Dercunimix 1 fl vaccino liof. + 1 fl. vaccino in sosp. (10 dosi)

24 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Dercunimix

Dercunimix 1 fl vaccino liof. + 1 fl. vaccino in sosp. (10 dosi)



TITOLARE:

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.

MARCHIO

Dercunimix

CONFEZIONE

1 fl vaccino liof. + 1 fl. vaccino in sosp. (10 dosi)

FORMA FARMACEUTICA
fiala iniettabile

ALTRE CONFEZIONI DI DERCUNIMIX DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
vaccino malattia emorragica virale del coniglio inattivato + vaccino myxomatosi vivo liofilizzato

GRUPPO TERAPEUTICO
Vaccini

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
18,55 €

INDICAZIONI

A cosa serve Dercunimix 1 fl vaccino liof. + 1 fl. vaccino in sosp. (10 dosi)

nei conigli futuri riproduttori, a partire da 10 settimane di età, e nei riproduttori: per la vaccinazione di base e di richiamo per ridurre la mortalità causata dalla malattia emorragica virale, per la vaccinazione di richiamo per prevenire la mortalità causata dalla mixomatosi. L'immunità contro la MEV è stata dimostrata dopo 1 settimana dalla vaccinazione e persiste per 1 anno.L'immunità contro la mixomatosi persiste per 4 mesi.

MODO D'USO

Come si usa Dercunimix 1 fl vaccino liof. + 1 fl. vaccino in sosp. (10 dosi)

somministrazione intradermica, sulla faccia interna dell'orecchio. Posologia: 0,2 ml/capo di vaccino ricostituito. Programma vaccinale: vaccinazione di base contro la mixomatosi: una vaccinazione allo svezzamento, utilizzando un vaccino contenente il ceppo attenuato SG33 del virus della mixomatosi; vaccinazioni con il prodotto: una vaccinazione 6 settimane dopo la vaccinazione di base contro la mixomatosi (cioè a 10-11 settimane di età); vaccinazione di richiamo: ogni anno; vaccinazioni di richiamo contro la mixomatosi: una vaccinazione: ogni 4 mesi, nell'arco dei 12 mesi intercorrenti tra due vaccinazioni con il prodotto, utilizzando un vaccino contenente il ceppo attenuato SG33 del virus della mixomatosi.
Modalità di somministrazione:ricostituire il contenuto di un flacone di vaccino liofilizzato con il contenuto di un flacone del corrispettivo vaccino liquido come di seguito descritto: agitare accuratamente il flacone contenente il vaccino liquido, fino a completa sospensione del sedimento (il colore scuro del liquido e la presenza di un sedimento, sul fondo del flacone, sono un normale riscontro prima dell'agitazione), forare il tappo del flacone con l'ago di una siringa da 5 ml ed aspirare 2 ml circa di vaccino liquido, trasferire il contenuto della siringa nel flacone contenente il vaccino liofilizzato, forando il tappo del flacone con l'ago della siringa, agitare accuratamente il flacone contenente il vaccino liofilizzato fino a completa ricostituzione, aspirare con la siringa il vaccino ricostituito e trasferirlo nel flacone del vaccino liquido. Utilizzando un'idonea apparecchiatura, somministrare il vaccino per via intradermica - alla faccia interna dell'orecchio – in ragione di 0,2 ml, pari a 1 dose/capo, di vaccino ricostituito.L'apparecchiatura per la somministrazione del vaccino deve essere provvista di una “testa” costruita in modo tale che impedisca il contatto diretto tra il “foro” di uscita del vaccino e la cute dell'animale. Se l'apparecchiatura è costruita per erogare un volume di 0,1 ml è necessario praticare due somministrazioni di vaccino, in punti diversi dello stesso orecchio (oppure una somministrazione per ciascun orecchio, nel caso le orecchie siano di piccole dimensioni). In ogni caso è opportuno fare riferimento alle istruzioni per l'uso fornite dal produttore dell'apparecchiatura. La presenza di un nodulo al punto di inoculazione indica che il vaccino è stato somministrato in modo adeguato.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: vaccinare solo animali sani. Per la preparazione e la somministrazione del vaccino adottare le usuali precauzioni di asepsi. Per la ricostituzione e la somministrazione del vaccino utilizzare solo materiale sterile, esente da tracce di antisettici e/o disinfettanti. Poiché non sono stati eseguiti studi di innocuità e di efficacia nei conigli nani, si sconsiglia l'impiego del vaccino in questa categoria di animali. Nelle zone ad elevata incidenza dell'infezione, è consigliabile vaccinare i conigli contro la MEV a partire da 4 settimane di età.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Il cucciolo non è un giocattolo
25 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Il cucciolo non è un giocattolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa