Interceptor Flavour Rosso 8 compresse 2,3 mg 1-4,5 kg

25 febbraio 2021
Prodotti veterinari - Scheda Interceptor Flavour

Interceptor Flavour Rosso 8 compresse 2,3 mg 1-4,5 kg


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

TITOLARE:

Elanco GmbH

CONCESSIONARIO:

Elanco Italia S.p.A.

MARCHIO

Interceptor Flavour

CONFEZIONE

Rosso 8 compresse 2,3 mg 1-4,5 kg

FORMA FARMACEUTICA
compressa

PRINCIPIO ATTIVO
milbemicina ossima

GRUPPO TERAPEUTICO
Endectocidi

RICETTA
ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
40,00 €

CONFEZIONI DI INTERCEPTOR FLAVOUR DISPONIBILI IN COMMERCIO

INDICAZIONI

A cosa serve Interceptor Flavour Rosso 8 compresse 2,3 mg 1-4,5 kg

è indicato: per la prevenzione della filariosi cardiaca nel cane (Dirofilaria immitis), per il trattamento dei vermi intestinali quali Tricuridi (Trichuris vulpis), Ascaridi (Toxocara canis, Toxascaris leonina) e Anchilostomi (Ancylostoma caninum) e il trattamento dei vermi polmonari (Crenosoma vulpis) e del French heartworm (Angiostrongylus vasorum). E' inoltre indicato per: il trattamento della demodicosi generalizzata (Demodex canis), il trattamento della rogna sarcoptica sostenuta da Sarcoptes scabiei var. canis e il trattamento delle acariasi nasali (Pneumonyssoides caninum).

MODO D'USO

Come si usa Interceptor Flavour Rosso 8 compresse 2,3 mg 1-4,5 kg

il prodotto è disponibile in quattro concentrazioni. Le compresse vanno somministrate per via orale in dose singola con o dopo aver somministrato dell'alimento. La dose minima raccomandata è di 0,5 mg di milbemicina ossima per kg di peso corporeo che corrispondono a:
Peso corporeo: fino a 4,5 kg; 1 compressa da 2,3 mg per cani di taglia molto piccola
Peso corporeo: da 5 a 11 kg; 1 compressa da 5,75 mg per cani di taglia piccola
Peso corporeo: da 12 a 22 kg; 1 compressa da 11,5 mg per cani di taglia media
Peso corporeo: da 23 a 45 kg; 1 compressa da 23 mg per cani di taglia grande
Prevenzione della filariosi cardiaca (causata da Dirofilaria immitis): i cani che vivono in zone endemiche per la filariosi o quelli che hanno viaggiato in tali zone possono essere infestati da parassiti adulti. Una singola dose di 0,5-1,0 mg/kg va somministrata per via orale una volta al mese, idealmente lo stesso giorno di ogni mese. Per la prevenzione della dirofilariosi il trattamento deve essere ripetuto tutti i mesi. La prima somministrazione va eseguita entro i 30 giorni successivi all'inizio della stagione delle zanzare per terminare 30 giorni dopo il termine della stessa. In caso di intervalli superiori ai 30 giorni, occorre riprendere immediatamente il trattamento ai dosaggi prescritti. Se l'interruzione è superiore ai 60 giorni, prima di riprendere la somministrazione del prodotto è opportuno consultare un medico veterinario. Il prodotto, se utilizzato in sostituzione di altri prodotti impiegati nella prevenzione della dirofilariosi, deve essere somministrato entro 30 giorni dall'ultimo trattamento. In zone non-endemiche non dovrebbero esserci rischi di cani infestati da filariosi e pertanto essi possono essere trattatati in base alla situazione epidemiologica locale.
Trattamento degli stadi intestinali di Tricuridi (Trichuris vulpis), Ascaridi (Toxocara canis, Toxascaris leonina) e Anchilostomi (Ancylostoma caninum): il prodotto va somministrato per via orale in una singola dose di 0,5-1,0 mg/kg.
Trattamento dei vermi polmonari (Crenosoma vulpis): per Crenosoma vulpis, il prodotto va somministrato per via orale in una singola dose di 0,5-1,0 mg/kg.
Trattamento del French heartworm (Angiostrongylus vasorum): nel caso di infestazione da Angiostrongylus vasorum, il prodotto deve essere somministrato per via orale in una singola dose di 0,5-1,0 mg/kg per quattro volte ad intervalli di una settimana.
Trattamento della demodicosi generalizzata (causata da Demodex canis): la dose raccomandata è 0,5-1,0 mg/kg al giorno fino a ottenere 2 raschiati cutanei negativi nell'arco di un mese. Se il quadro clinico e il conteggio degli acari lo giustifica, la dose può essere raddoppiata, cioè 1-2 mg di milbemicina ossima per kg di peso corporeo, sempre in un'unica somministrazione giornaliera.
Trattamento della rogna sarcoptica (causata da Sarcoptes scabiei var. canis): la dose raccomandata è di 1,0 – 1,5 mg/kg a giorni alterni per un totale di 8 trattamenti.
Trattamento delle acariasi nasali (Pneumonyssoides caninum): per il trattamento di Pneumonyssoides caninum la dose raccomandata è di 0,5 – 1,0 mg/kg una volta alla settimana per un totale di 3 trattamenti.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: il trattamento di animali di peso inferiore ad 1 kg deve essere effettuato sulla base di una valutazione del rapporto rischio/beneficio. Questo prodotto contiene milbemicina ossima, un lattone macrociclico. Studi condotti con la milbemicina ossima indicano che il margine di sicurezza nei soggetti Collie e razze correlate è minore che in altre razze. In questi cani deve essere pertanto strettamente rispettato il dosaggio raccomandato. I segni clinici nei Collie e razze correlate sono simili a quelli osservati nella popolazione generale canina in caso di sovradosaggio. In studi condotti con milbemicina ossima, somministrata mensilmente alla dose raccomandata, non si sono osservate reazioni di intolleranza in più di 75 razze di cani inclusi i Collie. La tollerabilità di milbemicina ossima in giovani cuccioli di queste razze non è stata studiata. Non sono stati effettuati studi in cani gravemente debilitati o con grave compromissione della funzionalità renale o epatica. Pertanto il prodotto va impiegato nei soggetti debilitati solo a fronte di una valutazione del rapporto rischio/beneficio effettuata dal veterinario responsabile. Il trattamento di cani con un elevato numero di microfilarie circolanti, può talvolta provocare una reazione di ipersensibilità transitoria. I sintomi clinici, quali ad esempio tremori e scialorrea, possono essere ricondotti al rilascio di proteine da parte delle microfilarie morte o agonizzanti e non sono dovuti ad un'attività tossica diretta del medicinale veterinario. Pertanto prima di iniziare il trattamento con il prodotto, soprattutto nelle zone a rischio di filariosi, o in caso sia noto che il cane è andato o proviene da regioni a rischio di filariosi, si deve escludere la presenza di infestazione concomitante da Dirofilaria immitis. In caso di presenza di microfilarie, prima della somministrazione del prodotto, si raccomanda una terapia adulticida.


Data ultimo aggiornamento: 08/02/2021

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:
Ultimi articoli
I cani da allerta medica
24 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
I cani da allerta medica
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa