Finadyne 5% im o ev 1 flacone 100 ml

24 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Finadyne

Finadyne 5% im o ev 1 flacone 100 ml



TITOLARE:

Intervet

CONCESSIONARIO:

MSD Animal Health S.r.l.

MARCHIO

Finadyne

CONFEZIONE

5% im o ev 1 flacone 100 ml

FORMA FARMACEUTICA
flaconi iniettabili

ALTRE CONFEZIONI DI FINADYNE DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
flunixina sale di meglumina

GRUPPO TERAPEUTICO
Agenti antinfiammatori

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
74,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Finadyne 5% im o ev 1 flacone 100 ml

bovini: è indicato in tutte le affezioni dove si manifestano simultaneamente o separatamente una reazione infiammatoria acuta, un dolore acuto, un rialzo termico, una tossicosi da tossine microbiche. A seconda delle affezioni, il prodotto può essere impiegato da solo o come trattamento collaterale ad una terapia eziologica di tipo antinfettivo, metabolico o altro. Suini: è indicato nelle scrofe come trattamento coadiuvante nella terapia della sindrome M.M.A. (mastite, metrite, agalassia) e nei suinetti come trattamento idiopatico della ipertermia. Cavalli: è indicato per alleviare l'infiammazione ed il dolore da affezioni muscolo-scheletriche. Trova applicazione come analgesico nei dolori viscerali associati a colica.

MODO D'USO

Come si usa Finadyne 5% im o ev 1 flacone 100 ml

bovini: via endovenosa. Suini: via intramuscolare profonda. Cavalli: via intramuscolare o endovenosa. Bovini:
Malattie acute dell'apparato respiratorio (di origine parassitaria, virale, batterica): 2 ml/45 kg p.v. (2,2 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 1 sola volta.
Rialzo termico: 2 ml/45 kg p.v. (2,2 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 1 sola volta.
Dolore: 2 ml/45 kg p.v. (2,2 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 1 o 2 volte a distanza di 12 ore.
Somministrare preferibilmente per via endovenosa in un'unica somministrazione giornaliera e ripetuta per non più di 3 giorni consecutivi. E' opportuno nel frattempo avviare una terapia eziologica concomitante.
Suini:
sindromi M.M.A. delle scrofe: 2 ml/45 kg p.v. (2,2 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 2 volte a distanza di 12 ore (se necessario).
Shock endotossico nei suinetti (E. coli, Pasteurella, ecc.): 2 ml/45 kg p.v. (2,2 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 1 sola volta.
Somministrare preferibilmente per via intramuscolare profonda una o due volte, a distanza di 12 ore una dall'altra. Il numero dei trattamenti dipenderà dalla risposta clinica. Finadyne non si deposita nel tessuto adiposo.
Cavalli:
Affezioni muscolo-scheletriche: 1 ml/45 kg p.v. (1,1 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 1 volta al giorno per non più di 5 giorni consecutivi.
Coliche: 1 ml/45 kg p.v. (1,1 mg/kg p.v.); durata del trattamento: 1 o 2 volte dopo di che instaurare una terapia idiopatica.
Somministrare in un'unica somministrazione giornaliera per via endovenosa o intramuscolare e non ripetere per più di 5 giorni consecutivi. Nell'impiego del prodotto quale analgesico in caso di colica, la somministrazione endovenosa è raccomandata per una pronta risposta e può essere ripetuta una o due volte qualora i sintomi della colica si ripetano. A questo punto, la causa della colica dovrebbe essere identificata e trattata con terapia idiopatica.

AVVERTENZE

non utilizzare in equini che producono latte per il consumo umano. Occorre determinare e trattare con adeguata terapia concomitante la causa di fondo delle condizioni infiammatorie o della colica.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: non superare la dose consigliata né la durata del trattamento. L'utilizzo in qualsiasi animale sotto le 6 settimane di età (bovini, cavalli) o in animali anziani può implicare un rischio aggiuntivo. Se l'impiego non può essere evitato, occorre utilizzare una dose ridotta e sottoporre gli animali a un attento monitoraggio clinico. In rari casi, dopo somministrazione endovenosa possono manifestarsi reazioni di shock a causa della quantità di polietilenglicole. Pertanto la flunixina meglumina deve essere iniettata lentamente e usata a temperatura corporea. Ai primi segni di incompatibilità, la somministrazione deve essere bloccata e, se necessario, iniziare subito il trattamento anti-shock. Poiché la flunixina meglumina può ridurre le manifestazioni cliniche in funzione della sua attività antinfiammatoria, può essere mascherata una resistenza, ad esempio verso la causale terapia antibiotica.I pony possono essere più sensibili alle reazioni avverse causati dai FANS e pertanto in questi animali il prodotto deve essere usato con cautela. Nei cavalli la causa di colica deve essere ben determinata e trattata con una adeguata terapia concomitante. È noto che i farmaci antiinfiammatori non steroidei possono potenzialmente ritardare il parto mediante un effetto tocolitico, inibendo le prostaglandine che danno inizio al meccanismo del parto. L'uso del prodotto nel periodo immediatamente successivo al parto può interferire con l'involuzione uterina e con l'espulsione delle membrane fetali. Ciò può portare a ritenzione placentare (vedere anche il paragrafo 4.7). Evitare la somministrazione endoarteriosa.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa