Florvetol Bovini fiala 100 ml

24 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Florvetol Bovini

Florvetol Bovini fiala 100 ml



TITOLARE:

Intervet

CONCESSIONARIO:

Intervet Italia S.r.l. Divisone Farmaceutici Gellini S.r.l.

MARCHIO

Florvetol Bovini

CONFEZIONE

fiala 100 ml

FORMA FARMACEUTICA
liquido uso orale

ALTRE CONFEZIONI DI FLORVETOL BOVINI DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
florfenicolo

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
72,10 €

INDICAZIONI

A cosa serve Florvetol Bovini fiala 100 ml

malattie causate da batteri sensibili al florfenicolo. Trattamento preventivo e terapeutico delle infezioni dell'apparato respiratorio dei bovini dovute a Mannheimia haemolytica, Pasteurella multocida ed Histophilus somni. La presenza della malattia nella mandria deve essere stabilita prima del trattamento preventivo.

MODO D'USO

Come si usa Florvetol Bovini fiala 100 ml

per il trattamento: via intramuscolare: 20 mg/kg di peso corporeo (1 ml per 15 kg) da somministrare 2 volte a distanza di 48 ore usando un ago di calibro 16. Via sottocutanea: 40 mg/kg di peso corporeo (2 ml/15 kg) da somministrare una volta sola, usando un ago di calibro 16. Il volume somministrato in ciascun sito di iniezione non deve superare i 10 ml. L'iniezione deve essere praticata solo nel collo.
Per la prevenzione: via sottocutanea: 40 mg/kg di peso corporeo (2 ml/15 kg) da somministrare 1 volta sola, usando un ago di calibro 16. Il volume somministrato in ciascun sito di iniezione non deve superare i 10 ml. L'iniezione deve essere praticata solo nel collo. Per assicurare un dosaggio corretto, il peso corporeo deve essere determinato il più accuratamente possibile, per evitare sottodosaggi. Ripulire il tappo prima di prelevare ogni dose. Usare aghi e siringhe sterili e asciutti.

AVVERTENZE

non usare in caso di ipersensibilità a propilenglicole e ai polietilenglicoli. Il prodotto deve essere usato congiuntamente a un test di sensibilità dei batteri isolati dagli animali. Se questo non fosse possibile, la terapia si dovrà basare sulle informazioni epidemiologiche locali(regionali e a livello di allevamento) riguardo la sensibilità dei batteri target. Prestare attenzione per evitare l'auto-inoculazione accidentale. Non usare il prodotto in casi conosciuti di ipersensibilità a propilenglicole e ai polietilenglicoli. Gli studi negli animali da laboratorio non hanno permesso di rilevare alcuna evidenza di potenziale embriotossico o fetotossico per florfenicolo. Tuttavia, l'effetto di florfenicolo sulla performance riproduttiva e sulla gravidanza nei bovini non e stato studiato. Utilizzare solo in base alla valutazione del rapporto rischio/beneficio da parte del veterinario responsabile.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa