Equisolon 33 mg/g polvere os per cavalli barattolo 180 g

04 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Equisolon

Equisolon 33 mg/g polvere os per cavalli barattolo 180 g



TITOLARE:

Le Vet B.V.

CONCESSIONARIO:

Boehringer Ingelheim Italia S.p.A.

MARCHIO

Equisolon

CONFEZIONE

33 mg/g polvere os per cavalli barattolo 180 g

FORMA FARMACEUTICA
Polvere

PRINCIPIO ATTIVO
prednisolone

GRUPPO TERAPEUTICO
VETERINARI. VARI...

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

PREZZO
124,63 €

INDICAZIONI

A cosa serve Equisolon 33 mg/g polvere os per cavalli barattolo 180 g

attenuazione dei parametri infiammatori e clinici associati a ostruzione ricorrente delle vie aeree (Recurrent Airway Obstruction, RAO) nei cavalli, in combinazione con il controllo dell'ambiente.

MODO D'USO

Come si usa Equisolon 33 mg/g polvere os per cavalli barattolo 180 g

per uso orale. Per assicurare la somministrazione della dose corretta, il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile al fine di evitare il sottodosaggio o il sovradosaggio. Una singola dose di 1 mg di prednisolone/kg di peso corporeo al giorno corrisponde a 3 g di polvere per 100 kg di peso corporeo. Il trattamento può essere ripetuto a intervalli di 24 ore per 10 giorni consecutivi. La dose corretta deve essere miscelata in una piccola quantità di alimenti. In caso di utilizzo del barattolo e del cucchiaio dosatore, si applica la tabella posologica seguente:
Peso corporeo (kg) del cavallo: 150-300; Numero di cucchiaio dosatore (= 4,6 g di polver): 2
Peso corporeo (kg) del cavallo: 300-450; Numero di cucchiaio dosatore (= 4,6 g di polver): 3
Peso corporeo (kg) del cavallo: 450-600; Numero di cucchiaio dosatore (= 4,6 g di polver): 4
Peso corporeo (kg) del cavallo: 600-750; Numero di cucchiaio dosatore (= 4,6 g di polver): 6
Peso corporeo (kg) del cavallo: 750-1000; Numero di cucchiaio dosatore (= 4,6 g di polver): 7
Gli alimenti miscelati con il medicinale veterinario devono essere sostituiti se non vengono consumati entro 24 ore.

AVVERTENZE

la somministrazione di corticoidi serve a indurre un miglioramento dei segni clinici, piuttosto che costituire una cura. Il trattamento deve essere associato a un controllo ambientale. Ogni caso deve essere valutato singolarmente dal medico veterinario, che dovrà stabilire un programma di trattamento adeguato. Il trattamento con prednisolone deve essere iniziato solo quando un'attenuazione soddisfacente dei sintomiclinici non è stata raggiunta o non è verosimilmente raggiungibile con il solo controllo ambientale. Il trattamento con prednisolone potrebbe non essere sufficiente per ripristinare la funzione respiratoria La somministrazione di corticoidi serve a indurre un miglioramento dei segni clinici, piuttosto che costituire una cura. Il trattamento deve essere associato a un controllo ambientale. Ogni caso deve essere valutato singolarmente dal medico veterinario, che dovrà stabilire un programma di trattamento adeguato. Il trattamento con prednisolone deve essere iniziato solo quando un'attenuazione soddisfacente dei sintomi clinici non è stata raggiunta o non è verosimilmente raggiungibile con il solo controllo ambientale. Il trattamento con prednisolone potrebbe non essere sufficiente per ripristinare la funzione respiratoria in tutti i casi; in ogni singolo caso, potrebbe essere necessario considerare l'impiego di un medicinale con un'insorgenza d'azione più rapida.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: Eccetto in situazioni di emergenza, non usare in animali affetti da diabete mellito, insufficienza renale, insufficienza cardiaca, iperadrenocorticismo o osteoporosi. È stato segnalato che l'uso di corticosteroidi nei cavalli induce zoppia grave (in particolare) degli zoccoli anteriori. Pertanto, durante il periodo di trattamento i cavalli devono essere frequentemente monitorati. A causa delle proprietà farmacologiche del prednisolone, occorre adottare particolare cautela quando il medicinale veterinario è utilizzato in animali con sistema immunitario indebolito.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa