Clavaseptin 100 compresse appetibili da 250 mg

09 marzo 2021
Prodotti veterinari - Scheda Clavaseptin

Clavaseptin 100 compresse appetibili da 250 mg


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

TITOLARE:

Vetoquinol SA

CONCESSIONARIO:

Vétoquinol Italia S.r.l.

MARCHIO

Clavaseptin

CONFEZIONE

100 compresse appetibili da 250 mg

FORMA FARMACEUTICA
compressa

PRINCIPIO ATTIVO
amoxicillina triidrato + acido clavulanico

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibatterici penicillinici

RICETTA
ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
128,60 €

CONFEZIONI DI CLAVASEPTIN DISPONIBILI IN COMMERCIO

INDICAZIONI

A cosa serve Clavaseptin 100 compresse appetibili da 250 mg

cani: trattamento o trattamento di supporto delle infezioni periodontali causate da batteri sensibili all'associazione amoxicillina/acido clavulanico, come Pasteurella spp, Streptococcus spp ed Escherichia coli.

MODO D'USO

Come si usa Clavaseptin 100 compresse appetibili da 250 mg

la posologia raccomandata nei cani è di 10 mg di amoxicillina/2,5 mg di acido clavulanico per kg di p.c., due volte al giorno per via orale, secondo la seguente posologia:
Peso corporeo (kg): [>8-10]; 1 compressa per 20 kg di peso corporeo ogni 12 ore: ½
Peso corporeo (kg): [>10-20]; 1 compressa per 20 kg di peso corporeo ogni 12 ore: 1
Peso corporeo (kg): [>20,1-30]; 1 compressa per 20 kg di peso corporeo ogni 12 ore: 1 ½
Peso corporeo (kg): [>30-40]; 1 compressa per 20 kg di peso corporeo ogni 12 ore: 2
Nelle infezioni gravi la posologia può essere raddoppiata a 20 mg di amoxicillina/5 mg di acido clavulanico per kg di p.c., due volte al giorno.
Durata del trattamento: 7 giorni per il trattamento delle infezioni periodontali nei cani. Per garantire un corretto dosaggio e al fine di evitare un sottodosaggio, il peso degli animali dovrebbe essere valutato il più accuratamente possibile.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: negli animali con funzione epatica e renale ridotta, il prodotto dovrà essere utilizzato solo in seguito ad una valutazione del rischio/beneficio da parte del medico veterinario e la posologia dovrà essere attentamente valutata. L'utilizzo del prodotto dovrebbe basarsi sull'esito dei test di sensibilità. Un uso improprio del medicinale può aumentare il numero di batteri resistenti all'associazione amoxicillina/acido clavulanico e diminuire l'efficacia del trattamento con altri antibiotici β-lattamici a causa della potenziale resistenza crociara. L'uso del prodotto deve tener conto dei regolamenti antimicrobici ufficiali e locali. Non usare in caso di batteri sensibili a penicilline a spettro ristretto o a amoxicillina non associata.


Data ultimo aggiornamento: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa