Engemicina Dd im ev o sottoc. 1 flacone 250 ml

28 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Engemicina Dd

Engemicina Dd im ev o sottoc. 1 flacone 250 ml



TITOLARE:

Intervet International B.V.

CONCESSIONARIO:

MSD Animal Health S.r.l.

MARCHIO

Engemicina Dd

CONFEZIONE

im ev o sottoc. 1 flacone 250 ml

FORMA FARMACEUTICA
fiala iniettabile

PRINCIPIO ATTIVO
oxitetraciclina cloridrato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
48,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Engemicina Dd im ev o sottoc. 1 flacone 250 ml

Engemicina D.D. è indicata per il trattamento di infezioni locali e sistemiche causate da microorganismi sensibili alla ossitetraciclina in bovini, equini non DPA, suini, ovini, cani e gatti: Actinobacillus (Haemophilus), Actinomyces (corinebatteri), antracoidi, Brucella, clostridi, coliformi, Erysipelothrix, Pasteurella, salmonella, stafilococchi, streptococchi.In particolare, infezioni che si verificano nei casi di polmonite ed altre infezioni del tratto respiratorio, (endo-)metriti, mastiti, infezioni del tratto urinario, setticemia ed infezioni secondarie associate a malattie virali.

MODO D'USO

Come si usa Engemicina Dd im ev o sottoc. 1 flacone 250 ml

Engemicina D.D. può essere impiegata utilizzando due schemi di dosaggio a seconda che si voglia ottenere una durata d'azione di 24 ore dopo una singola iniezione (schema A), oppure un'azione prolungata di 48 ore dopo una singola iniezione (schema B). Lo schema “A” prevede massimo 5 somministrazioni a distanza di 24 ore; lo schema “B” prevede massimo 2 somministrazioni a distanza di 48 ore. Il dosaggio dipende dal tipo di trattamento - ad azione breve o ad azione protratta - e dall'età e dal peso corporeo dell'animale da trattare. La somministrazione va effettuata per via endovenosa, intramuscolare o sottocutanea. La tabella seguente può servire da guida:
Schema A (massimo 5 trattamenti a distanza di 24 ore)
Specie: Bovino; Via di Somministrazione: e.v./i.m.; mg/kg: 3; ml/10 kg: 0,3
Specie: Vitello; Via di Somministrazione: e.v./i.m.; mg/kg: 8; ml/10 kg: 0,8
Specie: Cavallo non DPA; Via di Somministrazione: e.v./i.m.; mg/kg: 5; ml/10 kg: 0,5
Specie: Puledro non DPA; Via di Somministrazione: e.v./i.m.; mg/kg: 10; ml/10 kg: 1,0
Specie: Suino; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 5; ml/10 kg: 0,5
Specie: Suinetto; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 8; ml/10 kg: 0,8
Specie: Pecora/Agnello; Via di Somministrazione: e.v./i.m.; mg/kg: 8; ml/10 kg: 0,8
Specie: Cane; Via di Somministrazione: i.m./s.c.; mg/kg: 10; ml/10 kg: 1,0
Specie: Gatto; Via di Somministrazione: s.c.; mg/kg: 10; ml/10 kg: 1,0
Schema B (massimo 2 trattamenti a distanza di 48 ore)
Specie: Bovino; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 10; ml/10 kg: 1,0
Specie: Vitello; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 20; ml/10 kg: 2,0
Specie: Cavallo non DPA; Via di Somministrazione: Controindicato
Specie: Puledro non DPA; Via di Somministrazione: Controindicato
Specie: Suino; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 10; ml/10 kg: 1,0
Specie: Suinetto; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 20; ml/10 kg: 2,0
Specie: Pecora/Agnello; Via di Somministrazione: i.m.; mg/kg: 20; ml/10 kg: 2,0
Specie: Cane; Via di Somministrazione: Sconsigliato
Specie: Gatto; Via di Somministrazione: Sconsigliato
Si devono prendere sempre le normali precauzioni di asepsi nell'effettuare le iniezioni. Iniezioni intramuscolari o sottocutanee ripetute vanno effettuate in punti diversi. Non si debbono iniettare più di 20 ml nello stesso punto. Le iniezioni endovenose vanno effettuate lentamente in un periodo di tempo di almeno un minuto. La somministrazione EV rapida di tetracicline può provocare collassi, forse in forza dell'immediato conseguimento di elevate concentrazioni ematiche o della chelazione del calcio circolante. Per evitare questo effetto collaterale le tetracicline devono essere iniettate lentamente (qualche minuto) oppure essere diluite in soluzione fisiologica od in altri veicoli liquidi privi di cationi polivalenti.

AVVERTENZE

il trattamento ad alto dosaggio è controindicato nei cavalli non DPA ed è sconsigliato nel cane e nel gatto. Se possibile, utilizzare il prodotto esclusivamente in base ai risultati dell'antibiogramma. Un utilizzo di tale prodotto diverso dalle istruzioni fornite nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto può condurre ad un aumento della prevalenza dei batteri resistenti a lprincipio attivo e può incidere negativamente sulla sua efficacia. Si deve prestare una particolare attenzione nel migliorare le pratiche di gestione dell'allevamento per evitare ogni condizione di stress.
Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario agli animali: Adottando consueti procedimenti di preparazione o di somministrazione del prodotto, non sono necessarie particolari precauzioni per l'operatore, tuttavia è buona norma evitare il contatto con la pelle; non mangiare, bere o fumare durante la manipolazione; lavare le mani dopo l'uso. In caso di contatto accidentale con la cute o gli occhi, sciacquare accuratamente con acqua e sapone. Persone con ipersensibilità accertata alle tetracicline devono evitare contatti con il medicinale veterinario. In caso di autoiniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa