Enterocide 12.000.000 U.I./g os sacco da 5 kg

29 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Enterocide

Enterocide 12.000.000 U.I./g os sacco da 5 kg



TITOLARE:

Ternova S.r.l.

MARCHIO

Enterocide

CONFEZIONE

12.000.000 U.I./g os sacco da 5 kg

FORMA FARMACEUTICA
polveri orali

ALTRE CONFEZIONI DI ENTEROCIDE DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
colistina solfato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antidiarroici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
275,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Enterocide 12.000.000 U.I./g os sacco da 5 kg

trattamento e metafilassi delle infezioni enteriche da E. coli non invasivo sensibile alla colistina. Prima dell'inizio del trattamento metafilattico deve essere accertata la presenza della malattia negli animali.

MODO D'USO

Come si usa Enterocide 12.000.000 U.I./g os sacco da 5 kg

via di somministrazione: per uso orale. Il prodotto va miscelato all'acqua da bere o in alimento liquido secondo le indicazioni del veterinario avendo cura di non superare la dose in principio attivo/kg di peso vivo giornaliera indicata. Posologia: Vitelli, annutoli, agnelli, capretti, suini, polli, tacchini, conigli: 0,5 g/60 kg p.v. (pari a 100.000 U.I. di colistina solfato/kg p.v./die) una volta al giorno. La durata del trattamento deve essere limitata al tempo minimo necessario per il trattamento della malattia. Il trattamento va protratto per 2-3 gg, comunque per almeno 12 h dopo la completa remissione dei sintomi. La durata del trattamento non deve superare i 7 giorni. Togliere dagli abbeveratoi il residuo di acqua di bevanda e somministrare, come unica fonte alimentare, quella medicata con ENTEROCIDE. La somministrazione nell'acqua di bevanda deve essere eseguita tenendo conto del consumo giornaliero di acqua e del peso vivo in modo da somministrare la dose prescritta. L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Per assicurare la corretta posologia ed evitare sovra- o sottodosaggio raggruppare gli animali da trattare in base al peso vivo, tenendo conto del consumo giornaliero di acqua, e calcolare accuratamente il dosaggio di prodotto da solubilizzare nell'acqua da bere come segue:
….U.I. di colistina mg/g polvere Peso vivo medioper kg di peso vivo e giorno X degli animali (kg)/ Consumo medio giornaliero di acqua (L/animale) = ….U.I. colistina mg/g polvere per litro d'acqua di bevanda
Dopo il completo consumo dell'acqua medicata somministrare acqua non medicata per il resto della giornata. L'acqua medicata deve essere rinnovata ogni 24 ore. E' necessario assicurare accessibilità sufficiente al sistema di approvvigionamento idrico per gli animali da trattare per garantire consumo adeguato di acqua. Nessun'altra fonte di acqua deve essere disponibile durante il periodo di trattamento. Al termine del trattamento, il sistema di approvvigionamento idrico deve essere pulito adeguatamente al fine di evitare l'assunzione di quantità sub-terapeutiche di principio attivo. Non miscelare in mangimi solidi. Non lasciare a disposizione di altri animali l'acqua medicata.
Miscelare accuratamente in acqua da bere.

AVVERTENZE

la colistina esercita un'attività dipendente dalla concentrazione contro i batteri Gram-negativi. Dopo la somministrazione orale vengono raggiunte concentrazioni elevate nel tratto gastrointestinale, cioè nel sito bersaglio, a causa dello scarso assorbimento della sostanza. Questi fattori indicano che non è raccomandata una durata del trattamento non conforme a quella indicata nel paragrafo 8, in quanto si determina una esposizione non necessaria al prodotto. L'assunzione dell'acqua medicata da parte degli animali può essere alterata a seguito della malattia. Per i soggetti che presentano un'assunzione ridotta di acqua eseguire il trattamento per via parenterale utilizzando un idoneo prodotto iniettabile su consiglio del medico veterinario. L'utilizzo ripetuto e protratto va evitato, migliorando le prassi di gestione mediante pulizia e disinfezione.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali - La colistina è l'ultima risorsa in medicina umana per il trattamento di infezioni causate da alcuni batteri multi-farmaco resistenti. Al fine di minimizzare il rischio potenziale associato all'uso diffuso di colistina, il suo uso deve essere limitato al trattamento o al trattamento e metafilassi di malattie, e non deve essere usato per la profilassi. L'uso del medicinale veterinario (colistina) nel pollame deve essere conforme al Regolamento CE 1177/2006 della Commissione e alle normative nazionali di recepimento. Ogniqualvolta possibile il prodotto deve essere impiegato solo sulla base di test di sensibilità. Se ciò non fosse possibile, la terapia dovrebbe essere basata su informazioni epidemiologiche locali (regionali o aziendali) circa la sensibilità dei batteri bersaglio. Non utilizzare la colistina come un sostituto per le buone pratiche di gestione. L'uso del prodotto in modo non conforme a quanto indicato nelle istruzioni del foglietto illustrativo o etichetta può aumentare la prevalenza dei batteri resistenti alla colistina.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa