Clamoxyl Long Acting im o sottoc. 1 flacone 250 ml

26 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Clamoxyl Long Acting

Clamoxyl Long Acting im o sottoc. 1 flacone 250 ml



TITOLARE:

Zoetis Italia S.r.l.

MARCHIO

Clamoxyl Long Acting

CONFEZIONE

im o sottoc. 1 flacone 250 ml

FORMA FARMACEUTICA
flaconi iniettabili

PRINCIPIO ATTIVO
amoxicillina triidrato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibatterici penicillinici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
39,80 €

INDICAZIONI

A cosa serve Clamoxyl Long Acting im o sottoc. 1 flacone 250 ml

trattamento delle infezioni batteriche (primarie e secondarie) sostenute da agenti sensibili all'amoxicillina. L'amoxicillina è una penicillina semi-sintetica ad ampio spettro, attiva nei confronti di diversi microrganismi Gram-positivi e Gram-negativi, inclusi i seguenti: gram-negativi: Actinobacillus lignieresi, Actinobacillus equuli, Bordetella bronchiseptica, Escherichia coli, Fusobacterium spp., Haemophilus spp., Pasteurella spp., Proteus mirabilis, Salmonella spp.; gram-positivi: Actinomyces bovis, Bacillus anthracis, Clostridium spp., Corynebacterium spp., Erysipelothrix rhusiopathiae streptococchi e stafilococchi (ceppi sensibili alle penicilline). In virtù dell'azione long-acting che consente di effettuare un trattamento ogni 48 ore, il prodotto è particolarmente indicato nei seguenti casi: infezioni dell'apparato respiratorio; infezioni dell'apparato digerente, comprese le enteriti; infezioni dell'apparato genito-urinario, comprese cistiti e metriti; infezioni della pelle e dei tessuti molli, incluse ferite, ascessi, infezioni podali, artriti e onfaliti; prevenzione delle complicanze batteriche post-chirurgiche.

MODO D'USO

Come si usa Clamoxyl Long Acting im o sottoc. 1 flacone 250 ml

la dose raccomandata è di 15 mg di amoxicillina pari a 0,1 ml di prodotto per kg di peso corporeo. Somministrazione: agitare il flacone in modo da ottenere una sospensione omogenea. Iniettare per via sottocutanea o intramuscolare nei cani e gatti, e solo per via intramuscolare nei suini, e massaggiare bene il punto di inoculo. La sospensione può causare modeste reazioni locali che si riassorbono prontamente. Non iniettare per via endovenosa o intratecale. Se necessario, la somministrazione può essere ripetuta dopo 48 ore. Per evitare un sottodosaggio il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile. Agitare prima dell'uso. Il prodotto non contiene sostanze preservanti. Pulire il tappo perforabile prima di estrarre ogni singola dose. Come tutte le preparazioni di penicillina, in presenza di acqua si forma prontamente una idrolisi; è quindi importante usare una siringa asciutta per estrarre la sospensione da iniettare, onde evitare di contaminare, con gocce di acqua, la sospensione rimanente nel flacone. Non somministrare a soggetti sensibili alle penicilline.

AVVERTENZE

l'utilizzo del prodotto dovrebbe essere basato su test di sensibilità eseguito su batteri isolati dagli animali. Se ciò non fosse possibile la terapia deve essere basata su informazioni epidemiologiche locali circa la suscettibilità dei batteri target. Un utilizzo diverso dalle istruzioni può condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri resistenti e ridurre l'efficacia dei trattamenti con altri antibattericia causa della possibile comparsa di resistenza crociata. L'utilizzo ripetuto o protratto dell'amoxicillina va evitato migliorando la prassi di gestione e disinfezione. Si deve prestare una particolare attenzione nel migliorare le pratiche di allevamento per evitare ogni condizione di stress. Un'antibioticoterapia a spettro ridotto deve essere utilizzata per un trattamento di prima linea allor quando i test di sensibilità suggeriscono un'efficacia probabile di quest'approccio. Non iniettare per via endovenosa o intratecale. Non somministrare ad animali con accertata ipersensibilità alle penicilline o ad altri farmaci betalattamicio ad uno qualsiasi degli eccipenti. Il Clamoxyl LA, come tutte le beta-lattamine non deve essere somministrato sia per via orale che parenterale a conigli, cavie, criceti, gerbilli ed altri piccoli roditori erbivori.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa