Gumbovax 10 flaconi 2000 dosi cad.

01 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Gumbovax

Gumbovax 10 flaconi 2000 dosi cad.



TITOLARE:

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.

MARCHIO

Gumbovax

CONFEZIONE

10 flaconi 2000 dosi cad.

FORMA FARMACEUTICA
flaconi iniettabili

ALTRE CONFEZIONI DI GUMBOVAX DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
vaccino borsite infettiva aviaria (malattia di Gumboro) vivo

GRUPPO TERAPEUTICO
Vaccini

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
12 mesi

PREZZO
101,40 €

INDICAZIONI

A cosa serve Gumbovax 10 flaconi 2000 dosi cad.

immunizzazione attiva dei polli da carne e delle pollastre (da uova da consumo e da riproduzione) per la profilassi della malattia di Gumboro. Gli anticorpi specifici indotti dalla vaccinazione sono in grado di prevenire la sintomatologia clinica, le lesioni e la mortalità causate dal virus patogeno di campo. Nei polli da carne un unico intervento vaccinale è sufficiente a conferire un adeguato grado di protezione per tutta la durata del ciclo di vita economica dell'animale. Negli animali a lunga carriera produttiva, in particolare le pollastre da riproduzione, oltre a 2 vaccinazioni con Gumbovax, è opportuna una terza vaccinazione con un vaccino a virus inattivati contro la malattia di Gumboro.

MODO D'USO

Come si usa Gumbovax 10 flaconi 2000 dosi cad.

1 dose/capo di vaccino ricostituito. Metodo di somministrazione: il vaccino va somministrato per via orale, nell'acqua da bere. Ricostituire il contenuto di un flacone di vaccino liofilizzato con 1 ml di acqua potabile, esente da tracce di disinfettanti/ioni metallici. Diluire il vaccino così ricostituito con acqua potabile, fresca e pulita, priva di tracce di disinfettanti/ioni metallici. Il volume di acqua deve essere adeguato alla stagione ed all'età dei polli ed in quantità tale che venga assunto in circa 2 ore. Distribuire l'acqua vaccinale negli abbeveratoi immediatamente prima dell'uso e dopo aver assetato gli animali per circa 2 ore. Erogare la normale acqua di bevanda solo dopo che l'acqua vaccinale è stata completamente consumata. Utilizzare materiale pulito, privo di tracce di ioni metallici e/o disinfettanti. Prima di utilizzarla per diluire il vaccino, preventivamente ricostituito, si consiglia di aggiungere, all'acqua di bevanda, latte in polvere, totalmente scremato – in ragione di 250 g/100 litri di acqua oppure 2,5 litri di latte per uso alimentare, totalmente scremato – al fine di neutralizzare eventuali tracce di ioni metallici e/o disinfettanti presenti nell'acqua. Rimescolare con cura l'acqua per una omogenea distribuzione del vaccino ed assicurarsi che tutti i soggetti abbiano la possibilità di bere l'acqua vaccinale.
Programma vaccinale: polli da carne: una sola vaccinazione: a 15-20 giorni di età. Pollastre (da uova da consumo e da riproduzione): prima vaccinazione: a 15-20 giorni di età.; seconda vaccinazione: a 30-35 giorni di età. In condizioni epizoologiche normali è consigliabile iniziare a vaccinare all'età di 15-20 giorni, quando sono stati in gran parte eliminati gli anticorpi passivi di origine materna la cui presenza limita l'efficacia della vaccinazione.

AVVERTENZE

vaccinare solo animali sani.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: assicurarsi di vaccinare un numero di animali corrispondenti al numero di dosi contenute nel flacone di vaccino. Utilizzare tutto il vaccino entro 2 ore, al massimo, dalla ricostituzione; eliminare il vaccino, ricostituito, non utilizzato entro tale lasso di tempo. Per la preparazione e la somministrazione del vaccino adottare le usuali precauzioni di asepsi. Non esporre a fonti di calore il vaccino ricostituito e gli abbeveratoi contenenti l'acqua di bevanda con il vaccino. Vaccinare preferibilmente nelle prime ore del mattino. Adottare le misure veterinarie e fitosanitarie per evitare la diffusione alle specie sensibili.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Il cucciolo non è un giocattolo
25 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Il cucciolo non è un giocattolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa