Cefimam DC 150 mg pomata intramammaria per bovine in asciutta 20 siringhe da 4,5 ml

26 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Cefimam DC

Cefimam DC 150 mg pomata intramammaria per bovine in asciutta 20 siringhe da 4,5 ml



TITOLARE:

Norbrook Laboratories Limited

MARCHIO

Cefimam DC

CONFEZIONE

150 mg pomata intramammaria per bovine in asciutta 20 siringhe da 4,5 ml

FORMA FARMACEUTICA
pomate

PRINCIPIO ATTIVO
cefquinome solfato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
-------- €

INDICAZIONI

A cosa serve Cefimam DC 150 mg pomata intramammaria per bovine in asciutta 20 siringhe da 4,5 ml

per il trattamento delle mastiti subcliniche al momento della messa in asciutta e la prevenzione di nuove infezioni batteriche della mammella durante il periodo di asciutta nella vacca da latte causate dai seguenti microrganismi sensibili al cefquinome: Streptococcus uberis, Streptococcus dysgalactiae, Streptococcus agalactiae, Staphylococcus aureus, Stafilococchi coagulasi negativi.

MODO D'USO

Come si usa Cefimam DC 150 mg pomata intramammaria per bovine in asciutta 20 siringhe da 4,5 ml

singola somministrazione intramammaria. Il contenuto di una siringa, pari a 150 mg cefquinome, deve essere infuso delicatamente nel capezzolo di ogni quarto, subito dopo l'ultima mungitura.
Avvertenze per una corretta somministrazione: prima della somministrazione, la mammella va svuotata completamente e il capezzolo e il suo orifizio devono essere accuratamente puliti e disinfettati con la salvietta detergente fornita. Bisogna fare attenzione ad evitare contaminazioni del beccuccio dell'infusore.Inserire delicatamente il beccuccio in ogni quarto per circa 5 mm o per la sua lunghezza totale e infondere il contenuto di una siringa in ogni quarto. Diffondere il prodotto massaggiando con delicatezza il capezzolo e la mammella. La siringa deve essere utilizzata una sola volta.

AVVERTENZE

l'uso del prodotto dovrebbe essere basato su test di sensibilità dei batteri isolati dagli animali. Se non è possibile, la terapia deve essere basata sulle informazioni epidemiologiche locali (regionali, aziendali) sulla sensibilità dei batteri bersaglio. Il prodotto deve essere riservato al trattamento di condizioni cliniche che hanno scarsamente risposto, o che ci si aspetta che rispondano scarsamente, ad altre classi di antibiotici o ad antibiotici β-lattamici a spettro ristretto. L'uso del prodotto diverso dalle istruzioni fornite può aumentare il rischio di sviluppo di resistenza. Non usare le salviette detergenti su capezzoli lesionati. Non usare in lattazione.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Il cucciolo non è un giocattolo
25 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Il cucciolo non è un giocattolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa