Endospray bomboletta da 50 g

25 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Endospray

Endospray bomboletta da 50 g



TITOLARE:

Izo S.r.l.

MARCHIO

Endospray

CONFEZIONE

bomboletta da 50 g

FORMA FARMACEUTICA
schiuma

PRINCIPIO ATTIVO
oxitetraciclina + sulfamonometoxina

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici + Sulfamidici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

PREZZO
18,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Endospray bomboletta da 50 g

nelle bovine, per il trattamento della ritenzione della placenta, delle metriti, metro-peritoniti, vaginiti, forme settiche da parto, in particolare sostenute da Streptococchi, Stafilococchi, E. coli, C. Pyogenes, Pseudomonas aeruginosa, Campilobacter, Actinomyces.

MODO D'USO

Come si usa Endospray bomboletta da 50 g

il prodotto deve essere somministrato via catetere, utilizzando l'apposito adattatore, previa palpazione uterina per via rettale. La palpazione rettale dell'utero consente di interrompere la erogazione quando si raggiunge una sufficiente distensione dell'organo viste le notevoli differenze esistenti tra i vari soggetti. Pertanto nei casi di necessità (ritenzione di placenta) nei quali l'utero presenta un notevole volume sarà opportuno iniettare tutta la bomboletta, mentre nei casi in cui il volume dell'organo è ridotto (endometriti, soggetti in fase luteinica) si inietterà soltanto una parte del prodotto, cessando l'erogazione quando si ritiene che l'organo sia stato permeato dal prodotto.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'erogazione dello spray deve essere effettuata fino all'ottenimento di una valida distensione dell'utero. La palpazione rettale dell'utero consente di interrompere l'erogazione, quando si nota una sufficiente distensione. L'uso del prodotto deve essere basato su un test di sensibilità da batteri isolati dagli animali. Se ciò non fosse possibile, la terapia deve tenere conto delle informazioni epidemiologiche locali(regionali, aziendali) circa la sensibilità dei batteri target. A causa della possibile variabilità temporale e geografica nella comparsa della resistenza batterica si consiglia il campionamento batteriologico e test di sensibilità.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa