi (Aspergillus spp., Candida albicans), lieviti (Malassezia pachydermatis).

MODO D'USO

Come si usa Baytril Otic gocce auricolari flacone 15 ml

instillare 5-10 gocce nell'orecchio da trattare, in cani di peso fino a 16 kg oppure 10-15 gocce nell'orecchio da trattare, per cani di peso superiore a 16 kg. Applicare 2 volte al giorno, per un periodo massimo di 14 giorni. Per esclusivo uso esterno. Agitare bene prima dell'uso. Inclinare la testa del cane, affinché l'orecchio da trattare sia rivolto verso l'alto. Instillare nel canale auricolare il numero di gocce indicato a seconda del peso del cane. Dopo l'applicazione, massaggiare delicatamente l'orecchio, al fine di assicurare la distribuzione completa e uniforme del prodotto lungo tutto il canale auricolare.

AVVERTENZE

vanno esclusi dal trattamento i cani fino a 12 mesi di età o fino al termine della fase di accrescimento. Si consiglia di eseguire un antibiogramma prima dell'inizio del trattamento.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: valutare l'integrità della membrana timpanica prima di instillare il prodotto. Le otiti batteriche o micotiche sono spesso di natura secondaria. Identificare e trattare le cause. L'utilizzo dei fluorochinoloni deve limitarsi al trattamento di condizioni cliniche che hanno risposto scarsamente, o che si ritiene possano rispondere scarsamente, ad altre classi di antimicrobici. Se possibile, i fluorochinoloni devono essere usati esclusivamente in base ai risultati dell'antibiogramma. Un utilizzo diverso dalle istruzioni fornite può condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri resistenti ai fluorochinoloni e allo stesso tempo ridurre l'efficacia del trattamento con altri chinoloni a causa di possibile resistenza crociata. Durante l'uso del medicinale veterinario, è necessario attenersi ai regolamenti ufficiali e locali sull'uso di prodotti antimicrobici.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Psoriasi, combattiamola anche a tavola
26 ottobre 2020
Notizie e aggiornamenti
Psoriasi, combattiamola anche a tavola
Orticaria, come riconoscerla
31 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Orticaria, come riconoscerla
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa